16.041 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Gennaio 2022
07:52

Sileri contro i ‘no vax’: “Vi renderemo la vita difficile, siete pericolosi”

Il sottosegretario alla Salute interviene a Di Martedì: “Chi non rispetta le regole è pericoloso”. Poi assicura: “Green Pass sarà rimodulato con l’andamento della pandemia fino alla sua scomparsa”.
A cura di Biagio Chiariello
16.041 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"Vi renderemo la vita difficile perché chi non rispetta le regole è pericoloso". Così Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, si rivolge ai ‘no vax' e ‘no green pass', con particolare riferimento all'ospite presente ieri sera, 25 gennaio, nello studio di Di Martedì, su La7. "Criticano il vaccino, criticano il green pass, criticano il tampone ma poi in trasmissione ci vengono. E in televisione è richiesto il green pass o il tampone, quindi per venire in tv e farsi vedere la regola viene rispettata", dice Sileri. "Ma state a casa! Noi per tutelare gli italiani vi renderemo la vita difficile come stiamo facendo perché il non vaccinato e chi non rispetta le regole è pericoloso", aggiunge rivolgendosi all'interlocutore contrario al vaccino per il Coronavirus.

Sileri poi parla del caso della deputata ‘no green pass' Sara Cunial a cui è stato impedito l'accesso al seggio drive-in (dove sono ammessi parlamentari positivi o in quarantena) per l'elezione del Presidente della Repubblica. "Fa quasi tenerezza, le regole rispettate dalla stragrande maggioranza degli italiani sono fondamentali per una democrazia. Gli italiani rispettano le regole anche per andare al bar. Le regole sono fondamentali per una democrazia, se non segui le regole sei fuori dal sistema" dice l'esperto.

Il sottosegretario viene poi criticato dalla giornalista Manuela Iatì: "Questa è una Repubblica fondata sul Green pass ormai, che ti impedisce anche di lavorare". Sileri però replica: "Il Green pass è stato introdotto il 1° luglio, poi il 6 agosto è stato rafforzato e questo ha portato ad un incremento delle vaccinazioni ad una quota che nessun altro Paese europeo all'epoca aveva. Questo ci ha protetti dalla quarta ondata. Il Green pass sarò rimodulato con l'andamento della pandemia fino alla sua scomparsa".

16.041 CONDIVISIONI
31047 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni