Sono passati dieci giorni da PSG-Marsiglia, ma la grande classica del calcio francese continua a generare polemiche e discussioni. A farne le spese sono soprattutto Neymar e il difensore dell'OM Alvaro Gonzalez: protagonisti dell'incredibile rissa del ‘Parco dei Principi'. Dopo le precedenti decisioni dal Giudice Sportivo, che ha punito il brasiliano con due giornate e aperto un fascicolo per valutare il presunto comportamento razzista dell'avversario, una nuova e dura condanna potrebbe arrivare nelle prossime ore per entrambi i calciatori.

Secondo il prestigioso quotidiano francese "L'Équipe", Neymar e Gonzalez potrebbero infatti essere sanzionati con almeno otto turni di squalifica: una punizione durissima che costringerebbe il brasiliano e lo spagnolo ad aspettare il nuovo anno per ritornare in campo. Il motivo di tale decisione potrebbe essere proprio l'atteggiamento razzista non solo del difensore di Villas-Boas, ma anche dello stesso attaccante ex Barcellona che, secondo alcuni esperti, avrebbe apostrofato in maniera censurabile il giocatore cinese del Marsiglia, Hiroki Sakai.

La mano pesante della federazione francese

Come riportato dal ‘El Mundo Deportivo', le immagini televisive e la lettura delle labbra inchioderebbero dunque Gonzalez e Neymar: il primo colpevole della famosa frase ("Sei una scimmia figlio di puttana") già rivelata dall'ex Pallone d'Oro nel post gara di Parigi, il secondo per l'atteggiamento razzista nei confronti di Sakai. Se le loro colpe verranno confermate, la Lega francese potrebbe quindi prendere spunto dal nono articolo del regolamento, che punisce ‘qualsiasi insulto per motivi di ideologia, razza, nazionalità o etnia‘, e stangare i due colpevoli con una clamorosa squalifica.