30 Settembre 2022
9:31

Paura in NFL, commozione cerebrale per il quarterback dei Miami Dolphins: aperta un’indagine

Tua Tagovailoa è uscito dal campo con una commozione cerebrale dopo un colpo violentissimo subito nel corso della gara tra Miami Dolphins e Cincinnati. Sull’infortunio del quarterback è stata aperta immediatamente un’indagine da parte della NFL.
A cura di Fabrizio Rinelli

Notte di paura in NFL nella gara giocata tra Miami Dolphins e Cincinnati. La sconfitta di Miami per 27-15 è infatti passata inosservata visto il brutto episodio accaduto durante la partita. Il quarterback dei Dolphins, Tua Tagovailoa, è stato infatti trasportato subito in ospedale da un'ambulanza intervenuta prontamente sul terreno di gioco. Ma cosa è accaduto? Un placcaggio energico ha visto Tagovailoa finire a terra battendo violentemente la testa. Il giocatore della National Football League ha subito colpi al collo e alla testa e una volta finito a terra si era capito subito che era successo qualcosa di grave. Le immagini mostrano le dita contratte di Tagovailoa che hanno impressionato subito dopo.

Tua Tagovailoa trasportato in barella all’ospedale più vicino.
Tua Tagovailoa trasportato in barella all’ospedale più vicino.

Immediato l'intervento dei sanitari che hanno prestato soccorso al giocatore immobilizzandolo per poi trasportarlo in ospedale a bordo di una barella. Il volto dei compagni di squadra preoccupato la dice lunga sulla gravità dell'infortunio. A fine partita l'allenatore dei Dolphins, Mike McDaniel, ha detto che Tagovailoa ha subito una commozione cerebrale e niente di "più grave". Tagovailoa sarebbe comunque stato cosciente per tutto il tempo e aveva pieno movimento alle estremità. Dovrebbe essere dimesso dall'ospedale e tornare con la squadra a Miami. Ma il condizionale in questi casi è d'obbligo. E nel frattempo la NFL ha deciso di aprire un'indagine.

"Tutti i suoi compagni di squadra e io eravamo tutti molto preoccupati, quindi la migliore notizia che abbiamo potuto ricevere è che tutto è stato verificato – ha detto l'allenatore di Miami – Non ha avuto niente di più grave di una commozione cerebrale e tornerà con noi qui su l'aereo". Il tecnico minimizza ma l'infortunio è sembrato davvero grave. Ecco perché la NFL Players Association sta avviando un'indagine sulla gestione della valutazione della commozione cerebrale del quarterback durante la partita scorsa, quella di domenica contro i Bills. Tagovailoa era infatti uscito brevemente dalla partita di domenica nel primo tempo e la squadra aveva annunciato che il motivo fosse per via di un infortunio alla testa.

Una volta rientrato, Tagovailoa è poi inciampato ed è stato sostituito nel gioco dal quarterback di riserva Teddy Bridgewater. Miami aveva parlato successivamente di un infortunio alla schiena ma la NFL vuole una revisione per capire se sia stato seguito il protocollo corretto. E alla luce di quanto accaduto contro Cincinnati i dubbi su una cattiva gestione del suo infortunio precedente, sono stati subito portati avanti dalla NFL. Il giocatore barcollava in campo una volta rientrato sul terreno di gioco e realmente non sembrava in condizione di giocare.

Il lato violento del football americano:
Il lato violento del football americano: "Le commozioni cerebrali mi hanno lasciato la testa a pezzi"
Scozia e Argentina perdono la testa, terribile rissa in campo: scene vergognose
Scozia e Argentina perdono la testa, terribile rissa in campo: scene vergognose
Ginnastica italiana, ancora orrori:
Ginnastica italiana, ancora orrori: "Sangue dal naso per gli schiaffi, ragazze tirate per i capelli"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni