1.704 CONDIVISIONI
23 Novembre 2021
08:39

Obbligo vaccinale: chi dovrà vaccinarsi per forza e cosa succede se non lo fa

L’obbligo vaccinale per medici e personale delle Rsa verrà sicuramente inserito nel nuovo provvedimento del governo: per queste categorie anche la terza dose sarà obbligatoria.
A cura di Annalisa Cangemi
1.704 CONDIVISIONI

La stretta anti Covid prevista dal governo, che arriverà probabilmente con il Cdm di questo giovedì, include l'obbligo di terza dose per medici, infermieri, psicologi e personale delle Rsa, categorie per le quali l'obbligo vaccinale è stato già introdotto per il primo ciclo. Al momento per la dose booster non è ancora scattata la vaccinazione obbligatoria, che non è quindi richiesta per poter lavorare in ospedale o in clinica. Anche se queste categorie hanno già la possibilità di ricevere il richiamo.

Nel provvedimento che l'esecutivo sta mettendo a punto ci sarà certamente questa misura, che andrà ad aggiungersi alla novità introdotta ieri, ovvero la riduzione dell'intervallo di tempo che separa la seconda dalla terza dose: a partire da domani bisogna calcolare 5 mesi dalla seconda dose per poter ricevere la terza inoculazione di vaccino anti Covid.

Oltre al potenziamento del Green pass – che verrà rilasciato solo ai vaccinati o ai guariti dal Covid, che saranno gli unici a poter entrare in bar, ristoranti, cinema o teatri – nelle intenzioni del governo c'è l'introduzione dell'obbligo vaccinale anche per altre categorie. La questione è stata anticipata nei giorni scorsi, sia dalla consulente del ministro Speranza, Sandra Zampa, sia dal coordinatore del Cts Franco Locatelli: l'unico modo per proteggere i più fragili e arginare la circolazione del virus è quello di introdurre un obbligo vaccinale per chi è a contatto con il pubblico.

Sarà per questo fondamentale partire proprio dai quei luoghi dove si stanno moltiplicando i casi, e cioè dal mondo della scuola. Nelle strutture scolastiche, dove dai primi di novembre è entrato in vigore il nuovo protocollo quarantene, per poter scongiurare il ritorno alla Dad, stanno aumentando i casi. Tra i ragazzi che hanno meno di 12 anni i contagi sono in risalita, anche perché quella fascia d'età non può ancora essere protetta dal vaccino. Quindi insegnanti e personale scolastico dovrebbero essere inclusi nella platea dell'obbligo vaccinale. Discorso analogo vale per le forze dell'ordine: da dicembre chi è a contatto con il pubblico sarà costretto a immunizzarsi, per poter svolgere le sue mansioni a contatto con il pubblico. Chi fa parte di questi settori in sostanza non potrà più limitarsi a fare il tampone, molecolare o antigenico. A meno che non ottenga un'esenzione da parte del suo medico di base.

In generale l'obbligo vaccinale per il mondo del lavoro non è più un tabù: ne è convinta Confindustria e da mesi lo chiede anche la Cgil. Spingono per questa soluzione anche Pd, Forza Italia e Coraggio Italia. L'obbligo potrebbe scattare anche per i cassieri dei supermercati e per i front desk degli uffici pubblici.

1.704 CONDIVISIONI
Cosa succede ora con la crisi di governo: gli scenari tra Draghi bis, elezioni o nuovo esecutivo
Cosa succede ora con la crisi di governo: gli scenari tra Draghi bis, elezioni o nuovo esecutivo
Di Battista potrebbe tornare in Parlamento:
Di Battista potrebbe tornare in Parlamento: "Vedrò nei prossimi giorni se ricandidarmi"
Cosa succede se Draghi viene sfiduciato mercoledì in Parlamento
Cosa succede se Draghi viene sfiduciato mercoledì in Parlamento
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni