Poche ore dopo la notte di Halloween, Alvaro Morata ha visto le streghe. Il centravanti spagnolo ha infatti "rischiato" di vedere annullato per l'ennesimo fuorigioco il gol contro lo Spezia. L'attaccante della Juventus, dopo aver finalizzato alla perfezione una splendida azione collettiva, ha dovuto aspettare qualche secondo e il check del Var. Al contrario delle precedenti occasioni con Crotone, Verona e Barcellona, questa volta la rete è regolare per il bomber che ha tirato un sospiro di sollievo lasciandosi andare ad un'esultanza liberatoria.

Alvaro Morata batte il fuorigioco, il gol contro lo Spezia è regolare

Sospiro di sollievo per Alvaro Morata. Il centravanti spagnolo sembrava avere un vero e proprio conto aperto con il fuorigioco. Dopo l'annullamento per questione di centimetri dei gol contro Crotone, Verona e Barcellona, l'ex Atletico ha trovato la via della rete in Spezia-Juventus, sfruttando un assist di McKennie, in una posizione al limite. Necessario il controllo del Var per capire se Morata fosse o meno dietro la linea del pallone. Dopo qualche secondo di suspence, il mezzo tecnologico ha confermato al direttore di gara Abisso la regolarità della posizione della punta di Andrea Pirlo.

L'esultanza liberatoria di Morata dopo il gol e il mancato fuorigioco

Prima l'attesa con tanto di espressione quasi sconsolata, per l'ennesima gioia strozzata in gola e poi dopo la conferma della validità del gol, la festa. Morata si è lasciato andare ad una risata liberatoria e ha ricevuto l'abbraccio dei compagni. Qualcuno gli ha sussurrato qualcosa, e Morata probabilmente stuzzicato sulla regolarità della rete ha risposto con un cenno con la testa. Il conto aperto con gli offside però è tutt'altro che chiuso: poco dopo infatti Morata ha trovato nuovamente la via del gol, che però è stato annullato per una posizione irregolare. Questa volta però il fuorigioco è netto e non per questione di centimetri.