Adriano Zaccagnini, ex grillino e attuale onorevole di Mdp, contrario all'obbligo vaccinale che molte regioni stanno introducendo nel proprio ordinamento nel tentativo di arginare il preoccupante calo delle coperture, ha organizzato per domani, presso la sala stampa della Camera, un convegno intitolato “Vaccini, l’altra verità”. I relatori che interverranno alla conferenza sono il deputato Zaccagnini, il professor Fabrizio Strata, la dottoressa Maria Gabriella Lesmo, l’omeopata Patrizia Franco il dottor Gerardo Rossi e l’avvocato esperto di “malpractice mediche”  e presidente dell’associazione Auret (Autismo ricerca e terapie) Roberto Mastalia.

IMG_20170412_185906

I relatori sul Web sono abbastanza noti: Strata, per esempio, sostiene possano esistere “nessi di causalità fra vaccini e alcune patologie dello spettro autistico ed epilessia farmaco resistente". "Ci sono individui biologicamente predisposti, che a fronte di alcune condizioni genetiche, epigenetiche o ambientali, incontrano una causa scatenante (esposizione a pesticidi/erbicidi, sostanze tossiche, vapori di mercurio o appunto alcuni vaccini) e sviluppano queste patologie”, ha spiegato recentemente durante un convegno organizzato in Emilia Romagna. Peccato che questi nessi siano stati ampiamente sbugiardati dalla comunità scientifica.

La dottoressa Lesmo, autrice del sito Autismo e Vaccini, sostiene invece non solo sia meglio non vaccinare, ma anche che gli studi che negano l’esistenza di una correlazione tra vaccini e autismo siano falsi e che quelli di Wakefield, autore della più celebre manipolazione di studi scientifici sui vaccini, sarebbero stati addirittura riabilitati da altri studiosi in tempi recenti.

Roberto Mastalia, legale specializzato nella difesa di bambini danneggiati dai vaccini, oltre a sostenere, ovviamente, l'esistenza di un legame tra vaccini e autismo, è noto anche per essere stato il legale difensore della famiglia di Eleonora Bottaro, la 18enne morta lo scorso agosto di leucemia dopo aver rifiutato la chemioterapia. I Bottaro erano seguaci della Teoria Hamer e, ça va sans dire, contrari ai vaccini. Non se la prende solo con i vaccini, l’avvocato Mastalia infatti sulla chemioterapia, per esempio, all’epoca sostenne che "i dati della medicina ufficiale in ordine alle percentuali di sopravvivenza non sono veritiere. Prima dei 18 anni la medicina ufficiale ci dice che l'80 per cento dei bambini sottoposti a protocollo con chemioterapici sopravvive e questa percentuale sopra i 18 anni crolla al 20%. Questo perché molto spesso i bambini sottoposti a protocolli chemioterapici a 13-14 anni arrivano ai 18 e muoiono subito dopo. Quindi questo è un dato falsato”.

Nessun contraddittorio è previsto nel convegno di domani. L'onorevole Giuditta Pini, del Partito Democratico, ha duramente protestato e invitato i colleghi di Mdp a prendere posizione. Dal canto suo Mdp fa sapere che l'iniziativa di Zaccagnini è a titolo personale e, come successe qualche mese fa dopo la polemica scatenatasi per la proiezione del documentario Vaxxed di Andrew Wakefield, organizzata dall'ex senatore a 5 Stelle Bartolomeo Pepe, un'iniziativa convocata da un parlamentare non può essere revocata dall'ufficio di presidenza, ma solamente il richiedente ha il potere di decidere di annullarla, per qualsiasi motivo.