in evidenza 24 Novembre 17:56 Maltempo, trovata morta la donna dispersa nell’Alessandrino

È stata trovata morta la donna di 52 anni che risultava dispersa dalla mattina di domenica nell'Alessandrino. Purtroppo l'ondata di maltempo che ha colpito l'Italia da nord a sud ha fatto la sua prima vittima. Si tratta della signora Rosanna Parodi che risultava dispersa da diverse ore dopo che la sua auto era stata travolta  dalla piena del fiume Bormida a Sezzadio. Dopo una lunghissima ricerca, il suo cadavere è stato recuperato nel tardo pomeriggio dai Vigili del Fuoco. Fino all'ultimo tutti auspicavano di poterla ritrovare in vita ma purtroppo le speranze erano molto poche. "Le speranze che l'epilogo non sia drammatico sono purtroppo poche", aveva confermato lo stesso sindaco della cittadina esprimendo la sua vicinanza alla famiglia della signora.

La 52enne era uscita di casa per andare al lavoro ma, giunta all’altezza del ponte sul Bormida, che era transennato, ha lasciato l’auto e ha proseguito a piedi. La forza dell'acqua però l'ha travolta e trascinata via. Al di là del ponte c’era la vettura di altre due persone che avevano attraversato il viadotto in auto poco prima ed erano poi rimaste rimaste bloccate nell'acqua alta. I due automobilisti sono riusciti ad aggrapparsi ai rami di un albero dove hanno assistito impotenti alla scena prima di essere salvati dai vigili del fuoco.

24 Novembre 17:21 Esonda il lago a Como, l’acqua invade le strade

Immagine di archivio
in foto: Immagine di archivio

A causa delle incessanti piogge, il lago è esondato a Como dove l'acqua ha iniziato a invadere la strada verso Piazza Cavour. Il comune ha fatto scattate il piano di emergenza. Sul posto polizia locale, Protezione civile e settore Reti che hanno provveduto a posizionare le passerelle pedonali per attraversare il lungolago e dei coni di sicurezza  davanti ai punti di drenaggio delle acque sui marciapiedi vicini al lago. La diga foranea e la ex biglietteria sono state chiuse. Una squadra della Protezione civile sarà in piazza Cavour tutto il pomeriggio per monitorare la situazione, mentre la pioggia non smette di cadere.

24 Novembre 17:12 Valanga si stacca dalla montagna a Gressoney: circa mille le persone isolate

Sono circa un migliaio le persone isolate a Gressoney La Trinité, in Valle D'Aosta, dopo la chiusura delle strade di accesso alla valle per le valanghe che si sono staccate dalla montagna riversandosi sulle arterie e a ridosso degli abitati. "In paese è caduto circa un metro di neve che è già assestata e sono scese anche numerose valanghe, alcune fino alle case" ha spiegato il sindaco di La Trinité, Luigi Chiavenuto. Per permettere alle persone isolate di raggiungere in fondo valle, i Comuni di Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité hanno organizzato convogli di 5 persone. Restano bloccate le strade regionali 43 e 44, interrotta anche la strada che porta a Champorcher a causa di una valanga finita sulla carreggiata. Chiuso anche il tratto finale della strada della Val Savarenche.

24 Novembre 16:28 Allerta maltempo, lunedì scuole chiuse a Catanzaro

A seguito dell’allerta meteo  l'amministrane comunale di Catanzaro ha deciso la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado sul territorio cittadino per la giornata di lunedì 25 novembre. "In considerazione dell’ultimo aggiornamento del bollettino meteo che segnala allerta arancione per domani lunedì 25 novembre, il sindaco Sergio Abramo ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado e degli impianti sportivi della città" segnalato dal sito del Comune calabrese. Pur assicurando che la situazione  nella città di Catanzaro resta sotto controllo, l'amministrazione "ribadisce la raccomandazione a non mettersi in viaggio se non strettamente necessario; a evitare i sottopassi; ad abbandonare i piani seminterrati o interrati se ubicati in zone depresse o a ridosso di fiumi, torrenti tombati; a non sostare in prossimità di aree con versanti acclivi che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di massi"

24 Novembre 16:17 In Campania straripa il fiume Sarno

Le piogge in Campania hanno fatto straripare il fiume Sarno, che ha superato gli argini in via Ripuaria, a qualche centinaio di metri dalla foce, nel territorio del comune di  Castellammare di Stabia, nel Napoletano. Paura per le famiglie che abitano nella zona dove la strada è stata invasa dal fiume ed è allagata per oltre mezzo metro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno portato in salvo una famiglia di quattro persone e ora stanno operando per portare via anche altre famiglie che in precedenza avevano rifiutato il soccorso, sperando nel ritiro delle acque, ma ora si sentono a rischio perché la situazione potrebbe peggiorare nella notte.

24 Novembre 16:02 Alessandria, sindaco Sezzadio in lacrime: “Assurdo quanto accaduto”

"Pensare che nel 2019 possa succedere una cosa del genere è assurdo. Ho sorvolato la zona e quello che si vede è devastante. È difficile anche solo parlarne" così Enzo Daniele, sindaco di Sezzadio, ha commentato in lacrime la violenta ondata di maltempo che ha colpito la sua città e tutto l'Alessandrino dove una donna, travolta dal fiume Bormida lungo la Provinciale 186, è dispersa da questa mattina. "Le speranze che l'epilogo non sia drammatico sono purtroppo poche", ha aggiunto il primo cittadino. "Qualsiasi dichiarazione in questo momento è fuori contesto e fuori luogo. Non va strumentalizzato nulla  ma posso solo dire che tutti quelli con cui ho parlato, in 50 anni di memoria, non hanno mai visto una cosa del genere" ha dichiarato invece Piergiorgio Camerin, volto storico di ‘Sezzadio Ambiente', comitato ambientale locale.

24 Novembre 15:53 Frana isola un agriturismo, 15 ospiti recuperati dal soccorso alpino

Dopo ore di attesa, sono stati evacuati i 15 ospiti dell'agriturismo ‘Rododendro' in Valle Strona, nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola, rimasti bloccati ieri a causa della frana che aveva ostruito la strada a Campello Monti. Per portarli via è stato necessario l'intervento del soccorso alpino. Durante le operazioni purtroppo è stato soccorso un volontario, colpito da un malore. La strada per la valle per ora rimane chiusa.

24 Novembre 15:47 Catanzaro, treno bloccato all’uscita galleria per binari allagati

A causa del maltempo che ha allagato i binari, un treno locale passeggeri  è rimasto bloccato in Calabria all'uscita di una galleria in provincia di Catanzaro. Il convoglio , sul quale la momento viaggiavano circa 15 persone, era partito da Lamezia Terme ed era diretto proprio a Catanzaro. Il convoglio, la gran parte del quale è rimasto bloccato all'interno della galleria, è stato raggiunto da una squadra dei vigili del fuoco e dai tecnici di Trenitalia ma a parte i disagi, per i passeggeri nessuna conseguenza fisica. Sul posto in arrivo un locomotore che provvederà a rimorchiare il convoglio nella stazione più vicina

24 Novembre 15:41 Aosta, a Gressoney convogli per l’evacuazione dei turisti

Il comune di Gressoney-La-Trinité, in Val D'aosta, sta organizzando una serie di convogli presidiati per consentire ai turisti e ai residenti che ne hanno la necessità di evacuare e raggiungere il fondo valle. La località di montagna infatti è rimasta  isolata dopo che è stata chiusa la strada regionale 44 della Valle del Lys per pericolo valanghe.  Per chi ne avesse bisogno, l'amministrazione locale ha anche messo a disposizione una linea telefonica (0165 36 61 37) per informazioni e segnalazioni.

24 Novembre 15:37 Sulla A6 Torino Savona crolla porzione di viadotto

A causa del maltempo è crollata una porzione di un viadotto sull'autostrada A6 Torino – Savona, nel Savonese. Ha ceduto completamente una porzione di strada a pochi chilometri da Savona, altezza Madonna del Monte, nella carreggiata in direzione Torino. Il tratto interessato è quello tra Savona e Altare prima della prima galleria. Dopo le prime verifiche da parte dei vigili del fuoco accorsi sul posto, fortunatamente sembra che il crollo del viadotto della Torino-Savona non abbia coinvolto mezzi e dunque non ci siano persone ferite.

24 Novembre 15:35 In Piemonte ancora allerta rossa per maltempo in tre zone

In Piemonte è ancora allerta rossa per tre zone. Il Centro funzionale di Arpa Piemonte l'ha dichiarata per le Valli Orco, Lanzo, bassa Valsusa e Sangone (TO), Varaita, Tanaro, Belbo e Bormida. resta l'allerta arancione  per tutte le altre zone. Il Po è in crescita e toccherà' il livello di pericolo tra Carignano e Crescentino. Bormida e Belbo sono al di sopra della soglia di pericolo, ma il livello diminuirà' durante la giornata. Sopra la soglia di pericolo anche il Tanaro a Montecastello e i torrenti Malone, Chisola e Cervo. Il lago Maggiore sta arrivando al livello di guardia. Il centro abitato di Carde' (Cuneo) è stato allagato dall'esondazione di alcuni rii minori. Numerosi i disagi alla popolazione con diverse strade provinciali chiuse al traffico a causa di frane e/o allagamenti. Dall'inizio dell'evento alla Sala operativa della Protezione civile della Regione Piemonte sono giunte dal territorio circa 300 segnalazioni.

24 Novembre 15:32 La piena del Po supera la soglia di “criticità elevata” a Torino

A causa del maltempo, la piena del Po ha superato la soglia di "criticità elevata" a Valle di Torino. a renderlo noto è l'Agenzia Interregionale per il fiume Po, secondo cui il colmo transiterà nel tratto piemontese per raggiungere Ponte Becca, nel Pavese, nell'arco delle prossime 24 ore.  Il passaggio della piena del fiume Po nel capoluogo piemontese è atteso nel pomeriggio di domenica. Per questo le attività produttive, commerciali, di ristorazione e sportive (comprese quelle svolte in circoli privati) nelle zone del Meisino (tra via Agudio, corso Casale al confine con San Mauro e l'asta del Po) e del Fioccardo (tra corso Moncalieri, corso Monterotondo e l'asta del Po fino al confine con Moncalieri), aree a rischio allagamenti, è stata disposta la chiusura con apposita ordinanza.

24 Novembre 13:00 Imperia, frana coinvolge l’abitato di Calderara: 22 famiglie isolate

Situazione difficile per il maltempo a Imperia dove, nel centro di Calderara, 22 famiglie sono rimaste isolate dopo una frana. Necessario il lavoro degli escavatori dei vigili del fuoco per liberare la strada.

 

24 Novembre 12:52 Valanghe in Valle d’Aosta, circa mille persone isolate

Sono circa mille le persone isolate in Valle d'Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade regionali. Le situazioni più critiche nella valle del Lys, dove Gressoney-La-Trinité è isolata a causa delle slavine che incombono sulla regionale. Interrotta la strada che porta a Champorcher a causa di una valanga finita sulla carreggiata. Chiuso il tratto finale della strada della Val Savarenche. In tutta la Regione, l'allerta meteo è arancione. Convocato d'urgenza il comitato viabilità.

24 Novembre 12:24 Maltempo, Di Maio: “Sicilia dimenticata dai media e dalla politica, non esiste solo Venezia”

"Le nostre città del Sud, le nostre regioni, rischiano sempre di essere trattati da serie B, però questa volta siamo arrivati alla serie C, perché negli stessi giorni in cui si aiutava Venezia bisognava ricordarsi della Sicilia che 15 giorni prima aveva lanciato l'emergenza maltempo". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi di Maio, intervenendo al Comune di Licata (Agrigento), che ha subito ingenti danni per effetto degli allagamenti.

"Ieri ho chiesto scusa ad alcuni sindaci che ho incontrato – ha detto ancora – perché dovevamo muoverci con la stessa velocità con cui ci siamo mossi per Venezia. Perché non esiste una Italia di serie A e una di serie B".

E ancora: "I veneziani hanno tutta la nostra solidarietà ma bisognava aiutare, quando l'ha chiesto all'inizio di novembre, anche la Sicilia". Oggi il leader pentastellato visiterà anche Grammichele, Acireale e Valguarnera Caropepe. In Sicilia, ha ricordato ancora Di Miao in un video postato su Facebook, nelle ultime ore ci sono stati anche dei morti. "In Consiglio dei ministri abbiamo varato lo stanziamento dei primi 10 milioni di euro da dare alle aree colpite per potersi risollevare – ha aggiunto – ma io non posso sopportare quando si parla solo di alcune aree e altre aree vengono completamente abbandonate dai media e quindi a volte anche dalla politica".

24 Novembre 12:13 Bufera di neve: interrotta la Cuneo-Ventimiglia

La ferrovia Cuneo-Nizza-Ventimiglia è interrotta, tra Limone e Ventimiglia, per una bufera di neve. Problemi alla circolazione ferroviaria anche sulla linea Alessandria-Acqui-San Giuseppe-Savona, interrotta nel tratto Acqui-San Giuseppe per una frana, e nella tratta San Giuseppe-Savona per rami sulla linea.

24 Novembre 12:10 In Piemonte 23 le strade chiuse per il maltempo

Le forti piogge della notte hanno creato numerose criticità in Piemonte. Sono più di 100 i Centri operativi misti comunali aperti e in contatto con la Sala operativa della Città metropolitana di Torino. Al momento sono 23 le strade chiuse per frane e allagamenti e 8 sono percorribili con difficoltà. Al lavoro il personale della Viabilità metropolitana, volontari di protezione civile, Gev, Ari. Sono sopra la soglia critica di pericolo il Malone, il Chisola, in quella critica di superamento del livello di guardia il Ceronda, il Banna, la Stura di Lanzo, il Po. Molte le situazioni critiche, in particolare a Settimo Vittone c'è una borgata isolata per caduta massi sulla strada comunale, che si sta provvedendo a rimuovere; a Traversella, sulla strada verso Fondo, è caduta una valanga ieri sera che non ha creato problemi per l'incolumità degli abitanti: in mattinata avranno luogo i sopralluoghi per controllare eventuali danni e criticità.

24 Novembre 12:04 Maltempo in Calabria: allagamenti in diverse zone della regione

Grossi disagi per il maltempo in Calabria. Piogge intense in corso in tutta la regione stanno provocando allagamenti e disagi in varie zone. I vigili del fuoco sono stati impegnati in numerosi interventi per soccorrere automobilisti in difficoltà e liberare locali invasi dall'acqua. Maggiormente interessate dagli allagamenti la città di Reggio Calabria e il comprensorio di Lamezia Terme.  In ogni caso non si segnalano, al momento, criticità gravi.

 

24 Novembre 11:51 Maltempo Lucca, auto trascinata nel canale: salva la conducente

Un’auto trascinata dal maltempo in un canale a Sillano Giuncugnano, nella provincia di Lucca. Fortunatamente, la persona alla guida si è salvata. L’incidente questa mattina, quando la pioggia ha trasformato la strada in un fiume e trascinato l'auto verso il canale Serchio di Soraggio, dove il torrente era in piena. A quanto si apprende, la giovane alla guida dell'auto stava attraversando un piccolo guado, di solito percorribile ma ingrossato dalle piogge, ed è rimasta bloccata. Impaurita, sarebbe salita sul tetto della vettura fino all'arrivo di un'altra auto: così è stato dato l'allarme e la giovane è stata aiutata a scendere e mettersi in salvo. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Castelnuovo Garfagnana e il 118.

24 Novembre 11:46 Maltempo: esonda lago Lugano,a rischio fiume Tresa

Le precipitazioni che hanno colpito il Canton Ticino hanno fatto innalzare il livello del lago di Lugano, che sta esondando sui paesi rivieraschi svizzeri e italiani, mentre il fiume Tresa emissario del Ceresio è ai livelli di guardia ed è stato chiuso a livello precauzionale il ponte della SS 394 tra i comuni di Luino e Germignaga. I vigili del fuoco di Varese aggiungono che il distaccamento locale di Luino è stato evacuato in quanto a rischio esondazione e il comune di Luino ha messo a disposizione le scuole elementari per ospitare il personale operativo. Qui è stata allestita L'Unità di Crisi Locale. Per tutta la notte sono stati monitorati i punti sensibili come la diga di Creva, che insiste sul fiume Tresa. Gli specialisti del T.A.S. (Topografia Applicata al Soccorso) sono in costante contatto con i tecnici del bacino artificiale di Creva, per aggiornare i dati previsionali sulle portate del corso d'acqua.

24 Novembre 10:49 Maltempo Alessandria: esondano Belbo e Bergamasco, centinaia di persone evacuate

In Piemonte la zona più colpita dal maltempo in queste ore è l’Alessandrino. In mattinata sono esondati il torrente Belbo e Bergamasco. Sono circa 200 le persone evacuate tra Acqui Terme, Cremolino, Ovada, Prasco, Alessandria, Gavi, Orsara Bormida, Terzo d'Acqui, Visone, Pareto, Montechiaro d'Acqui, e 668 le utenze elettriche disalimentate, in parte in via di risoluzione. Si segnalano disagi su molte strade. Attivi sul territorio, oltre a vigili del fuoco – conteggiati 150 interventi in tutta la provincia – e alla protezione civile anche i carabinieri.

24 Novembre 10:44 Maltempo: strade Vercellese chiuse, Po oltre guardia a Trino

A causa del cedimento di una rete di contenimento del versante, la Provincia di Vercelli ha chiuso la strada provinciale 78 tra Varallo e Civiasco, in Valsesia. Disposta anche la chiusura della strada provinciale 60, tra Balocco e Bastia, nella parte di pianura. Chiuse, su decisione della commissione valanghe, la provinciale 10 Rimasco-Rima e la 124 Rimasco-Carcoforo, sempre in Valsesia. A Rive, nella bassa Vercellese, disposta la chiusura della strada comunale che costeggia il torrente Marcova, che ha esondato nelle risaie. Costantemente monitorato il livello del Po a Trino, dove ha superato la soglia di guardia ma si mantiene ampiamente sotto il livello di pericolo.

24 Novembre 10:41 Emergenza maltempo, allerta rossa in Piemonte e Liguria

Resta alta l’allerta meteo per il maltempo in Piemonte, Calabria e Liguria. In queste tre regioni la giornata di domenica 24 novembre è ancora di allerta rossa. Nella provincia di Alessandria un’auto con a bordo tre persone è finita nel fiume Bormida. I vigili del fuoco hanno già recuperato due dei tre occupanti, che sono stati trasferiti in ospedale, mentre una terza persona risulta dispersa. A causa del maltempo a Torino è stata annullata la maratona in programma stamattina.

La situazione maltempo in Piemonte – È stata una notte di maltempo diffuso su tutto il Piemonte e in particolare nelle ultime ore si sono verificate piogge forti sulla fascia nord-occidentale, sulla pianura torinese e sui settori appenninici ai confini con la Liguria. Nella provincia di Torino si sono registrati tra i 20 e i 30 centimetri di neve sopra quota 1.600 metri. Il Bormida è sopra il livello di pericolo ma non ci si aspettano incrementi significativi, mentre il Belbo è in incremento e ha raggiunto la soglia di pericolo. Lo Scrivia è a livello di guardia. Il Tanaro è sulla soglia di pericolo vicino a Montecastello, nell'alessandrino, e a livello di guardia ad Asti, Chisola e Malone. Nel torinese, hanno superato i livelli di guardia Po, Stura di Lanzo, Ceronda, Cervo, Elvo, Varaita e Ghiandone. Precipitazioni diffuse si verificheranno nelle prossime ore su basso Alessandrino e Cuneese orientale e nel pomeriggio tenderanno ad attenuarsi. La quota neve si innalzerà fino a 1.700-1.800 metri. Possibile un incremento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua nelle pianure torinesi e in alcune sezioni del Po a valle di Torino, ed un aumento del livello del lago Maggiore fino al livello di guardia. Nelle ore centrali della giornata è attesa la piena del Tanaro.

La situazione maltempo in Liguria – “È passata la seconda nottata di allerta rossa in Liguria: ancora piogge con allagamenti e disagi diffusi, soprattutto su Savona, Val Bormida e Genova”, ha scritto domenica mattina su Facebook il governatore della Liguria, Giovanni Toti. "Evacuate dalle loro abitazioni altre 23 persone: 9 a Sant'Olcese e 14 nella zona da Altare a Mallare a causa di due frane – ha aggiunto – La nostra sala della Protezione Civile è aperta h24 e continua a monitorare costantemente la situazione. Vi raccomandiamo di limitare il più possibile gli spostamenti e di prestare la massima attenzione. Seguite tutti gli aggiornamenti tramite i siti di riferimento tra cui quello di Regione Liguria e allertaliguria.gov.it". Difficile la situazione soprattutto nel Savonese, in ginocchio tra esondazioni, mareggiate e sfollati. “La viabilità in Provincia di Savona è al collasso… speriamo davvero smetta di piovere", così su Facebook il consigliere della provincia di Savona, con delega alla viabilità, Luana Isella. Non c'e' un comune nell'area che non abbia subito allagamenti, esondazioni, danni o smottamenti. Diversi gli sfollati e moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco.