L'Atalanta si avvia verso la conclusione di un'altra grande stagione, con vista sulla final eight di Champions League, con l'incognita Josip Ilicic. Il calciatore sloveno ha saltato le ultime cinque partite (compresa Parma-Atalanta). L'ultima apparizione in campo è data 11 luglio. Da quel momento, Ilicic è scivolato ai margini della prima squadra, circondato dal massimo riserbo sulle sue condizioni. Non si tratterebbe di un canonico infortunio, mai confermato in via diretta dal club, ma di problemi di cui lo stesso Gian Piero Gasperini ha sempre affrontato con delicatezza, senza entrare nello specifico.

Lo ha fatto anche dopo la partita del Tardini, confermando inoltre quello che i tifosi dell'Atalanta iniziavano a temere: la sua presenza negli ottavi di finale di Champions League è in forte dubbio.

 "Viaggiamo alla giornata, più passano le giornate e più diventa difficile il suo recupero. Per Lisbona non sarà facile, sarà molto difficile".

Già nelle ultime settimane l'Atalanta aveva iniziato a fare a meno di Ilicic, il giocatore più decisivo insieme a Gomez nella prima parte di stagione, alternando giocatori diversi nel tridente insieme a Zapata e El Papu. Un processo di adattamento non semplice, come ha spiegato Gasperini, che dovrà proseguire anche nella fase finale della Champions League.

"Siamo stati molti mesi senza Zapata e ora nel momento decisivo della stagione c'è questa assenza. La squadra la sta sopportando bene, per quanto non ci sia un altro giocatore con le sue caratteristiche. Ci adattiamo con Pasalic, Gomez, Malinovskyi, cerchiamo nuovi equilibri. Senza Zapata li avevamo trovati, ora un po' meno, ma rimediamo con altre qualità. Ilicic per noi è fondamentale e fino a marzo era stato devastante".

Per il ritorno di Josip Ilicic in campo, dunque, se ne parlerà con ogni probabilità nella prossima stagione. Quando tutti i problemi saranno alle spalle.