Camera_deputati_centrodestra

Questa mattina, in una sala affollata da cronisti e giornalisti, è stato presentato ufficialmente il gruppo parlamentare di "Iniziativa Responsabile", la nuova componente che appoggerà il Governo Berlusconi IV. Si tratta di un gruppo che può contare su 22 parlamentari, nato in seguito alle note vicende collegate alla mozione di sfiducia al Governo del 14 dicembre. Va detto che non si è trattato di un percorso semplice, dal momento che per superare la quota di 20 deputati, necessaria alla formazione del grupppo e propedeutica per un riequilibrio nelle Commissioni parlamentari, è risultata decisiva l'adesione di Vincenzo D'Anna e Mario Pepe, due deputati provenienti dal gruppo del Popolo della Libertà (motivo per il quale le opposizioni parlano di "bluff totale").

Ovviamente soddisfatti gli ideatori Silvano Moffa, ex fedelissimo del Presidente della Camera Gianfranco Fini ed al centro di polemiche per il suo ripensamento nel giorno della votazione di fiducia, Saverio Romano e Arturo Iannaccone, proveniente dal gruppo Noi Sud.

"La nascita di Iniziativa Responsabile è un fatto politico e la nostra opzione politica è stata prima ignorata e derisa, poi combattuta. Ma alla fine è risultata vincente, perché il senso di responsabilità è utile al Paese. Sosteniamo la maggioranza di governo perché sappiamo il danno che potrebbe provocare il ritorno alle urne, e vogliamo dare una mano, dando la nostra disponibilità anche se saremo chiamati in ruoli di governo […] Oggi voltiamo pagina, nasce un nuovo centrodestra guarito dalla malattia dei delfini, che ha impedito di realizzare le riforme. Non siamo la stampella del governo ma la terza gamba che intende dare un contributo forte e originale per realizzare i 5 punti programmatici del governo". (fonte ADNKronos)

Contenta e determinata anche Maria Grazia Siliquini, un'altra delle deputate (assieme alla sua collega Catia Polidori) che erano finite al centro della polemica politica per la scelta di abbandonare Futuro e Libertà e "salvare il Governo Berlusconi":

Il nuovo gruppo Parlamentare nasce oggi spontaneamente, per questo si chiama “Iniziativa Responsabile” […] unisce esponenti provenienti da gruppi politici di diversa estrazione, ma comunemente caratterizzati dalla forte e precisa volontà di non abbandonare l’Italia in mano a chi voleva portarla verso un conflitto istituzionale e politico […] Un gruppo che ha evitato all’Italia di sprofondare in uno stato di perenne crisi e conflitto elettorale, che sarebbe seguito all’accoglimento della mozione di sfiducia, dando vita ad una conseguente tornata elettorale, proprio nel momento in cui il Paese si accinge, come ha sempre ricordato il Capo dello Stato, a celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia, che invero richiedono concordia e prosecuzione dell’opera riformatrice.

Insomma, un nuovo gruppo che secondo i promotori nei prossimi giorni accoglierà altri parlamentari e costituirà la "terza gamba" del Governo, "ampliando la maggioranza e riequilibrando le Commissioni in modo da garantire ampia libertà di manovra all'Esecutivo".