L'Inter non brilla ma vince. Alla squadra di Antonio Conte è bastato un gol di Lukaku alla mezz'ora della prima frazione per avere la meglio sul Bologna e per portarsi a +8 dal Milan, con una partita in più da giocare. I nerazzurri allo stadio Renato Dall'Ara non hanno mostrato la loro migliore versione dopo tante prestazioni convincenti ma dopo i risultati delle inseguitrici di oggi l'obiettivo erano i 3 punti per Antonio Conte. E sono arrivati.

La squadra di Sinisa Mihajlovic si è fatta preferire nella fase iniziale del match ma la capolista della Serie A dopo aver messo a posto alcuni meccanismi ha rischiato pochissimo e ha portato a casa una vittoria fondamentale per il suo percorso verso lo Scudetto.

A decidere il match è stato il solito Romelu Lukaku: su una bella iniziativa sulla corsia di sinistra di Bastoni e Young il numero 9 nerazzurro ha prima battuto a rete di testa ma dopo la respinta di Ravaglia è stato lestissimo a insaccare da pochi passi. Sono 20 le marcature in 27 partite di campionato per Big Rom, che è sempre più decisivo.

Per gli amanti dei numeri: il centravanti belga ha realizzato 60 gol in 86 gare on la maglia dell'Inter ed è il settimo giocatore nella storia nerazzurra a segnare almeno 20 gol in Serie A per due anni consecutivi. Quella di Bologna è la nona vittoria di fila per i ragazzi di Antonio Conte, la quinta vittoria di fila in trasferta in Serie A e con quella di stasera sono 9 vittorie su 9 gare nel girone di ritorno.

Menzione speciale per la serata del Dall'Ara: da sottolineare le prove di Alessandro Bastoni e Nicolò Barella per i nerazzurri e della coppia di mediani rossoblù Nico Dominguez-Jerdy Schouten. 

Il tabellino di Bologna-Inter

RETI: 31′ Lukaku.

BOLOGNA (4-2-3-1): Ravaglia; Tomiyasu (35′ De Silvestri), Soumaro, Danilo, Dijks (80 Juwara); Schouten, Dominguez (69′ Svanberg); Skov Olsen, Soriano, Sansone (69′ Vignato); Barrow. A disposizione: Da Costa, Orsolini, Poli, Baldursson, Antov, Faragò. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Barella (92′ Vecino), Brozovic, Eriksen (61′ Gagliardini), Young (71′ Darmian); Lukaku, Lautaro (71′ Sanchez). A disposizione: Padelli, Radu, de Vrij, Vecino, Sensi, Vidal, Pinamonti. Allenatore: Antonio Conte.

ARBITRO: Piero Giacomelli.