Tensione altissima tra Paris Saint-Germain e Olympique Marsiglia. Un brutto episodio si è verificato poco dopo la mezz'ora della prima frazione, quando Di Maria ha sputato senza colpire Alvaro Gonzalez, pochi secondi che il difensore spagnolo ha apostrofato con frasi razziste Neymar ("Chiudi la bocca, scimmia") e il brasiliano si è lamentato con gli arbitro che non hanno preso provvedimenti. Il numero 10 ha risposto con un secco: "Il razzismo, no".

Nei minuti di recupero si è accesa una rissa che ha portato alle espulsioni proprio di Neymar, di Paredes e Kurzawa per i parigini e a quelle di Benedetto e Amavì per i marsigliesi. Il calciatore brasiliano del PSG mentre usciva dal campo ha incalzato sia l'arbitro che il quarto uomo e ha accusato nuovamente di razzismo il difensore dell'OM, proprio come aveva già fatto nel corso della partita. Una bruttissima immagine per una partita di questa portata.

Dopo la sconfitta con il neopromosso Lens, la squadra di Thomas Tuchel viene sconfitta nel big match al Parco dei Principi per 1-0 e a decidere l'incontro è una rete di Florian Thauvin al 31′ ,che permette ai ragazzi di Andres Villas-Boas di portarsi a 6 punti, a -1 da Rennes e Monaco che, però, hanno una gara in più. Buon esordio per Alessandro Florenzi con la maglia del PSG, prova opaca per Marco Verratti. Seconda sconfitta consecutiva per i campioni di Francia in campionato, la terza se contiamo anche la finale di Champions League di Lisbona: non accadeva dalla stagione 1984-1985. Nonostante il rientro di diversi titolari rispetto al primo match, al PSG in alcuni momenti è mancata la zampata decisiva oltre ad una solida concentrazione nella fase difensiva. Annullata una rete per parte, prima a Di Maria e poi a Benedetto.

È stata una partita nervosissima fin dall'inizio e questa tensione si è protratta per tutti i 90′: quella tra PSG e OM è da sempre una gara molto sentita e qualche comportamento dei calciatori in campo ha aumentato ancora di più la pressione. Il tabellino finale conta 14 cartellini gialli e 5 rossi.