Oliver Giroud è più di un obiettivo di mercato per la Lazio nelle ultime ore della sessione invernale. Secondo quanto riportato da Sky Sport ci sarebbe stato un summit segreto martedì sera e la società ha deciso di provare a regalare un tassello importante a Simone Inzaghi. L'infortunio di Joaquin Correa ha scombinato i piani e ha portato alla decisione di ricorrere ad rinforzo nel reparto offensivo che possa aiutare subito i biancocelesti. Nei giorni scorsi eran stati fatti i nomi di Matri, Paloschi e Jallow ma probabilmente Lotito proverà il colpo grosso.

Giroud alla Lazio, operazione da 6-7 milioni di euro

I costi sembrano, però, far tramontare l'entusiasmo visto che l'attaccante francese ha uno stipendio da 6 milioni di euro e l'offerta biancoceleste è di 2 milioni per il restante mezzo anno e 3 milioni a stagione per altri due. Giroud preferirebbe giocare piuttosto d'andare a fare la panchina al Tottenham di José Mourinho, che è alla ricerca di un sostituto di Harry Kane. Igli Tare è a Milano per tentare l'affondo definitivo ma non sembra un affare semplice da chiudere.

Il Chelsea ha abbassato totalmente le pretese sul costo del cartellino e l'accordo potrebbe arrivare anche per una cifra intorno ai 6-7 milioni di euro ma l'ostacolo per l'acquisto del 33ene campione del mondo sembra essere l'ingaggio. Negli ultimi anni Giroud ha giocato pochissimo e a Roma viene a giocarsi il posto subito.

L'Inter non lo molla ma parte solo se arriva una punta a Londra

Dopo essere stato accostato diverse volte all'Inter, il francese sarebbe finito fuori dal taccuino dei nerazzurri. Secondo quanto riferito da Gianluca Di Marzio la Lazio avrebbe trovato un accordo di massima con il Chelsea per il trasferimento del campione del mondo a Roma ma i Blues lo lasceranno partire solo se dovesse arrivare un'altra punta nella rosa di Frank Lampard. Oltretutto nelle ultime ore sembra essere tornata di nuovo la stessa società nerazzurra alla carica