L'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte da venerdì prossimo, 26 febbraio, tornerà all'Ateneo Firenze, dove insegnava prima di essere chiamato a Palazzo Chigi, e terrà alle 15:30 una lezione in diretta video streaming, senza studenti in presenza, durante la quale parlerà della sua esperienza di governo.

La lezione sarà trasmessa sul sito dell'Università www.unifi.it e sul canale YouTube di Unifi. A renderlo noto è lo stesso Ateneo. Prima della lezione ci sarà un incontro tra il rettore Luigi Dei e l'ex premier, al rettorato di piazza San Marco, 4. Quindi avrà anche una riunione con la presidente della Scuola di Giurisprudenza Paola Lucarelli e con il direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche Andrea Simoncini per definire i suoi prossimi impegni didattici. Dopo settimane di incertezza l'avvocato Giuseppe Conte sarà di nuovo in cattedra, dopo la conclusione dell'aspettativa obbligatoria, terminata dopo quasi tre anni dopo l'incarico di presidente del Consiglio. Per giorni l'ex premier non aveva voluto far conoscere i propri programmi a chi gli chiedeva cosa avrebbe fatto dopo le dimissioni.

Punto d'incontro e federatore dell'alleanza dell'ultimo esecutivo da lui guidato, in molti lo vorrebbero ora a capo del M5s (che però ha superato con una votazione su Rousseau la figura del leader unico, sostituita da un direttivo di 5 membri). Soprattutto alla luce del fatto che Pd, M5s e Leu hanno fondato un intergruppo parlamentare per cementare il lavoro fino ad ora. In un'intervista oggi è la grillina Paola Taverna a ‘tirarlo per la giacca': "Bisogna lavorare a un nuovo perimetro, a una nuova cornice per il Movimento. E in questa ottica Giuseppe Conte può essere una figura fondamentale – dice la senatrice in un'intervista a ‘il Fatto Quotidiano' – "Lui ha cambiato l'approccio del Movimento alla politica, facendo una sintesi tra la nostra forza innovatrice e la sua capacità di stare al governo". Oggi, aggiunge, "lo scenario politico è totalmente mutato. Spero che Beppe Grillo e lui possano individuare il ruolo più giusto. Per me potrebbe anche essere un ottimo capo politico, da solo o affiancato da una segreteria. E su questo potrebbero esprimersi nuovamente gli iscritti".

Ora Fratelli d'Italia, che è all'opposizione, attacca: "Apprendiamo che l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte si recherà venerdì prossimo all’Università di Firenze dove è docente ordinario di diritto privato. Fino a qui niente di male. Ciò che riteniamo grave è il fatto che Conte terrà una lezione in diretta video-streaming trasmessa sul sito dell’Università, per parlare della sua esperienza al governo. Ora che non ha più poltrone dalle quali concionare, non usi l’Università pubblica come pulpito per fare propaganda politica",  scrivono i deputati di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli e Paola Frassinetti, rispettivamente Responsabile Nazionale organizzazione FdI e Responsabile dipartimento Università FdI che annunciano anche un’interrogazione al ministro dell’Università.