12 Settembre 2012
17:09

Baudo ancora contro Beppe Grillo (anche se i socialisti non ci sono più)

Anche se la scena politica è cambiata, Baudo continua a “dissociarsi” dal leader del Movimento Cinque Stelle:: “Grillo? Spara tante cazzate anche se continuo a volergli bene”.
Anche se la scena politica è cambiata (e i socialisti non ci sono più) Baudo continua a "dissociarsi" da Grillo, pungolando però il "suo" Bersani: "Spara tante cazzate ma non è fascista".

Pippo Baudo, ospite di Max Giusti su RadioDue, si lascia andare ad una serie di considerazioni su Beppe Grillo ed è curioso che, nonostante non sia più l'Italia di Craxi e Martelli, il popolare conduttore abbia ancora un'idea poco tenera sulla guida del Movimento Cinque Stelle. Seppur la linea della trasmissione di Giusti è chiaramente dai toni leggeri, Baudo non si tira indietro, cogliendo una ghiotta opportunità per entrare a piedi uniti, dopo l'intervento alla Festa PD di Reggio Emilia, nella battaglia verbale tra M5S e PD.

Beppe Grillo? Qualche cazzata la dice sempre ma continuo a volergli bene. Questo movimento è molto grosso, sta diventando sempre più grosso. Il giorno in cui Beppe dovrà proporre delle idee governative allora nasceranno i primi problemi.

Una frecciatina a Bersani. Sbaglia il Segretario del Partito Democratico a considerare Beppe Grillo un fascista, secondo lo storico conduttore catanase i dirigenti del Pd dovrebbero avvicinare gli esponenti giovani del M5S per trovare un dialogo. Questi concetti, espressi da Baudo durante la Festa Nazionale del PD a Reggio Emilia, si smarcano totalmente dal battage mediatico innescato negli ultimi giorni proprio da Bersani, pur restando con l'idea ferma che il consenso su Beppe Grillo è in realtà "un macigno enorme, superiore" alle sue stesse "attese".

Io mi dissocio (ancora). Continuerà pure a volergli bene ma Pippo Baudo, 26 anni dopo, continua a dissociarsi così come fece in quel Fantastico 7 dopo l'intervento del comico che raccontò la storia del viaggio in Cina della delegazione del Governo italiano:

La cena in Cina… c'erano tutti i socialisti, con la delegazione, mangiavano… A un certo momento Martelli ha fatto una delle figure più terribili… Ha chiamato Craxi e ha detto: "Ma senti un po', qua ce n'è un miliardo e son tutti socialisti?". E Craxi ha detto: "Sì, perché?". "Ma allora se son tutti socialisti, a chi rubano?".

Mise in grande difficoltà il conduttore che, dopo una telefonata in diretta di Adriano Celentano (all'epoca non c'era ancora il Clan e non c'era la Santanchè ospite nei talk show, ma era già solito intervenire in diretta) per complimentarsi proprio per l'intervento di Grillo, pronunciò la famosa

Grillo ha smarronato. Mi dissocio.

Ecco una videostory trovata in Rete della querelle Grillo-Baudo avvenuta a cavallo tra il 1986 e il 1989, anno in cui i due si incontrarono di nuovo pubblicamente alla cerimonia di premiazione del TeleGatto.

Conte chiude la campagna elettorale:
Conte chiude la campagna elettorale: "Siamo ancora qui". E invoca un negoziato di pace con la Russia
Ciro Grillo, al processo per violenza sessuale testimonia la mamma: “Non ha sentito nulla”
Ciro Grillo, al processo per violenza sessuale testimonia la mamma: “Non ha sentito nulla”
Beppe Grillo dopo risultati delle elezioni:
Beppe Grillo dopo risultati delle elezioni: "Viva il Movimento 5 Stelle, ci siamo nonostante tutto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni