Ha commosso molto la storia di un pilota della compagnia Etihad che qualche giorno fa ha preso una decisione non scontata pur di “accontentare” due passeggeri a bordo del suo velivolo. Il pilota si stava preparando per decollare dall'aeroporto di Manchester quando una coppia di passeggeri, appena imbarcati sul volo che avrebbe dovuto portarli in Australia, lo hanno informato che il loro nipote stava per morire. Così il pilota ha deciso di fare dietrofront per permettere alla coppia di scendere dall'aereo e arrivare giusto in tempo per dire addio al parente.

A raccontare quanto avvenuto a bordo dell’aereo Etihad è stata l’agente di viaggio della coppia, Becky Stephenson. “Stavano per spegnere il cellulare quando si sono accorti di avere una chiamata persa da parte del genero – ha raccontato Stephenson – Poi hanno ricevuto un messaggio che li informava che il nipote era in terapia intensiva”. “Dopo aver fatto leggere il messaggio agli assistenti di volo – ha spiegato ancora – il capitano ha preso la decisione di tornare indietro”. La coppia ha così recuperato i bagagli ed è riuscita ad arrivare in tempo per dire addio al nipote, poi morto il giorno seguente. La compagnia aerea avrebbe anche autorizzato i due passeggeri a riutilizzare i biglietti aerei per tornare in Australia con un altro volo.