Hakan Calhanoglu e Merih Demiral negativi al primo tampone. Un piccolo sospiro di sollievo per Milan e Juventus dopo il caso Vida che ha scosso il calcio europeo. Nella prima giornata di amichevoli infatti, mercoledì scorso, durante la sfida tra Turchia e Croazia, il difensore del Beşiktaş fu sostituito al termine del primo tempo dopo che la sua positività al Covid-19 era stata riscontrata solo una volta che il giocatore era già sceso in campo. Sostituito nella ripresa, c'era stata subito grande apprensione per gli altri calciatori in campo, venuti inevitabilmente a contatto con Vida.

Tanti gli ‘italiani' presenti in quella gara tra campo e panchina: Cetin, Calhanoglu e Demiral per i turchi, Pasalic, Perisic, Rog, Brozovic e Badelj per i croati. Primo sospiro di sollievo dunque, anche se per essere sicuri che i due giocatori possano tornare negativi, Milan e Juventus, ma anche gli altri club dei nazionali croati, dovranno ancora attendere qualche giorno e i prossimi tamponi dato il periodo di incubazione del virus. La Turchia si è mossa in anticipo e il fantasista dei rossoneri e il difensore bianconero sono risultati negativi.

Sono 9 i calciatori di Serie A in attesa del tampone

Mezza Serie A è dunque in attesa di capire quale sarà l'esito dei tamponi dei propri calciatori. Tra Turchia e Croazia infatti, la lista è lunga: Brozovic e Perisic dell'Inter, Kalinic del Verona, Rog del Cagliari, Badelj del Genoa e Pasalic dell'Atalanta tra le fila della selezione croata; Çalhanoğlu del Milan, Demiral della Juventus e Cetin del Verona nella nazionale turca.

La sfida tra Turchia e Croazia era finita con il risultato di 3-3 ma, come spiegato all'interno di un comunicato della Federazione croata, lo staff medico della Nazionale aveva ricevuto le prime informazioni solo al termine dell'intervallo contro la Turchia. Solo da quel momento in poi sono subito scattate tutte le misure epidemiologiche necessarie.