Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è ancora positivo al Covid.19. L'incubo per lui non è ancora finito. È ‘la Repubblica' a riportare che la notizia non ha però sorpreso il Cavaliere, che era stato dimesso lo scorso 15 settembre dal San Raffaele, dopo 11 giorni di ricovero: "Il virus non è ancora andato via, ma con pazienza e serenità ne usciremo", avrebbe commentato ai suoi collaboratori in queste ore, a quasi un mese di distanza dall'accertamento del contagio. I sintomi del  però sarebbero scomparsi.

Il professor Alberto Zangrillo, primario di Terapia Intensiva del San Raffaele di Milano, che lo ha seguito da quando è risultato positivo al virus, non è comunque preoccupato, in quanto di per sé la positività al tampone non implica necessariamente che l'infezione sia in corso. Le condizioni  di salute di Silvio Berlusconi sarebbero soddisfacenti, e di complessiva ripresa. Accade spesso infatti che i pazienti, pur essendo guariti dalla fase acuta, restano positivi al tampone per diverse settimane. Sono molti i casi che si sono riscontrati di tamponi positivi a distanza addirittura di mesi dalla completa guarigione. Continua quindi per lui la fase dell'isolamento domiciliare, che gli impedirà martedì prossimo di festeggiare con amici e parenti i suoi 84 anni.

Il Cavaliere è comunque monitorato scrupolosamente dal suo medico di fiducia e  dall'equipe dell'ospedale San Raffaele Ma questo non gli impedisce di occuparsi di Forza Italia e di fare i conti con i due alleati Matteo Salvini e Giorgia Meloni con i risultati deludenti delle elezioni regionali e del referendum costituzionale.