4.216 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2024

La lettera di Alessandro Siani a Geolier: “Dei fischi non resterà nulla. Anzi, ti faranno fare ancora meglio”

Alessandro Siani affida a Fanpage.it la sua lettera di stima e sostegno a Emanuele Geolier dopo la serata cover e i fischi al teatro Ariston.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
4.216 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2024

Alessandro Siani conosce l'emozione di stare sul palco del Festival di Sanremo. Ci è andato più volte: a parlare della sua città, a promuovere un suo film, a ricordare Pino Daniele. Qualche tempo fa disse profeticamente: «Le polemiche a Sanremo? Sono un colpo di tosse che diventa broncopolmonite». Quando ieri sera ha visto in tv Geolier ritirare il premio per la serata cover fra bordate di fischi e – purtroppo – persone che platealmente lasciavano il teatro Ariston, ci ha pensato su.

E stamattina, per Fanpage.it, Alessandro Siani ha messo nero su bianco una lettera destinata al rapper 23 enne di Secondigliano. Al giovane Emanuele Palumbo, il regista e attore con oltre 25 anni d'esperienza tra palcoscenico e set, ha messo una pacca sulla spalla, seppur a distanza, e si è rivolto con molto affetto:

Caro Emanuele,

Sala stampa, televoto e radio hanno decretato il successo di Geolier. E, come dice dall'alto della sua infinita esperienza Gigi D'Alessio, «non tutti possono essere d'accordo e anche questo è Sanremo!».

Chi ti sostiene e chi la pensa diversamente. È la vita.

Ma intanto penso che il sogno di un giovane ventenne napoletano di nome Emanuele continua!

E che per lui non è importante arrivare al primo posto ma esserci, vivere di musica, saper accettare i fischi anche quando sembrano ingiusti e non esaltarsi mai per gli applausi anche quando sembrano giusti.

Emanuele, tu hai l'amore di milioni di persone, hai il rispetto dei tuoi colleghi. E fai tanto, ed in silenzio, per chi ha bisogno e ti chiede una mano…ti imbarazza anche se, e quando ti ringraziano.

Da domani.. forse ti resterà appena un'eco dei fischi. Che ti serviranno a farti crescere e a fare meglio.

Ma sentirai ancora ancora più forte il rumore assordante di chi ti vuole bene semplicemente per quello che sei: un giovane ventenne napoletano di nome Emanuele.

Intervistato da Fanpage.it durante un momento di pausa mattutina prima dell'esibizione finale, Geolier ha appreso della lettera di Siani e ha apprezzato il suo sostegno: «Alessandro ha creato la mia generazione, il suo napoletano è quello che usiamo noi, lui ha dato il via a questa generazione, se io ho il suo rispetto sono solamente grato».

4.216 CONDIVISIONI
758 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views