Mario Graziani
in foto: Mario Graziani

I funerali del bimbo di dieci anni morto dopo essere stato travolto da un trattore saranno celebrati domani, mercoledì 14 ottobre, alle ore 15, nella chiesa di Santa Maria Assunta a Sgurgola, in provincia di Frosinone. Il sindaco ha proclamato lutto cittadino in occasione delle esequie del piccolo, ucciso dal mezzo agricolo, che si è sfrenato lo scorso 9 ottobre mentre stava studiando in cortile a casa di un amichetto, il cui proprietario risulta al momento indagato come atto dovuto, per consentire lo svolgimento delle indagini. Una tragedia improvvisa la sua morte, che ha scosso tutta la comunità. Terminati gli accertamenti, la salma è stata riconsegnata alla famiglia, per l'ultimo saluto. L'ordinanza comunale firmata dal primo cittadino prevede l'esposizione per la giornata di domani della bandiera a mezz'asta nelle sedi degli uffici pubblici in segno di lutto, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, la chiusura al pubblico delle attività commerciali, esercizi pubblici ed uffici presenti sul territorio comunale dalle ore 11.30 alle ore 18. Alle ore 12 di domani verrà osservato un minuto di silenzio, per ricordare il bambino prematuramente scomparso.

Un lumino acceso per ricordare il piccolo Mario Graziani

Il sindaco, in occasione dei funerali di Mario Graziani, ha raccomandato ai cittadini di ricordare il bambino rispettando le regole previste dal dpcm del Governo, per il contenimento dei contagi da coronavirus. Per accedere ai luoghi della cerimonia funebre è obbligatorio l'uso della mascherina, che deve essere tenuta a copertura di naso e bocca durante l'intera durata delle esequie. I partecipanti devono inoltre mettersi nelle posizioni indicate precedentemente, rispettando gli uni dagli altri la distanza minima di sicurezza e senza creare assembramenti. "Invito i cittadini a partecipare ai funerali di Mario Graziani non in presenza, per l'emergenza sanitaria da Covid-19 – ha chiesto il sindaco Corsi – ma accendendo un lumino esterno fuori dalla propria abitazione in segno di vicinanza alla famiglia".