1.209 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Caso Scurati

Caso Scurati, Bianca Berlinguer: “Ne ho visti di contratti stracciati in Rai, è giusto pagare le prestazioni”

Bianca Berlinguer ha detto la sua sul caso di Antonio Scurati, il cui monologo sul 25 aprile è stato bloccato in Rai. La giornalista sostiene che potrebbe parlare a lungo di “contratti stracciati” nell’azienda del servizio pubblico.
A cura di Daniela Seclì
1.209 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Bianca Berlinguer ha trattato il caso Scurati scoppiato in Rai in questi giorni. La giornalista ne ha parlato con i suoi ospiti nel corso della puntata del programma Prima di domani, trasmessa lunedì 22 aprile. Nel suo breve intervento, ha spiegato che il fatto che gli ospiti siano pagati non è uno scandalo, poi ha confidato che quando lei era in Rai ha visto contratti stracciati, come accaduto ad Antonio Scurati.

Bianca Berlinguer sul caso di Antonio Scurati

Per cominciare, Bianca Berlinguer ha precisato che la televisione pubblica, proprio come quella privata, deve avere la possibilità di pagare le prestazioni perché altrimenti non ci sarebbe una giusta concorrenza. Poi, ha confidato di avere visto contratti stracciati durante gli anni trascorsi nel servizio pubblico. Potrebbe parlarne a lungo, ma preferisce evitare per l'affetto che ancora la lega alla Rai:

Si sa che ci sono prestazioni che vengono pagate dalla televisione pubblica e dalla televisione privata. Altrimenti la televisione pubblica non potrebbe essere concorrenziale. Comunque di contratti stracciati potrei parlarne lungamente, ma non ne voglio parlare perché sono sempre affezionata in qualche modo alla Rai. Le voglio sempre bene.

Scurati, Serena Bortone chiede chiarezza e rischia un provvedimento disciplinare

La Rai ha bloccato il monologo di Antonio Scurati sul 25 aprile per "motivi editoriali". Lo scrittore era atteso nel programma Che sarà… condotto da Serena Bortone. La conduttrice, in diretta, ha spiegato di avere chiesto spiegazioni senza ottenere risposte. Dopo il suo intervento, si è parlato di un possibile provvedimento disciplinare nei suoi confronti. La conduttrice non perde la fiducia nell'azienda che la ospita da anni:

Io voglio molto bene a quest'azienda. Ci sono nata, cresciuta, mi ha valorizzata. Ho potuto fare tante cose belle e vorrei continuare a farle con dignità e libertà.

1.209 CONDIVISIONI
24 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views