517 CONDIVISIONI

Monica Guerritore alla sua prima regia, sarà Anna Magnani: “Impossibile farla fare a un’americana”

Monica Guerritore parla per la prima volta del film di cui sarà protagonista e regista, dedicato ad Anna Magnani, sostenuto dal Ministero della Cultura e da Rai Cinema.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ilaria Costabile
517 CONDIVISIONI
Immagine

Nell'ambito dell'80esima Mostra del Cinema di Venezia, è stato annunciato un nuovo progetto cinematografico che ha come protagonista e regista Monica Guerritore, premiata per la rassegna Women in Cinema Award. L'attrice vestirà i panni di una delle grandi icone del cinema italiano e internazionale, ovvero Anna Magnani, in un film a lei dedicato dal titolo "Nannarella", alla cui sceneggiatura aveva collaborato anche il compianto Andrea Purgatori.

Anna Magnani solo italiana

Un progetto ambizioso, che mira a raccontare la vita di una delle grandi interpreti del grande schermo e non ci sono dubbi sul fatto che ad interpretarla possa essere un'attrice italiana, cavalcando la polemica sollevata da Pierfrancesco Favino sulla possibilità di offrire ad attori italiani ruoli vicini alla loro cultura, nell'ambito di produzioni internazionali. A questo proposito, infatti, Monica Guerritore afferma:

Un'americana non si è mai sognata di fare Anna Magnani. Ci sono ruoli che devono essere fatti da italiani, la Magnani fatta da una dell'Ohio è difficile che ti possa mandare a quel paese come faceva lei.

Il sostegno finanziario

L'attrice, stavolta anche regista, dichiara che il film ha avuto il pieno sostegno del Ministero della Cultura: "Al nostro fianco abbiamo Rai Cinema che sostiene il film e il supporto del Ministero che ha riconosciuto alla pellicola il suo contributo finanziario. Sostegni preziosissimi e vitali come l'aria per la realizzazione di questo progetto. Ma non basta". Poter contare sul sostegno finanziario delle istituzioni e anche del servizio pubblico, è stato fondamentale per poter realizzare il film in piena libertà:

La campagna è necessaria per dare più forza realizzativa e comunicativa al film. C'è bisogno di una quota residua di budget per fare il film che Anna Magnani merita senza compromessi né restrizioni, con più mezzi, più giorni sul set, più respiro.

La speranza di coinvolgere attore americani

Guerritore, poi, sottolinea come la figura di Anna Magnani abbia forgiato anche altre grandi interpreti del cinema, non solo italiano, ma anche internazionale:

L'Italia ha grandissimi attori professionisti e Magnani è un faro non solo per loro, ma anche per molte star internazionali. Penso alla commozione di Meryl Streep quando ne parla, alla venerazione di Susan Sarandon e di Helen Mirren.

A questo proposito, la regista immagina di poter coinvolgere nella realizzazione del progetto anche attori americani, affinché possano interpretare ruoli di spicco e che hanno segnato la carriera della grande artista:

Sarebbe bellissimo arruolare nel cast grandi attori americani per interpretare i ruoli di Tennessee WilliamsHal WallisIngrid Bergman che hanno fatto parte della vita di Anna Magnani. Sembra impensabile? Conto sull'amore e sul sostegno che il mondo del cinema americano nutre verso di lei, perché non sperare?

517 CONDIVISIONI
Anna Tatangelo con Bastardo segna la prima di Temptation Island 2023: a chi era dedicato il brano
Anna Tatangelo con Bastardo segna la prima di Temptation Island 2023: a chi era dedicato il brano
Anna Magnani e l'amore con Roberto Rossellini: come nacque 'la guerra dei vulcani' con Ingrid Bergman
Anna Magnani e l'amore con Roberto Rossellini: come nacque 'la guerra dei vulcani' con Ingrid Bergman
Cristina Chiabotto tra maternità e carriera: "Dopo due gravidanze è stato bello tornare a GialappaShow"
Cristina Chiabotto tra maternità e carriera: "Dopo due gravidanze è stato bello tornare a GialappaShow"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views