Opinioni
6 Giugno 2012
17:44

Quando Gerry Scotti era deputato di Craxi. E voleva una Rai “libera da piaggeria”

Dalle interrogazioni sulla Rai e su Alberto Moravia a quelle sulla plastica per i settimanali: ecco le opere del Gerry versione politico socialista.

 

Gerry-Scotti-pdl

A volte ritornano? Anche no. Interpellato in merito alle ripetute indiscrezioni giornalistiche che ipotizzavano un suo ritorno in politica, addirittura come leader dei moderati del centrodestra, Gerry Scotti, ha smentito: "Non ho mai ricevuto alcuna proposta in questo senso. Niente è più lontano dai miei pensieri quanto la politica, perché non ne avrei né la possibilità né forse le capacità. In conclusione, come si dice a Milano, ‘Ofelè fa el to mesté' ".

C'è però da dire che Virginio Scotti in arte Gerry da Miradolo Terme (Pavia),  professione disk jockey e presentatore televisivo, non è certo un novellino in questo campo.  Correva il 1987 quando veniva candidato da Bettino Craxi nelle fila del Partito Socialista Italiano. Erano gli anni della Milano da bere, Ghino di Tacco controllava l'Italia e Silvio Berlusconi era il rampante Cavaliere o "Sua Emittenza". Scotti ha vita facile:  è eletto deputato con più di 9.286 preferenze. Con lui salgono a Montecitorio anche  Sandra Milo e ad altri personaggi dello spettacolo. Per questo spettacolare gruppo l'ex ministro Rino Formica conia la frase "nani e ballerine".

Ma cosa fece Scotti in Parlamento? Ecco, anzitutto, la presentazione della sua campagna elettorale:

I  suoi incarichi in quella legislatura (la decima dell'Italia repubblicana) andarono dalla commissione Difesa a quella per l'Istruzione. Virginio-Gerry fece parte anche della "Commissione parlamentare d'inchiesta sulla condizione giovanile"

scotti

Di Scotti Virginio si ricorda l'attacco allo scrittore Alberto Moravia per via di un documentario sull'Etiopia andato in onda sulla Rai sul "problema della villagizzazione". Il deputato Scotti chiese in Parlamento una "informazione anche critica, che non sfoci in piaggieria". Una sortita che anni dopo, con la discesa in campo del Cav. fa sorridere:

scott2

 

scotti23

Una proposta di legge, invece, fu quella  a favore delle industrie fonografiche.
La seconda interpellanza della carriera politica del simpatico Gerry versione garofano rosso fu quella "Sull'eccessivo uso da parte dei periodici di involucri di plastica":

scottex
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
Il decreto Ucraina è legge: via libera all'invio di armi a Kiev per tutto il 2023
Il decreto Ucraina è legge: via libera all'invio di armi a Kiev per tutto il 2023
Arresto di Matteo Messina Denaro, gli applausi di tutta la Camera dei Deputati
Arresto di Matteo Messina Denaro, gli applausi di tutta la Camera dei Deputati
5 di MatSpa
Caro benzina, Donzelli (Fdi):
Caro benzina, Donzelli (Fdi): "Governo non poteva fare di più". Mulè (FI) si smarca: "Non è speculazione"
504.601 di Marco Billeci
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni