78 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

L’assemblea di redazione del Tg2 preoccupata per gli ascolti bassi di Pino Insegno: “È penalizzante”

L’assemblea di redazione del Tg2 ha manifestato preoccupazione per il ‘traino’, ovvero il programma di Pino Insegno “Mercante in Fiera”: “Una situazione per noi penalizzante”.
78 CONDIVISIONI
Immagine

Non c'è pace per Pino Insegno. Secondo quanto riportato da Giuseppe Candela per Dagospia, l'assemblea del Tg2 avrebbe espresso "severa preoccupazione per i risultati di ascolto" di Mercante in Fiera. "Una situazione molto penalizzante per noi", si leggerebbe dal resoconto dell'ultima assemblea di redazione pubblicato quasi integralmente dal blog "La voce dei giornalisti".

Cosa ha detto l'assemblea del Tg2

L'assemblea di redazione del Tg2, come evidenziato da un documento approvato all'unanimità, ha evidenziato "grave carenza di organico" che renderebbe difficile l'applicazione del piano editoriale del direttore Antonio Preziosi, piano editoriale che sarebbe comunque condiviso e votato dalla maggioranza di tutta la redazione. Poi, oltre all'organico carente che rende difficile la copertura dei turni redazionali, l'assemblea manifesta la preoccupazione per il "traino", ovvero il programma Mercante in Fiera.

L’assemblea del Tg2 esprime severa preoccupazione per i risultati di ascolto del programma che precede l’edizione delle 20.30, una situazione per noi molto penalizzante. Ricordiamo che proprio il Tg2 e le sue rubriche sono da sempre e stabilmente al di sopra dello share di rete.

La replica di Pino Insegno alle critiche

Nella giornata di ieri è circolata un'intervista a Pino Insegno che è apparsa come una sorta di replica a tutte le critiche. Al Corriere della sera ha detto: "Ho 64 anni: e nessuno dice che ne ho 40 di carriera sulle spalle e che sono commendatore della Repubblica per meriti sociali. […] Mi hanno chiesto di dare una mano a una rete chiamata Raiduepercento. Perché è quella la media di quella fascia oraria. L’idea era di rianimare un po’ lo slot, di far capire all’abbonato che non passano solo vecchi telefilm quattro volte di seguito. Mi fanno partire all’1,2%, poi devo scalare: facciamo la media del 2,4%. Non è tanto? Okay, ma non è nemmeno poco. E segnalo che siamo solo alla ventesima puntata".

78 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views