Il maltempo non dà tregua all'Italia, dove da un angolo all'altro della Penisola è previsto un weekend di gelo, con neve in abbondanza al Nord e pioggia e vento al Sud. L’arrivo dei fiocchi bianchi ha già provocato disagi e incidenti, in particolare in Piemonte e in Trentino Alto Adige, dove l’Autobrennero è stata chiusa in direzione nord tra Chiusa e Vipiteno per mezzi pesanti bloccati dalla neve. A causa di un vortice di aria fredda in arrivo dalla Groenlandia, la situazione è destinata però a peggiorare ovunque durante la giornata di domenica, 3 febbraio, quando il tempo sarà ancora molto instabile o perturbato al mattino al Centro Nord e fino alla Campania con piogge sparse o a carattere temporalesco sui settori tirrenici. La neve cadrà copiosa sui territori settentrionali a quote comprese tra 500-1000m e soprattutto sulle Alpi.

Sempre domenica la neve potrebbe cominciare a scendere di quota specie fra il Trentino, l'Alto Adige, il Veneto ed il Friuli Venezia Giulia fino a raggiungere quote prossime ai 600m, ma attenzione anche a Emilia, Toscana, Liguria, Toscana, Lazio, dove sono attesi rovesci violenti. Tempo instabile anche su Campania, Calabria Tirrenica e Sicilia settentrionale, dove ci saranno piovaschi con locali temporali. Bisognerà aspettare l'inizio della prossima settimana per tirare un sospiro di sollievo. Con lo spostamento del vortice gelido verso lo Ionio il tempo migliorerà al Nord, con il ritorno di ampi rasserenamenti, e gradualmente anche al Centro, eccezion fatta per residui fenomeni sulle regioni adriatiche. Crescerà, invece, l'instabilità al Sud con piogge e temporali.