11 Febbraio 2022
22:42

Eriksen non si ferma più: “Ora voglio i Mondiali!” E c’è la data del suo ritorno in campo

Thomas Frank ha svelato quando Christian Eriksen esordirà con la maglia del Brentford: “È un piacere rivederlo in campo, sta dando la sensazione di essere quello di prima”.
A cura di Alessio Pediglieri

Christian Eriksen è stato presentato ufficialmente dal Brentford e si è subito messo a disposizione di tecnico e compagni. Dopo aver superato brillantemente le visite mediche e aver riottenuto il nullaosta all'attività agonistica ai massimi livelli, il centrocampista danese è tornato a raccontare la propria felicità. Intanto, il tecnico dei biancorossi, Thomas Frank ha svelato quando Eriksen farà il suo ritorno in campo per una partita.

Christian Eriksen è rinato calcisticamente e umanamente. Dopo aver superato il periodo più duro e triste della sua vita, il giocatore danese sta vivendo una seconda giovinezza ora che è in Premier League, regolarmente tesserato e inserito all'interno della rosa del Brentford, club di massima serie in cui giocherà almeno fino a fine stagione. Le visite mediche hanno dato esito positivo, i riscontri sono stati tutti ottimi e la forma fisica di un tempo e la confidenza col pallone stanno tornando allenamento dopo allenamento.

Il desiderio principale è quello della normalità, senza riflettori puntati addosso, senza pressioni o attese particolari: "Sono rimasto a fari spenti per sette mesi" ha spiegato Eriksen nel giorno della sua presentazione nel nuovo club. "Non ho bisogno di pressioni, il mio desiderio è essere trattato come gli altri da parte degli avversari, nulla di più. L'obiettivo è che si ritorni a parlare di me per il calcio e non per i problemi cardiaci che ho avuto…". Una speranza che vuole diventare certezza quando tornerà in campo nello stesso campionato in cui milita anche il suo ex allenatore ai tempi dell'Inter, Antonio Conte, oggi a capo del suo ex club, il Tottenham: "Ci siamo incrociati" ammette Eriksen. "È stato tutto un po' strano, eravamo nello stesso albergo e la prima persona che on incrociato scendendo dl taxi è stato lui. All'Inter abbiamo lavorato bene insieme, abbiamo ancora un buon rapporto".

Poi, l'aspetto più importante: le aspettative e l'attesa. Le prime sono rivolte agli obiettivi che Erikson si è posto in questa stagione. "Non è un mistero" dice. "I miei grandi obiettivi stagionali sono disputare i Mondiali con la Danimarca, l’ho detto subito al mio cardiologo, e aiutare il Brentford a salvarsi". Poi l'attesa per il nuovo debutto: "Sarà graduale, senza fretta. Non mi aspetto certo di giocare sin da subito 90 minuti, ma spero di farlo il prima possibile. Oggi mi sento fortunato, il mio recupero è stato veloce e senza traumi, solo alcuni anni fa sarebbe stato impensabile".

A proposito di quando Eriksen scenderà in campo di nuovo per la prima volta dopo la drammatica sera di giugno agli Europei, ne ha parlato anche il tecnico che lo ha sotto gli occhi, il connazionale Thomas Frank: "Si sta allenando bene. Sembra il giocatore di qualità che sappiamo che è, quindi è una gioia vederlo giocare a calcio. È fantastico da vedere, ma non sarà disponibile per la squadra sin da subito. Sarebbe stato troppo presto dopo una sola settimana di preparazione vederlo già in campo. Lunedì faremo un'amichevole, dove giocherà i minuti. Questo è il modo giusto per farlo. La prima settimana è fissata in termini di allenamento e di come si sente. La prossima settimana è molto importante, soprattutto giocare questi minuti ad intensità di partita. Poi lo valuteremo giorno per giorno".

La maglia di Eriksen data alle fiamme: orribile gesto alla vigilia del cambio di squadra
La maglia di Eriksen data alle fiamme: orribile gesto alla vigilia del cambio di squadra
Berrettini non stecca il ritorno in campo, Albot battuto in 3 set: è ai quarti a Stoccarda
Berrettini non stecca il ritorno in campo, Albot battuto in 3 set: è ai quarti a Stoccarda
Tifosi impazziti per il ritorno a casa del Perù dopo l'eliminazione dai Mondiali: succede di tutto
Tifosi impazziti per il ritorno a casa del Perù dopo l'eliminazione dai Mondiali: succede di tutto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni