Due locali romani chiusi nel weekend per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. La movida sregolata continua a rappresentare una delle maggiori sfide da affrontare per le forze dell'ordine, costrette a chiudere temporaneamente locali, slarghi e piazze affollate nel corso degli oltre 3mila controlli svolti nelle zone più frequentate dai giovani come Trastevere, Ponte Milvio, San Lorenzo e il Centro storico.

Un vasto assembramento, senza distanze di sicurezza e con poche mascherine: questa la scena che, secondo quanto riportato dal "Corriere", sabato notte i vigili urbani hanno trovato davanti il Sanctuary, noto locale di Colle Oppio, situato in via delle Terme di Traiano. Per non aver rispettato tutte le norme per evitare il contagio, le autorità hanno disposto la chiusura dell'attività per cinque giorni. Dai controlli è inoltre emerso che il Sanctuary era stato già diffidato per gli stessi motivi, risultando quindi recidivo.

Situazione analoga in un club privè nei pressi di via del Colosseo, dove gli agenti della Municipale hanno potuto constatare assembramenti di clienti attorno al bar e al palco. Essendo alla prima infrazione, il locale è stato chiuso per soli tre giorni. A Ostia, invece, uno stabilimento è stato sanzionato per lo svolgimento di attività di discoteca, vietata fino a domani per motivi di sicurezza sanitaria.

La sindaca Raggi ringrazia la polizia

"Anche nelle notti di questo fine settimana gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale hanno eseguito una mirata attività di vigilanza per limitare i comportamenti poco responsabili e rischiosi per la salute pubblica". Lo scrive in un post su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi, confermando i migliaia di controlli per far rispettare le normative anti-Covid "ma anche per contrastare le condotte pericolose alla guida, i fenomeni irregolari legati all'abusivismo commerciale e alla vendita e consumo di alcolici".

La sindaca elogia l'operato svolto dagli agenti della polizia locale: "Svolgono una funzione determinante e insostituibile per tutta la città".