135 CONDIVISIONI
X Factor 2023

X Factor: polemiche per la frase ‘antisemita’ nel brano di Anna Castiglia, ma il testo era ironico

Durante le audizioni di X Factor, il brano della giovane cantautrice Anna Castiglia, ha sollevato qualche polemica. Nella canzone, infatti, vi è una frase che ad un primo ascolto potrebbe sembrare antisemita. Si tratta, in realtà, di una lotta contro i luoghi comuni.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ilaria Costabile
135 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
X Factor 2023

Continuano a tambur battente le audizioni di X Factor, in cui gli aspiranti concorrenti provano a conquistare i consensi dei giudici della trasmissione. Durante l'ultima puntata mandata in onda su Sky, ha presentato il suo brano inedito una giovane cantautrice, Anna Castiglia, la cui canzone però ha suscitato qualche polemica, perché contiene una frase che, seppur ironica, ad un primo ascolto può sembrare dichiaratamente antisemita. Ma è evidente che si è trattato di un polverone, alzato senza che ce ne fosse bisogno.

Le polemiche dopo la canzone

"Non ho mai soldi in tasca/li chiedo sempre ai miei/ma sono in bancarotta/tutta colpa degli ebrei" questa la frase che canta la giovane Anna Castiglia nel suo brano intitolato Ghali, che ha portato come inedito alle audizioni del talent show di Sky. Il pezzo è particolarmente piaciuto ai giudici che, infatti, hanno votato un sì all'unanimità e c'è stata anche una standing ovation, ma il pezzo ha comunque suscitato delle perplessità. È chiaro che l'intento con cui è stato scritto il brano punta proprio sulla necessità di abbattere i luoghi comuni, e di assumersi le responsabilità delle proprie azioni, senza addossare colpe a chi non ne ha, come spesse volte accade anche con le minoranze, verso cui si matura un astio immotivato. Un brano ironico e sferzante, scritto con un pungente sarcasmo, che infatti ha fatto sorridere giudici e pubblico presente ad ascoltarlo.

Le parole di Vittorio Pavoncello

C'è chi, però, si è risentito per quanto cantato dall'aspirante concorrente del talent, ovvero Vittorio Pavoncello, presidente della Federazione italiana Maccabi che raggiunto dall'Adnkronos ha dichiarato:

Ascoltandola si rimane male, però poi ascoltando meglio il testo ci siamo resi conto che la cantautrice se la prendeva con tutta una serie di luoghi comuni, mettendoli alla berlina. Il testo contiene anche della genialità. Personalmente però, credo che chi la ascolta superficialmente potrebbe pensare che è ancora un pensiero corrente quello che gli ebrei dominano le finanze mondiali. Quella frase estrapolata potrebbe avvalorare luoghi comuni di antisemitismo.

135 CONDIVISIONI
99 contenuti su questa storia
Francesca Michielin: "Ivan Graziani? Ho posto male la domanda. Morgan non mi ha colpita con un paravento"
Francesca Michielin: "Ivan Graziani? Ho posto male la domanda. Morgan non mi ha colpita con un paravento"
Morgan dopo la finale di X Factor 2023: "Imparate le regole della civiltà, siete ridicoli"
Morgan dopo la finale di X Factor 2023: "Imparate le regole della civiltà, siete ridicoli"
Sarafine è la vincitrice di X Factor 2023
Sarafine è la vincitrice di X Factor 2023
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views