30 Novembre 2022
14:02

Quando sarà approvata la manovra: il calendario dei passaggi prima del voto in Parlamento

Una nota della Commissione Bilancio della Camera dà una prima idea di quanto manca per approvare definitivamente la legge di bilancio. È probabile che si arriverà alla scadenza del 31 dicembre con tempi molto stretti.
A cura di Luca Pons

La legge di bilancio, dopo la circolazione di numerose bozze, è stata depositata alla Camera dei deputati. Questo significa che c'è un testo ufficiale – ha 174 articoli e prevede interventi per 35 miliardi di euro – e anche, per la prima volta, un probabile calendario delle fasi che dovrà seguire la manovra per essere approvata dal Parlamento.

Per quanto riguarda la data finale in cui si voterà, non ci sono ancora indicazioni certe. Ciò che si sa, invece, è che domani, giovedì 1 dicembre, i lavori della Commissione Bilancio dovrebbero iniziare definitivamente. Ci sarà il primo passaggio, cioè l'esame del contenuto del disegno di legge per dare un primo parere al presidente della Camera.

Nei giorni di lavoro successivi, quindi venerdì 2 dicembre e lunedì 5 dicembre, si terranno le audizioni. Si tratta di una fase in cui la Commissione che sta lavorando alla legge chiede il parere di esperti, associazioni, sindacati…insomma, figure tendenzialmente esterne al Parlamento che possono dare una mano per capire meglio gli aspetti tecnici della manovra, o a dare un parere sulle questioni di loro competenza. Tra le figure che dovranno intervenire c'è anche Giancarlo Giorgetti, ministro dell'Economia e delle Finanze che ha scritto la legge di bilancio.

Martedì 6 dicembre, da programma, dovrebbe tenersi l'esame preliminare della legge, con un intervento dei relatori – cioè coloro che ‘presentano' la legge al resto della Commissione – ed eventualmente anche del governo che l'ha scritta. Questa sarà la fase in cui potranno essere presentati gli emendamenti, cioè le proposte di modifica della legge.

Si potranno presentare emendamenti fino al giorno dopo, mercoledì 7 dicembre, quando i lavori si sospenderanno per stabilire quali modifiche proposte sono "ammissibili" a livello tecnico e quali no. Per la decisione bisognerà aspettare sabato, il 10 dicembre. Non è ancora stato deciso se ci sarà un limite massimo di emendamenti che potrà essere discusso.

Queste sono le uniche scadenze che sono state rese note ufficialmente. Serviranno alcuni giorni per confrontarsi sugli emendamenti in Commissione, e terminati quei lavori la legge arriverà alla Camera, dove i 400 deputati dovranno discutere, eventualmente modificare e infine approvare la proposta di legge.

Con queste tempistiche, è difficile che l'approvazione della Camera arrivi prima della settimana di Natale, che va dal 19 al 25 dicembre. I tempi, quindi, saranno strettissimi. Dopo il voto favorevole della Camera, l'intero procedimento dovrà ripetersi per il Senato. Ovviamente le procedure saranno più snelle: le audizioni, ad esempio, saranno seguite dalle Commissioni di Camera e Senato insieme, per evitare di farle due volte.

La stima del presidente del Senato, Ignazio La Russa, è che il disegno di legge di bilancio sarà discusso dal Senato tra il 27 e il 29 dicembre. Questo lascerà pochi giorni per eventuali modifiche, considerando che la scadenza ultima per essere in regola con l'approvazione delle misure economiche per l'anno prossimo è il 31 dicembre 2022.

Qatargate, il Parlamento europeo revoca l'immunità di Cozzolino e Tarabella
Qatargate, il Parlamento europeo revoca l'immunità di Cozzolino e Tarabella
Equo compenso, via libera della Camera alla proposta di legge firmata da Giorgia Meloni
Equo compenso, via libera della Camera alla proposta di legge firmata da Giorgia Meloni
Quando entrerà davvero in vigore l'autonomia differenziata per le Regioni
Quando entrerà davvero in vigore l'autonomia differenziata per le Regioni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni