Cristiano Ronaldo respira un’aria diversa quando ci si avvicina alle fasi finali della Champions League. E non lo dicono le nostre parole frutto di valutazioni personali, bensì i numeri che incoronano ancora una volta il portoghese sul tetto d’Europa. Quello segnato contro la Spal è stata la sua rete numero 725 in carriera in 1000 gare giocate. Un traguardo incredibile se si considera che il numero #7 bianconero sta segnando ormai da 11 partite consecutive.

Numeri incredibili che in poco tempo hanno fatto catalizzare nuovamente l’attenzione sul campione della Juventus che questa sera dovrà vedersela in Francia contro l’insidioso Lione. Una gara che potrebbe essere l’ennesima dimostrazione di forza dei bianconeri e in particolare di CR7, pronto a regalare finalmente ai tifosi piemontesi quel sogno chiamato Champions che ad oggi, è meglio sussurrare per non incappare in un altro incubo come accaduto lo scorso anno.

Il nuovo traguardo raggiunto da Cristiano Ronaldo in stagione

Dopo un mese di novembre trascorso incredibilmente a secco, Cristiano Ronaldo s’è ripreso la Juventus da dicembre in poi. Come i numeri dimostrano, il portoghese riesce sempre ad emergere in modo netto nella seconda parte di stagione, quando i punti cominciano a pesare ed essere decisivi. Il suo gol nell’ultima gara vinta dalla Juventus 2-1 sul campo della Spal, porta la sua firma che vale il gol numero 725 in 1000 gare giocate in carriera. CR7 dunque arriva alla sfida valida per gli ottavi di Champions contro il Lione con il bottino di 11 gol nelle ultime 11 gare. Numeri spaventosi che certificano lo stato di forma dell’ex Real, che con questo nuovo record ha eguagliato Batistuta e Quagliarella in testa a questa speciale classifica. Ma non è finita qui, anzi, Cristiano Ronaldo e i suoi record, sono pronti a stupirci ancora.

Primo in Europa per gol nel 2020 fra campionati e coppe con Haaland

Nello straordinario 2020 di Cristiano Ronaldo, dunque, ci sono ben 11 gol realizzati nelle ultime 7 gare che fanno del portoghese, nei cinque maggiori campionati europei, il primo in assoluto. A pari merito col fenomeno Haaland che da quando è stato acquistato dal Borussia Dortmund, non ha mai steccato una partita, andando sempre in gol. Un bel risultato per il 35enne della Juventus che negli ultimi 18 gol realizzati dai bianconeri dal 2020, ben 11 portano solo la sua firma.

Ben 21 gare giocate dunque e altrettanti i gol realizzati in Serie A da CR7 a cui vanno però aggiunti anche i due in Champions e un altro paio in Coppa Italia per un totale di 25. Cristiano Ronaldo, inoltre, nella sua incredibile stagione, la seconda con la maglia della Juventus, ha anche realizzato una tripletta, quella contro il Cagliari del 6 gennaio, che gli ha consentito di diventare il secondo giocatore, dopo Alexis Sanchez, a realizzare 3 gol in Serie A, Premier League e Liga. La conferma della grandezza di un giocatore che arriva alla sfida di questa sera in forma assolutamente smagliante.

Dal 2016 è la sua migliore stagione realizzativa (prima degli ottavi)

Lo scorso anno la Juventus giocò la sua prima gara contro l’Atletico Madrid, l’andata, il 20 febbraio 2019. Prima di quella partita (poi persa dalla Juventus 2-0) CR7 aveva partecipato alla festa del gol (3-0) al Frosinone con una marcatura. Prima di allora, aveva messo a segno 18 reti (in campionato) più 2 in Champions (prima delle tripletta di ritorno) che fanno un totale di 21, dunque -4 rispetto ai 25 complessivi attuali. Andando ancora a ritroso, nella sua ultima stagione al Real Madrid, quella che ha poi preceduto il clamoroso passaggio alla Juventus e dunque la sua ultima vittoria della Champions, Cristiano Ronaldo, prima di affrontare gli ottavi di finale contro il Psg nell’andata del 14 febbraio 2018 (vittoria 3-1 delle Merengues con doppietta del portoghese) aveva segnato soltanto 11 gol in Liga, più 9 in Champions e 2 nel Mondiale per Club.

Per un totale di 22 reti, -3 rispetto al rendimento attuale con la Juventus, che resta anche il suo miglior momento stagionale degli ultimi anni considerati. Se volessimo proprio andare ancor più indietro, eccoci ritornare alla stagione 2016/2017, quella della finale di Cardiff vinta proprio contro la Juventus. Prima degli ottavi di finale giocati il 15 febbraio 2017 contro il Napoli, CR7 aveva messo a segno 14 gol in Liga, 4 nel Mondiale per Club e solo 2 in Champions, per un totale di 20, dunque, – 5 dal rendimento di quest’anno con i bianconeri. Solo nella stagione precedente, quella 2015/2016, Cristiano Ronaldo si era presentato agli ottavi di finale contro la Roma con un bottino di ben 32 gol messi a segno, ben +7 rispetto ad oggi.

Primo in Europa per tiri totali

Lo stupore per questa incredibile stagione di Cristiano Ronaldo però, non finisce mica qui. Anzi, il numero #7 della Juventus risulta essere al primo posto con ben 121 conclusioni, il giocatore dei cinque maggiori campionati europei, ad aver effettuato il più alto numero di tiri. In Champions League, invece, ad oggi, è solo al terzo posto con 27 conclusioni, che comunque non cancella la conferma di un ennesimo dato frutto di una stagione assolutamente da sogno.

Cristiano Ronaldo primo in Europa per tiri totali (Whoscored)
in foto: Cristiano Ronaldo primo in Europa per tiri totali (Whoscored)