239 CONDIVISIONI
13 Maggio 2022
13:12

Calciatori della Juve puniti dopo la finale: volevano andare a vedere gli Internazionali di Roma

Dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia, clima molto caldo in casa Juventus per una stagione da zero titoli. Sul banco degli imputati anche i giocatori oltre a Max Allegri.
A cura di Marco Beltrami
239 CONDIVISIONI

Era dal lontano 2011 che la Juventus non chiudeva una stagione con "zero tituli". La sconfitta in finale di Coppa Italia contro l'Inter ha certificato che l'unico obiettivo conquistato dai bianconeri è quello "minimo", ovvero la qualificazione alla Champions League. Grande amarezza all'interno del gruppo di Massimiliano Allegri che ha dovuto fronteggiare anche la rabbia di Pavel Nedved. Il vice-presidente ha puntato il dito contro l'atteggiamento della squadra e le scelte del mister facendo sentire la propria voce oltre che con i diretti interessati anche con il presidente Agnelli.

Una notte turbolenta quella post Coppa Italia nello spogliatoio prima e nell'albergo romano poi, per una Juventus che dopo il parapiglia in panchina che ha visto protagonista Max Allegri, si è ritrovata anche travolta dalle polemiche interne. Un clima pesante, per una situazione a cui nessuno era più abituato da anni. È quello che ha voluto rimarcare Nedved, che ha esternato la sua preoccupazione per un progetto che non si è evoluto con tante incognite per il futuro. Sul banco degli imputati dunque non solo il tecnico, che dalla sua ha il favore del presidente Agnelli, ma anche i calciatori finiti sulla graticola per non aver garantito nel corso della stagione con costanza il contributo sperato.

I giocatori della Juventus in posa contro l’Inter
I giocatori della Juventus in posa contro l’Inter

Proprio per questo sono cambiati i piani interni dopo Inter-Juventus. La squadra bianconera infatti si sarebbe dovuta fermare ancora una notte a Roma, con due giorni di riposo concessi da Allegri. Un'occasione questa per permettere ad alcuni dei calciatori della Vecchia Signora di fare una capatina in quel Foro Italico, a due passi dallo stadio Olimpico, per assistere agli Internazionali d'Italia entrati nel vivo con gli ottavi di finale. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Dybala, Morata, Cuadrado, McKennie e Arthur avevano chiesto e ottenuto inizialmente prima del match di potersi recare sulle tribune dell'impianto capitolino per il prestigioso appuntamento tennistico.

La sconfitta contro l'Inter e le tensioni generatesi nel post-gara hanno portato ad un cambio di programma. Rientro anticipato a Torino per tutti, con buona pace di chi già pregustava di assistere dal vivo alle imprese di Djokovic, Nadal o del nostro Sinner obbligato ad aggregarsi al resto dei compagni. La Juventus ha deciso dunque di dare un segnale forte sin da subito, in vista non tanto di un finale di stagione lontano dalla luce dei riflettori e in cui si giocherà di fatto solo per la "gloria", e per salutare Giorgio Chiellini, ma anche e soprattutto in vista della prossima annata. I jolly sono finiti per tutti e non ci sono più alibi: dopo una stagione senza gioie, sarà obbligatorio tornare a vincere con tutti, dalla squadra allo staff tecnico, che dovranno fare molto di più.

239 CONDIVISIONI
Tsitsipas non perde tempo e si allena a Roma dopo la finale persa con Djokovic
Tsitsipas non perde tempo e si allena a Roma dopo la finale persa con Djokovic
581 di LoManc
Roma come Wimbledon, il governo pronto ad escludere russi e bielorussi dagli Internazionali d'Italia
Roma come Wimbledon, il governo pronto ad escludere russi e bielorussi dagli Internazionali d'Italia
Tsitsipas torna subito in campo dopo la finale persa a Roma: il greco si sfoga, allenandosi
Tsitsipas torna subito in campo dopo la finale persa a Roma: il greco si sfoga, allenandosi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni