Litiga con il padre e si cosparge di benzina minacciando di darsi fuoco, ma viene salvato dai carabinieri intervenuti sul posto, contro il quale l'uomo ha lanciato a sua volta benzina per "evitare" di essere fermato. Ora si trova all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, portato dai sanitari del 118, illeso ma ancora in stato di forte agitazione. La vicenda è accaduta a Villaricca, nell'hinterland napoletano. Protagonisti della vicenda un uomo di 62 anni e l'anziano padre, 97enne, che si trovavano all'esterno della propria abitazione sul Corso Italia.

I due hanno avuto una forte discussione nel giardino di casa, quando sono arrivati i carabinieri di Villaricca: a quel punto, alla vista dei militari dell'Arma, la lite è degenerata, con l'uomo di 62 anni ha afferrato una tanica di benzina e si è cosparso i vestiti con il liquido infiammabile, minacciando poi di darsi fuoco sul posto brandendo un accendino. Il capitano dei carabinieri ha cercato così di avvicinarsi per fermarlo, approfittando di un attimo di distrazione del 62enne: ma l'uomo ha invece preso altra benzina e lanciata contro lo stesso militare che però non si è lasciato intimidire ed è riuscito ad agguantarlo, togliendogli di mano l'accendino. A quel punto, reso "inoffensivo", il 62enne è stato bloccato e calmato: sul posto è arrivato il personale medico e sanitario del 118 che lo ha portato in ambulanza all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, per tutti i controlli del caso. Illeso anche il padre, sebbene visibilmente provato dal tutto: nessuna conseguenza per il comandante della stazione, eccezion fatta per la divisa cosparsa di benzina.