1.330 CONDIVISIONI
Opinioni
28 Novembre 2018
19:08

Di Maio: “Io ho lavorato in regola per l’azienda di mio padre” e pubblica le prove online

“Oggi, come promesso, pubblico i documenti che dimostrano l’assunzione nell’azienda di mio padre e le relative buste paga per il periodo di lavoro. Trovate tutto in questo file. Pubblico nuovamente, viste le menzogne che circolano, le mie dichiarazioni patrimoniali e di reddito da quando sono parlamentare e da quando sono ministro”, ha scritto Luigi Di Maio a corredo della documentazione comprovante la regolarità del rapporto di lavoro instaurato a suo tempo con l’azienda del padre, finita al centro delle polemiche a causa di alcuni casi di lavoro nero.
A cura di Charlotte Matteini
1.330 CONDIVISIONI

Dopo la diffusione del secondo pezzo di inchiesta relativa ai casi di lavoro nero nell'azienda del padre del vicepremier Luigi Di Maio, il leader pentastellato replica alle richieste delle Iene e del Partito Democratico pubblicando online i documenti che attestano la regolarità del rapporto di lavoro in essere quando Di Maio junior lavorava come muratore presso l'azienda paterna. "Oggi, come promesso, pubblico i documenti che dimostrano l’assunzione nell’azienda di mio padre e le relative buste paga per il periodo di lavoro. Trovate tutto in questo file. Pubblico nuovamente, viste le menzogne che circolano, le mie dichiarazioni patrimoniali e di reddito da quando sono parlamentare e da quando sono ministro", scrive il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico sul Blog delle Stelle.

"Per visionarle sarebbe sufficiente accedere al sito della Camera, ma per comodità le carico su un file a parte scaricabile qui. Potrete vedere come la mia quota di partecipazione senza funzioni di amministratore o sindaco nella società Ardima sia sempre stata regolarmente dichiarata a partire dal 2014. A dimostrazione ulteriore che i fatti denunciati non riguardano il periodo in cui sono socio dell’azienda. Pubblico subito questi documenti perché sono immediatamente reperibili. Pubblicherò anche gli altri richiesti, non appena saranno state ultimate tutte le verifiche necessarie. Massima trasparenza, sempre".

1.330 CONDIVISIONI
Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
Ponte Morandi, il ricordo dei politici a 4 anni dal crollo:
Ponte Morandi, il ricordo dei politici a 4 anni dal crollo: "Tragedie che non devono più accadere"
Lo sfogo di Conte:
Lo sfogo di Conte: "M5s bullizzato dal centrodestra, Draghi voleva esiliare la dialettica politica"
Serve tutela contro i licenziamenti illegittimi, il Jobs Act di Renzi va cambiato: lo dice (di nuovo) la Consulta
Serve tutela contro i licenziamenti illegittimi, il Jobs Act di Renzi va cambiato: lo dice (di nuovo) la Consulta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni