30 Gennaio 2021
9:00

Final Four di Coppa Italia a Bologna, il meglio del volley è pronto per il primo trofeo

All’Unipol Arena di Bologna tutto è pronto per la Final Four di Coppa Italia di Volley, con le sfide Civitanova-Perugia e Perugia-Trento in semifinale. Si sfideranno giocatori fantastici, come Atanasijević e Leon opposti a Lucarelli, Giannelli e il “ragazzino” Michieletto, mentre il trio di Civitanova Juantorena, Leal e Simon sarà contro Lavia, Christenson e Grebennikov. Sediamoci sul divano e godiamoci lo spettacolo.
A cura di Jvan Sica

L’Unipol Arena di Bologna è pronta per uno degli eventi più interessanti di questo inverno sportivo in Italia, ma non solo. Sarà la città felsinea a ospitare infatti la Final Four della Coppa Italia di volley in cui si scontreranno quattro delle prime dieci squadre al mondo, in due match che tutti gli appassionati aspettano già da inizio anno.

Per questo evento l’organizzazione insieme alla Lega Volley ha fatto le cose in grande, sviluppando una produzione televisiva di alto livello con un drone che ci mostrerà le azioni migliori da un punto di vista del tutto nuovo, girando immagini in 4K, mentre al palazzetto ci saranno megaschermi in cui i tifosi delle quattro squadre potranno emozionarsi come se fossero sugli spalti, dove ci saranno grafiche bidimensionali e tridimensionali a tenerci compagnia in televisione.

E poi ci sono loro, le quattro squadre che si sfideranno dopo aver superato in maniera brillante i quarti di finale. La prima in Superlega è Perugia, che ha battuto 3-1 Ravenna. Sono tornati sia l’opposto Aleksandar Atanasijević, caldo fin da subito, sia il centrale Roberto Russo e si è visto. Una squadra già di grandissimo livello è riuscita a fare un altro scatto in avanti anche grazie allo stato di forma di Wilfredo León, che ai quarti ha messo a terra 25 punti, insieme a 5 ace. L’MVP però è stato Sebastián Solé, centrale argentino sempre più dominante che ha piazzato 4 muri contro Ravenna, risultando fondamentale anche in fase di contenimento degli attacchi avversari.

A sfidare Perugia nella semifinale delle 18 la squadra più in forma in questo momento, l’Itas Trentino, che ha battuto Milano con un netto 3-0. A emergere Abdel-Aziz, opposto davvero in grande spolvero in questo momento anche grazie all’intesa con Giannelli, sempre più giocatore assoluto capace di essere pericoloso anche con i suoi attacchi diretti. A far salire il livello della squadra sono però due nuovi innesti, in primo luogo Ricardo Lucarelli, uno degli schiacciatori-ricevitori miglior al mondo e fondamentale anche nel Brasile campione olimpico e con lui  Alessandro Michieletto, classe 2001, che è una delle stelle future del volley italiano ma può essere già il presente di Trento, con vista Nazionale anche per Tokyo.

L’altra semifinale sarà allo stesso modo una meravigliosa partita. Civitanova è la squadra campione del mondo in carica, ha vinto le sette partite fino a oggi giocate nel 2021, crescendo sotto tutti i punti di vista, ha Juantorena, Leal e Simon, tre campioni magari non al massimo della loro prepotenza fisica ma in questa fase della carriera al meglio delle loro capacità tecniche e in fatto di personalità da mettere sul campo. Ai quarti ha serenamente vinto contro Padova per 3-0 con un Juantorena scintillante autore di 11 punti e 3 ace.

L’avversario nella semifinale delle 15.30 sarà la Leo Shoes Modena, altra squadra che quest’anno ha trovato una quadra davvero perfetta. Il palleggiatore Micah Christenson sta giocando una stagione meravigliosa e sta facendo rendere anche molto meglio Luca Vettori, opposto con numeri in crescita. Insieme a loro sono i due schiacciatori a fare la voce grossa, il serbo Nemanja Petrić e soprattutto Daniele Lavia, altro giovane pallavolista italiano, classe 1999, cresciuto moltissimo soprattutto in attacco.
Siamo pronti ad ammirare il volley migliore al mondo. Non resta che (purtroppo) sedersi sul divano e godersi tutto dal divano di casa.

La coppa Henry Delaunay è il trofeo degli Europei: quanto vale e perché si chiama così
La coppa Henry Delaunay è il trofeo degli Europei: quanto vale e perché si chiama così
“La finale è da ripetere”: gli inglesi non mollano, ora c’è anche la colletta per comprare la coppa
“La finale è da ripetere”: gli inglesi non mollano, ora c’è anche la colletta per comprare la coppa
4.204 di Videonews
Dove si gioca Italia-Inghilterra finale degli Europei: lo stadio della partita
Dove si gioca Italia-Inghilterra finale degli Europei: lo stadio della partita
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni