3 Dicembre 2012
13:41

Le parlamentarie del Movimento 5 Stelle: da oggi al via le primarie “di” Beppe Grillo

Partono oggi e dureranno fino al 6 dicembre le parlamentarie del Movimento 5 Stelle per eleggere i candidati alle prossime elezioni politiche. Beppe Grillo avverte: il voto è singolo, niente comitati o assemblee, pena l’esclusione dalle consultazioni.
A cura di Antonio Palma
MoVimento_5_Stelle

Partono oggi 3 dicembre le primarie del Movimento Cinque Stelle, o come preferisce chiamarle Beppe Grillo le Parlamentarie, che dovranno stabilire i candidati del movimento alle prossime elezioni politiche. Si inizierà a votare dalle ore 10 fino alle 17 di oggi e si replicherà per i prossimi tre giorni fino a giovedì 6 dicembre sempre tramite il sito del Movimento. Si sfideranno circa 1400 aderenti al movimento che hanno i requisiti per partecipare alle parlamentarie e hanno manifestato la loro disponibilità ad entrare in Parlamento. Ad eleggere i "cittadini" che dovranno rappresentare il Movimento Cinque Stelle alle politiche saranno solo gli iscritti al movimento entro il 30 novembre, che avranno a disposizione tre preferenze da attribuire ai candidati della loro circoscrizione. Ogni candidato ha una sua scheda personale sul sito del M5S dove farsi conoscere con dati anagrafici, curriculum e breve presentazione video, una scelta che però ha attirato molte critiche anche se come ha precisato Beppe Grillo "il percorso per arrivare al voto on line è stato complesso e può essere che ci siano stati degli errori".

Niente comitati o assemblee pena l'esclusione – Delle regole anche non formali a cui i candidai dovranno attenersi in queste parlamentarie del Movimento 5 Stelle il comico genovese è tornato a parlare ieri. Nessun comitato o assemblea ha tuonato Grillo con un consueto post sul suo blog, perché bisogna evitare quello che accade negli altri partiti in cui gruppi contrapposti si fronteggiano per favorire questo o quel candidato. "Il voto è individuale e bisogna evitare che sia pilotato da fantomatiche assemblee o comitati" ha detto il comico genovese perché "dobbiamo evitare la replica delle congreghe partitiche su base locale create per favorire uno o più candidati a scapito di tutti gli altri". Per chi viola le regole del non Statuto non c'è perdono avverte Grillo anzi "chi cercherà di pilotare il voto sarà diffidato e escluso dalle votazioni, sia che si tratti di candidato che di votante". "Ci vediamo in Parlamento, Sarà un piacere" ha concluso Grillo con il suo solito messaggio delle ultime settimane.

Dal blog di Beppe Grillo l'attacco a Zelensky:
Dal blog di Beppe Grillo l'attacco a Zelensky: "Farà la fine di Saddam Hussein e Gheddafi"
Dino Giarrusso entra nel Partito Democratico: da ex 5 Stelle al fianco di Bonaccini
Dino Giarrusso entra nel Partito Democratico: da ex 5 Stelle al fianco di Bonaccini
Sondaggi politici, Movimento 5 Stelle e Pd in rimonta con Fratelli d'Italia ancora in calo
Sondaggi politici, Movimento 5 Stelle e Pd in rimonta con Fratelli d'Italia ancora in calo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni