113 CONDIVISIONI
17 Maggio 2022
11:46

Colpisce un’auto della polizia nella sassaiola dopo Brescia-Perugia, arrestato tifoso di casa

Dopo la partita contro il Perugia, i bresciani hanno iniziato una sassaiola contro i pullman degli ospiti. Un tifoso ha colpito un’auto della polizia. Rintracciato, ora ci sarà l’udienza per direttissima.
A cura di Enrico Spaccini
113 CONDIVISIONI
La curva nord dello stadio
La curva nord dello stadio "Rigamonti" di Brescia

Che in quel pomeriggio di sabato 14 maggio Brescia e Perugia si sarebbero giocate un'intera stagione, lo sapevano tutti. Dal capoluogo umbro erano arrivati interi pullman di tifosi a supportare la squadra ospite. Al termine dei 90 minuti, più i 30 di supplementari, i padroni di casa hanno vinto per 3 a 2 conquistando così l'accesso alle semifinali dei playoff di Serie B. Tuttavia, una volta fuori dallo stadio "Mario Rigamonti", una delle carovane umbre è stata presa d'assalto da alcuni tifosi bresciani: una sassaiola che ha finito per colpire una volante della polizia che stava scortando gli ospiti. Con un'indagine lampo è stato individuato chi ha lanciato quella pietra, e ad attenderlo oggi ci sarà un'udienza direttissima per danneggiamento del bene dello Stato e lancio di oggetti pericolosi.

La sassaiola in via dello Stadio

La porzione di curva sud aperta agli ospiti aveva fatto registrare il tutto esaurito: 1.028 tifosi arrivati dal centro Italia per supportare il Perugia. Il resto del "Rigamonti" di Brescia era, invece, colorato di bianco e azzurro. Durante la partita non è stato registrato alcun episodio violento dalle due tifoserie, tranne per un fumogeno lanciato dagli ospiti proprio verso la porta del portiere biancorosso Leandro Chichizola. Terminata la partita, i tifosi umbri hanno atteso che i padroni di casa defluissero, in modo da lasciare la città in sicurezza. Poco dopo essere ripartiti i pullman, scortati dalla polizia impegnata nel servizio pubblico, sono stati colpiti in via dello Stadio da una sassaiola dai tifosi bresciani. Nessuno ha riportato ferite, ma un lunotto posteriore di una delle auto della Questura è stato frantumato da una pietra.

Rintracciato l'autore

L'autore è stato rintracciato grazie alle testimonianze dei presenti e alle telecamere della zona. Si tratta di un tifoso biancoazzurro italiano e maggiorenne. Nel pomeriggio di martedì 17 maggio dovrà presentarsi in udienza per direttissima: oltre alla eventuale condanna penale per il danneggiamento di un bene dello Stato e per il lancio di oggetti pericolosi, rischia anche un Daspo fino a cinque anni.

La tensione prima della partita

Un episodio che ha alzato il livello di tensione tra le due tifoserie, che prima di quel momento non avevano avuto modo e motivo per scontrarsi. Pochi minuti prima della partita, invece, i tifosi perugini si sono scontrati con la polizia. Gli ospiti lamentavano di essere stati fatti arrivare ai tornelli troppo tardi e che in questo modo avrebbero perso i primi minuti dell'incontro. In più, il servizio pubblico li ha fatti avvicinare all'entrata in piccoli gruppi, creando una sorta di imbuto all'entrata. Per alcuni istanti anche qui la tensione ha raggiunto un picco, culminando in un piccolo scontro che ha portato a qualche manganellata.

113 CONDIVISIONI
Nasconde la cocaina nelle mutande per scappare dalla polizia: arrestato
Nasconde la cocaina nelle mutande per scappare dalla polizia: arrestato
Papà scrive una lettera alla polizia e fa arrestare il pusher:
Papà scrive una lettera alla polizia e fa arrestare il pusher: "I miei figli si stanno rovinando per la droga"
Giorgio, il 19enne morto dopo essere stato estratto da un'auto in fiamme: troppo gravi le ustioni
Giorgio, il 19enne morto dopo essere stato estratto da un'auto in fiamme: troppo gravi le ustioni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni