Il nome di James Rodriguez è stato tra quelli che ha più infiammato il mercato della Serie A la scorsa estate. Il trequartista colombiano, obiettivo dichiarato del Napoli di Carlo Ancelotti, ha firmato un vero e proprio "romanzo"a puntate durante la sessione estiva e tra sbarchi presunti già programmati, movimenti di agenti nei ritiri e date di presentazione già fissate, la vicenda si è infittita fino al gong del 2 settembre. Secondo quanto riportato da As.com, il Real Madrid avrebbe proposto uno scambio al club azzurro tra Fabián Ruiz e James ma la società partenopea ha rispedito al mittente questa ipotesi perché per Ancelotti il ​​giocatore spagnolo è fondamentale per la sua squadra e ha spiegato così il mancato arrivo del numero 10 dei Cafeteros: "Per James c'era volontà, ma ci siamo scontrati con la resistenza del Real Madrid".

Florentino Pérez, presidente del Real Madrid, è rimasto scottato dal mancato riscatto del colombiano da parte del Bayern Monaco dopo due stagioni in prestito e così quando il Napoli si è presentato ha fatto capire che il calciatore non si sarebbe mosso da Madrid se non fosse stata raggiunta la cifra di 42 milioni di euro. Dopo il rifiuto del club di Aurelio De Laurentiis, la Casa Blanca aveva proposto lo scambio tra Fabián Ruiz e James Rodriguez ma anche questa opzione è stata scartata dalla squadra azzurra. Il centrocampista spagnolo è uno dei calciatori più importanti nello scacchiere del Napoli e Ancelotti anche dopo la partita di Lecce ha ribadito la sua centralità nel progetto visto che allo stadio Via del Mare domenica scorsa c'era il direttore sportivo del Barcellona, Eric Abidal. Entrambe le big di Spagna sono interessate all'ex Betis, che lo scorso anno il Napoli ha portati in Italia per 30 milioni di euro, ma ora la corte di Real e Barça sembra sempre più serrata e determinata a volerlo riportare in Liga.