04 Aprile 22:59 Proroga della stretta sui viaggi all’estero fino al 30 aprile

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha prorogato fino a fine mese le limitazioni disposte dall'ordinanza del 30 marzo per quanto riguarda i viaggi. Chi rientra in Italia dall'estero dovrà sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell'ingresso nel Paese. Bisognerà sottoporsi a sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per cinque giorni e al termine dell'isolamento bisognerà effettuare un altro test di conferma. Questo vale per tutti i viaggiatori che arrivano da uno o più Stati dell'Unione Europea: dal 7 aprile in questo elenco di paesi sono incluse anche Austria, Israele, Regno Unito e Irlanda del Nord.

04 Aprile 22:34 Sala Consilina, 22 giovani entrano allo stadio per una partita di calcio clandestina

Hanno scavalcato i cancelli dello stadio per giocare a pallone: 22 ragazzi sono stati multati per aver violato nel norme anti-Covid. Il tutto si è verificato nel pomeriggio di Pasqua a Sala Consilina, nel Salernitano. I 22 ragazzi, tutti residenti nei comuni di Montesano sulla Marcellana, Sanza e Sala Consilina avevano deciso di passare il pomeriggio giocando a pallone. I carabinieri hanno fatto irruzione nello stadio comunale e hanno fermato i calciatori dell'ultima ora. "Un episodio da condannare in piena pandemia, soprattutto in un giorno di rafforzamento di restrizioni da zona rossa – commenta il sindaco Francesco Cavallone -. Spero resti un caso isolato".

04 Aprile 22:08 Veneto, il 5,6% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale

Sono 273.264 i cittadini del Veneto che hanno completato il ciclo vaccinale anti-Covid pari al 5,6% della popolazione locali. Ad aver conseguito la prima dose è il 14,4%. Il 74,4% della popolazione sopra gli 80 anni ha ricevuto almeno la prima dose: in totale sono stati somministrati 976.709 vaccini, il 94,6% delle forniture totali. Nella settimana appena trascorsa sono state effettuate altre 171.561 somministrazioni, in leggero calo rispetto alle 178.902 dei sette giorni precedenti

04 Aprile 21:04 Calabria in zona rossa fino al 21 aprile

La Calabria resterà in zona rossa fino al 21 aprile come da ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza dello scorso 2 aprile. Per 15 giorni a partire dal 7 aprile saranno in vigore le restrizioni da zona rossa per contenere l'epidemia di Covid-19. Nel provvedimento si specifica che l'analisi dei dati evidenzia una costante crescita del numero assoluto di casi da Coronavirus con un elevato tasso di positività e un aumento dei ricoveri in Area media e in Terapia intensiva

04 Aprile 20:49 Giovanni Maga del Cnr: “Vicini alla svolta. Teniamo duro ad aprile e vacciniamoci”

"Siamo vicini a un punto di svolta, ma dobbiamo rispettare le regole e tenere duro in questo mese di aprile" ha dichiarato Giovanni Maga, virologo direttore del laboratorio di Virologia Molecolare dell'Istituto di Genetica Molecolare del CNR di Pavia. Il commento arriva in seguito alla diffusione dei dati sul contagio da Covid-19 di oggi. "Mi aspetto di vedere una discesa più sostanziale dei numeri – ha aggiunto ancora Maga – e tanto dipenderà dalla campagna vaccinale. I numeri sembrano diminuire ma dobbiamo togliere il peso dalle spalle degli ospedali"

04 Aprile 20:20 Usa raggiungono record di vaccini in 24 ore: 4 milioni di persone vaccinate

Gli Usa registrano un nuovo record di vaccini nelle ultime 24 ore: sono state vaccinate circa 4 milioni di persone. Un nuovo record per l'amministrazione Biden che punta ai 200 milioni di persone nei primi cento giorni del mandato del nuovo presidente. Le dosi somministrate finora sono oltre 161 milioni. Nel Paese però vi è una forte resistenza di una fazione No Vax tra i repubblicani che emerge forte nei sondaggi nelle ultime settimane. Il 41% degli elettori conservatori non vuole vaccinarsi

04 Aprile 19:51 Francia, alcuni ministri partecipano a cene clandestine in lockdown: aperta un’inchiesta

Alcuni ministri francesi avrebbero partecipato a delle cene clandestinein ristoranti esclusivi di Parigi aperti illegalmente nonostante le restrizioni volute dal governo durante il lockdown. A rivelarlo è stato un servizio mandato in onda dal canale francese M6 e registrato con una telecamera nascosta. L'organizzatore delle serate ha ammesso la presenza di membri dell'esecutivo. Per verificare i nomi e la veridicità dei fatti è stata aperta un'inchiesta. Il ministro dell'Interno, Gerald Darmanin, ha incaricato il prefetto della polizia Parigina di indagare sul caso per perseguire organizzatori e partecipanti

04 Aprile 19:13 Covid, calano ingressi in terapia intensiva: oggi 195

Sono in calo i dati riguardanti gli ingressi giornalieri in terapia intensiva: oggi sono stai 195 in 24 ore in Italia. C'è un calo di 11 unità di ricoverati in terapia intensiva rispetto a ieri. Un trend che si accompagna al leggero calo visto nei nuovi positivi, dovuto però anche a un numero inferiore di tamponi processati durante il weekend pasquale.

04 Aprile 18:39 Covid, negli Usa la quota di vaccinati sale a 161 milioni, 59 milioni con seconda dose

Negli Usa sono 161 milioni i vaccinati, 59 milioni anche con la seconda dose. La campagna vaccinale americana preme il piede sull'acceleratore: sono più di 161 milioni le dosi somministare secondo l'agenzia federale dei Center for Disease Control and Prevention (Cdc). Nell'ultima settimana, la media dei vaccinati è stata di 3 milioni e 72mila al giorno.

04 Aprile 18:22 Covid, oggi in Lombardia 3.003 nuovi casi e 74 morti

Nelle ultime 24 ore la Lombardia ha registrato 3.003 nuovi contagi su 41.537 tamponi analizzati. Dati in calo considerati anche i tamponi in meno delle ultime 24 ore: ieri ne sono stati analizzati 57.954 e sono stati registrati 4.132 nuovi casi. Dall'inizio della pandemia la regione ha effettuato 8.385.613 tamponi. Diminuiscono i ricoverati in reparti ordinari e di terapia intensiva, mentre resta stabile il numero dei decessi: sono 74 i morti nelle ultime 24 ore. Nella giornata di ieri ne sono stati registrati 97. In totale sono 31.130 i morti ufficiali per Covid in Lombardia dall'inizio dell'emergenza

04 Aprile 18:14 Bollettino, oggi sono 18.025 i nuovi casi e 326 i morti. Diminuiscono anche i tamponi

Sono 18.025 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia. In leggero calo rispetto ai dati di ieri che avevano sottolineato 21.261 nuove positività. Nelle ultime 24 ore i decessi registrati sono stati 326, anche questi dati in leggero calo rispetto ai 376 di ieri. Dall'inizio della pandemiai contagi in Italia salgono a 3.668.264, mentre i decessi sono a 111.030. Sono stati effettuati 250.993 tamponi tra molecolari e antigenici, dato in notevole calo rispetto ai 359.214 tamponi effettuati nella giornata di ieri, prima della domenica di Pasqua.

04 Aprile 16:50 Portogallo, frontiere chiuse per i turisti fino al 15 aprile

Il Portogallo ha deciso di estendere le restrizioni ai valichi di frontiera per i turisti fino al 15 aprile. La norma era stata varata a fine di gennaio per far fronte all'esplosione nei casi Covid-19. Lo ha annunciato oggi il ministero degli Affari esteri. D'accordo con la Spagna, il Portogallo ha deciso di estendere "i controlli alle frontiere terrestri e fluviali" fino al 15 aprile, fa sapere il governo portoghese, aggiungendo che anche il trasporto ferroviario resta sospeso.

Questa misura non si applica al trasporto di merci, in particolare ai lavoratori frontalieri e ai servizi di emergenza. Il divieto, inoltre, non impedisce il ritorno nel paese dei cittadini portoghesi e delle persone con un permesso di soggiorno, né l'uscita dei cittadini stranieri, sottolinea il ministero. Dopo due mesi di reclusione generale per fronteggiare una violenta terza ondata di pandemia, il Portogallo ha avviato a metà marzo una graduale riapertura di alcune attività, come caffè con terrazze e musei.

Dopo un record di quasi 16.500 nuovi casi giornalieri a fine gennaio, la situazione sanitaria in questo Paese di poco più di 10 milioni di abitanti è notevolmente migliorata. Secondo l'ultimo rapporto ufficiale pubblicato oggi, il Portogallo ha registrato 4 morti e 193 nuovi casi confermati di contaminazione nelle ultime 24 ore. I voli con Brasile e Regno Unito sono attualmente sospesi, soprattutto per limitare la diffusione di nuove varianti. Per chi viaggia in Portogallo via terra, da paesi in cui il tasso di incidenza del Covid-19 è uguale o superiore a 500 casi ogni 100.000 abitanti, come Francia, Italia, Ungheria, Polonia o Svezia, vale ancora la regola della quarantena per 14 giorni all'arrivo.

04 Aprile 16:36 In Francia, da metà aprile al via le vaccinazioni degli insegnanti

In Francia la vaccinazioni degli insegnanti e del personale della scuola partirà a metà aprile. Lo ha annunciato il ministro della Pubblica istruzione Jean-Michel Blanquer nella trasmissione televisiva "Questioni politiche". Il programma di vaccinazione inizierà con gli insegnanti per bambini disabili e proseguirà con gli insegnanti della materna.

04 Aprile 16:21 Il governatore della Banca d’Italia Visco: “Vaccini sono lo strumento per far ripartire l’economia”

Secondo il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco ritmi "irregolari" nella campagna di vaccinazione nei diversi Paesi potrebbero mettere a rischio la ripresa globale dopo la pandemia da Covid-19. In un'intervista sul Financial Times pubblicata sul sito del quotidiano, spiega che i vaccini sono "Lo strumento principale che abbiamo al momento" per far ripartire l'economia. Ha ribadito poi la necessità di una "stretta cooperazione internazionale all'interno del G20 per evitare che le diverse fasi della campagna di vaccinazione nei vari Paesi portino a divergenze eccessive delle rispettive economie".

Visco, che mercoledì ospiterà la riunione dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G20 con il ministro dell'Economia,Daniele Franco, chiede quindi che non venga sprecato "quello che abbiamo fatto l'anno scorso: una delle principali lezioni delle crisi passate e' che dobbiamo stare molto attenti a non rimuovere le misure di sostegno troppo presto". Se la campagna di vaccinazione consente di vedere "la luce alla fine del tunnel", ciò che è necessario in questo momento è "non commettere errori"

04 Aprile 16:03 In Gran Bretagna 10 morti, il dato più basso da settembre

Nelle ultime 24 ore in Gran Bretagna sono stati registrati 3.423 contagi di coronavirus e 10 morti. Il dato dei decessi, sottolinea il Guardian, è il più basso dai 9 morti del 14 settembre. Ieri erano stati calcolati 58 morti, mentre venerdì erano 52. Pur tenendo conto del rallentamento delle registrazioni durante il weekend di Pasqua, il dato evidenzia il buon risultato della campagna vaccinale.

04 Aprile 16:00 Emilia – Romagna, i numeri di oggi: 1700 casi, ma si abbassa l’età media dei contagi

1700 casi e 35 morti a fronte di quasi 20mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Questi i numeri dell’emergenza covid in Emilia-Romagna comunicati oggi. Numeri ancora alti, con un tasso di positività del 8,6% che testimoniano quando il virus stia ancora circolando nella regione. Numeri che raccontano, peraltro, di un’epidemia che sta diffondendosi sempre di più tra i giovani: l’età media dei nuovi contagi, infatti, è pari a 41,7 anni d’età. A preoccupare, come in tutta queste terza ondata, è la situazione dei contagi nelle province di Bologna e Modena, che rappresentano anche oggi circa la metà dei contagi complessivi in regione.

04 Aprile 15:38 Coronavirus Sardegna, 323 casi e un decesso

Sono 46.978 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 323 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.028.036 tamponi, per un incremento complessivo di 4.247 test rispetto al dato precedente. Si registra un nuovo decesso (1.242 in tutto).

Sono invece 257 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+2), mentre sono 41 (+3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.258. I guariti sono complessivamente 30.168 (+55), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'isola sono attualmente 12. Sul territorio, dei 46.978 casi positivi complessivamente accertati, 11.874 (+100) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 7.221 (+13) nel Sud Sardegna, 3.984 (+32) a Oristano, 9,280 (+81) a Nuoro, 14.619 (+97) a Sassari.

04 Aprile 15:21 Puglia, il bollettino regionale: 1626 casi e 15 morti in più

Calano i contagi, i morti e i test effettuati, ma aumenta ancora il numero delle persone attualmente positive. Questi sono i numeri del bollettino epidemiologico quotidiano, stilato dalla Regione Puglia. Nel dettaglio, su 10.218 tamponi sono stati registrati 1.628 casi positivi, in calo rispetto ai 2.142 casi di ieri, su 13.636 test. Anche i decessi sono in calo, 15 contro i 23 delle 24 ore precedenti, che fanno salire il conto complessivo a  4.911 vittime del Covid. I guariti infine sono 608 rispetto al giorno precedente,  una crescita inferiore a quella dei nuovi contagi, che porta a 51.171 il numero dei casi attualmente positivi,  +1.005 rispetto a ieri. A scendere, fortunatamente,  sono i ricoverati che diminuiscono di 5 unità.

04 Aprile 15:12 Cancro e Covid, tre persone della stessa famiglia morte in due mesi

Una famiglia sterminata dal Covid nel giro di due mesi, i due genitori e una figlia. Adalisa Dario, 53 anni, si è spenta venerdì, colpita da un cancro fulminante. Suo padre, Sergio, era morto lo scorso 31 gennaio, a 79 anni, all'ospedale di Dolo, e sua mamma, Giuliana (detta Bruna), 74 anni, era deceduta quindici giorni dopo, dall'ospedale di Chioggia. Entrambi erano stati ricoverati per Covid. Poi è arrivata la malattia della figlia, improvvisa, che l'ha uccisa in pochissime settimane. La donna 53enne lascia il marito e un figlio.

La figlia per la morte dei genitori aveva scritto un messaggio sui social: "I miei genitori erano stimati e amati da tutti, purtroppo la vita ci ha messo a dura prova ma noi quattro fratelli saremo uniti come papà e mamma ci hanno insegnato. Voglio dirvi che la vita è un soffio di vento, vivetela come l'hanno vissuta i miei genitori, seminando amore".

Ora è stato il fratello Christian a salutare Adalisa: "Dopo papà e mamma ci hai abbandonato anche tu, sorella mia. Mi mancherai tantissimo, mi mancheranno le nostre telefonate, le nostre risate. Ti voglio un bene immenso Isa. Un giorno ci abbracceremo ancora. Abbraccia papà e mamma da parte mia". Un altro fratello, Alberto, la ricorda così: «Sorella mia, oggi sei volata in cielo anche tu, assieme a mamma e papà. Proteggi tutti noi".

04 Aprile 14:41 Il sottosegretario Sileri su Astrazeneca: “Potremmo evitare l’uso per giovani e donne”

Pierpaolo Sileri, vice ministro alla Sanità
in foto: Pierpaolo Sileri, vice ministro alla Sanità

“È giusto ragionare, e investigare e dare risposte. La risposta sarà che per motivi precauzionali evitiamo l'uso per una categoria, magari giovani, magari donne”. Il sottosegretario Pierpaolo Sileri, intervistato da Domenica in, parla del vaccino Astrazeneca e dei casi di trombosi si sono verificati tra 62 persone vaccinate, di cui 44 in Europa e che hanno portato a sospensioni e limitazioni per il vaccino anglo-svedese: “Non possiamo essere sicuri che la causa sia il vaccino ma non lo possiamo neanche escludere. Serve una maggiore vigilanza e per questo Ema rivaluterà, senza fermare la somministrazione di vaccini: valuterà se c'è un comune denominatore e nel caso ricalibrerà la somministrazione per determinate categorie”.

04 Aprile 12:47 India, nuovo record di contagi Covid: quasi 100mila in un giorno solo

Quasi 100mila casi in un solo giorno. Nelle ultime 24 ore, l‘India ha registrato un nuovo record di contagi, ben 93.249  il numero più alto degli ultimi cinque mesi. La situazione più grave si riscontra nello stato occidentale del Maharashtra e soprattutto nella sua capitale, Mumbay, dove si trovano il 60% dei nuovi contagi. Il resto dei casi, principalmente, si riscontra invece negli otto stati del Maharashtra, Karnataka, Chhattisgarh, Delhi, Tamil Nadu, Uttar Pradesh, Punjab e Madhya Pradesh. Il primo ministro Narendra Modi ha convocato una riunione d'emergenza per valutare la situazione.  L'India è attualmente il terzo paese più colpito dalla pandemia, dopo Stati Uniti e Brasile, ma tra loro è quello in cui l'epidemia sta ancora correndo più velocemente.

04 Aprile 12:36 Alto Adige, i numeri di oggi: 81 casi e 3 decessi, ma diminuiscono ancora i ricoveri

81 i nuovi casi e 3 decessi. Questo il bilancio relativo all’emergenza Covid-19  in Alto Adige nel corso delle ultime 24 ore. I dati sono emersi da 4.206 tamponi processati nelle ultime 24 ore, rispettivamente 48 da tamponi molecolari e 33 da tamponi antigienici. I decessi registrati invece hanno fatto salire il conteggio complessivo delle vittime a 1.138. I ricoveri sono comunque in costante diminuzione: sono 76  i pazienti covid che si trovano nei normali reparti ospedalieri, 21 quelli in terapia intensiva, 61 quelli in strutture private convenzionate e 73 quelli in isolamento nelle strutture appositamente allestite per l'emergenza.

04 Aprile 12:25 Papa Francesco, la benedizione di Pasqua: “Scandalosa spesa armi con la pandemia in corso”

“La pandemia è ancora in pieno corso; la crisi sociale ed economica è molto pesante, specialmente per i più poveri; malgrado questo – ed è scandaloso – non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari. E questo è lo scandalo di oggi”. Così Papa Francesco nel suo messaggio Urbi et Orbi di Pasqua, trasmesso in mondovisione e pronunciato al termine della messa pasquale, che si è svolta nel pieno rispetto delle norme anti Covid.

L'annuncio di Pasqua, osserva ancora Bergoglio, “non mostra un miraggio, non rivela una formula magica, non indica una via di fuga di fronte alla difficile situazione che stiamo attraversando:”La pandemia ha purtroppo aumentato drammaticamente il numero dei poveri e la disperazione di migliaia di persone e  il Crocifisso Risorto – dice il Pontefice- è conforto per quanti hanno perso il lavoro o attraversano gravi difficoltà economiche e sono privi di adeguate tutele sociali. Il Signore ispiri l'agire delle autorità pubbliche perché a tutti, specialmente alle famiglie più bisognose, siano offerti gli aiuti necessari a un adeguato sostentamento".

Nel suo messaggio, il Pontefice ha rivolto la sua attenzione anche ai migranti chiedendo quella solidarietà di Paesi come Libano e Giordania, che accolgono con generosità i sofferenti che cercano rifugio: “La luce del Risorto sia fonte di rinascita per i migranti, in fuga da guerra e miseria. Nei loro volti riconosciamo il volto sfigurato e sofferente del Signore che sale al Calvario. Non manchino loro segni concreti di solidarietà e di fraternità umana, pegno della vittoria della vita sulla morte che celebriamo in questo giorno”

04 Aprile 12:04 San Marino, festa non autorizzata in onore dei nuovi capi di Stato: multati diversi politici

Una festa non autorizzata in cui ad almeno sei persone è stato contestata l’assenza o l’uso scorretto di mascherine: sarebbe questo bilancio di un blitz della gendarmeria di San Marino di giovedì scorso che sono intervenuti a un ricevimento in cui si stavano celebrando i nuovi Capitani Reggenti, i capi di stato della piccola repubblica del monte Titano, che vengono eletti ogni sei mesi.

Il brindisi, come riportano alcuni media locali ,si sarebbe tenuto in un’attività del centro storico e avrebbe attirato l’attenzione di numerosi abitanti della zona che avrebbero tempestato di telefonate la Gendarmeria segnalando l’accaduto: “ "Non è stato un festino preorganizzato, ma un evento improvvisato, al cui invito abbiamo risposto con eccessiva superficialità. Non possiamo esimerci dall'esprimere amarezza per l'accaduto, rimettendo il nostro mandato al consiglio direttivo del movimento Rete", hanno spiegato i parlamentari sammarinesi Alberto Giordano Spagni Reffi e Gloria Arcangeloni.

04 Aprile 12:03 Coronavirus in Molise, 40 positivi e 3 morti nell’ultimo giorno

In Molise nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 40 nuovi casi di coronavirus su un totale di 602 tamponi effettuati. Il tasso di positivi è in leggero aumento al 6,64%. I decessi nell'ultimo giorno sono stati 3.

04 Aprile 11:49 Coronavirus nelle Marche, 323 nuovi contagi su 3.196 tamponi effettuati

Nelle Marche si registrano 323 nuovi contagi nelle ultime ventiquattro ore: i positivi sono stati riscontrati su un totale di 3.196 tamponi effettuati, oltre 1.700 in meno rispetto al giorno precedente. Il tasso dei positivi è al 10,11%.

04 Aprile 11:40 Vaccini, Zaia: “I cittadini oggi sanno chi agisce e chi chiacchiera”

"Ora i cittadini sanno bene qual è il ruolo delle Regioni e distinguono chi agisce da chi chiacchiera. Chi vorrebbe farsi curare da un ministero lontano e senza volto?": lo ha detto il governatore del Veneto, il leghista Luca Zaia, parlando dell'emergenza coronavirus e dell'operato di governo e Regioni. In un'intervista con i quotidiani veneti del Gruppo Gedi, Zaia ha anche sottolineato come le difficoltà della campagna vaccinale registrate in Veneto non sono "una questione di inefficienza o di fughe in avanti": il problema è che "c'è stato un certo sovraccarico perché abbiamo voluto sottoporre il sistema a stress test, tarandolo su livelli più elevati e ora sappiamo che siamo in grado di raggiungerli".

Zaia ha anche parlato delle discontinuità tra il governo Conte e quello Draghi, sottolineando che questa si vedrà con "il decreto Sostegno all'economia e saranno imprese e lavoratori a valutarne gli effetti concreti". E ha concluso: "Da parte mia, in questa fase drammatica del Paese, ho scelto la leale collaborazione istituzionale, evitando di polemizzare pubblicamente anche quando ed è accaduto, non condividevo le scelte del governo".

04 Aprile 11:32 In Germania chi è stato vaccinato potrà andare in negozio o dal parrucchiere senza test

“Chiunque sia vaccinato può andare in negozio e dal parrucchiere senza fare alcun test”. A parlare è il ministro della sanità tedesco Jens Spahn, in un’intervista pubblicata domenica 4 aprile sulla Bild am Sontag. Sono parole di speranza quelle del politico renano, quarantenne astro nascente cristiano democratico. Parole che riprendono le ultime valutazioni del Robert Koch Institute (RKI), l’organizzazione ministeriale tedesca responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive.

Come riporta la Bild am Sontag, che cita proprio un rapporto dell’RKI al ministro Spahn, secondo lo stato attuale delle conoscenze, il rischio di trasmissione del virus da parte di persone che sono state completamente vaccinate decade significativamente a partire dal quindicesimo giorno dopo la seconda dose di vaccinazione. Di fatto, come ha anche affermato nel merito Spahn, “chiunque sia stato completamente vaccinato può in futuro essere trattato come qualcuno che è risultato negativo dopo un tampone antigienico”.

Quanto questo possa tradursi, effettivamente, in nuove regole e nuove aperture è ancora tutto da vedere: "Ora metteremo in pratica questi risultati nei colloqui con gli stati federali in modo tempestivo", ha affermato Spahn. Gli ultimi dati, parlano comunque di 17mila nuovi contagi in Germania, e di un indice Rt ancora fermo a 1,02. La strada verso la normalità appare tracciata, ma ancora tutta da percorrere.

04 Aprile 11:21 Zingaretti dice che il Lazio potrebbe fare il triplo dei vaccini, ma mancano le dosi

"Abbiamo vaccinato oltre 400mila over 80 e stiamo prenotando 66enni e 67enni. Confidiamo nei prossimi due mesi di aver vaccinato la metà dei 65enni, questo comporterà un abbassamento della curva dei decessi. E per questo obiettivo dobbiamo vaccinare almeno 6 milioni di persone: più dosi ci sono e meglio è, il fattore tempo è importante. Facciamo 25mila dosi al giorno ma potremmo farne il triplo, quando arrivano le dosi siamo pronti a darle": lo ha detto il governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla seconda visita dell'hub vaccinale al centro congressi della Nuvola, nella capitale. "I dati cominciano a essere positivi. Tra gli operatori sanitari i contagi sono crollati dopo il vaccino. La percentuale dei dati dei positivi di gennaio era il 6,9%, ora a marzo sono l'1,8%. Questo conferma ancora di più che il che vaccino è lo strumento più potente. Siamo poi molto avanti anche con gli anziani over 80 e già stiamo prenotando i 67 e 68 anni", ha aggiunto.

04 Aprile 11:17 In Germania 12 mila nuovi casi e “solo” 68 morti nelle ultime 24 ore

Le autorità sanitarie in Germania hanno segnalato 12.196 nuovi casi di Covid-19 e 68 nuovi decessi nelle ultime 24 ore. Questi i numeri del Robert Koch Institut (RKI) comunicati stamattina, domenica 4 aprile. Sono numeri in netto miglioramento anche rispetto a quelli della scorsa settimana: sette giorni fa infatti, erano stati registrate 17.176 nuove infezioni e 90 nuovi decessi in un giorno, anche se lo stesso RKI sottolinea che di solito vengono effettuati e segnalati meno test durante le vacanze di Pasqua. Inoltre, è possibile che non tutte le autorità sanitarie e le autorità statali competenti abbiano i propri dati all'RKI ogni giorno. Di conseguenza, il numero di casi segnalati dall'RKI potrebbe avere un valore informativo limitato.

Questo non vuol dire che la Germania sia fuori dalla terza ondata Covid-19, del resto: attualmente, l'incidenza misurata sui sette giorni è di 127 casi ogni 100.000 abitanti, meno di sette giorni fa (131,4), ma ancora superiore a quella di tre settimane fa (79,1). Secondo il rapporto sulla situazione dell'RKI di sabato pomeriggio, il valore R a sette giorni a livello nazionale è pari 1,02, in leggera diminuzione. Ciò significa che 100 persone infette ne infettano ancora 102.

04 Aprile 10:43 Canada, circa mille passeggeri positivi in un mese nonostante gli aerei Covid-free

Da febbraio il Canada ha introdotto rigorose restrizioni per chi vuole viaggiare nel Paese. Chi rientra deve presentarsi all'arrivo con l'esito di un tampone molecolare (i rapidi non sono accettati) negativo, eseguire un nuovo test all'aeroporto una volta sbarcati e trasferirsi in un Covid-hotel a proprie spese per attendere il risultato. Solo a quel punto, se tutti i risultati sono negativi, si può andare a casa: dove però bisogna fare una quarantena di 14 giorni al termine della quale serve un altro test negativo. Ebbene, nonostante tutte queste procedure, che hanno anche innescato numerose polemiche, nel giro di un mese le autorità hanno registrato più di mille casi di passeggeri positivi: su un totale di 70.819 viaggiatori, dal 22 febbraio al 25 marzo, 1.094 avevano il virus.

04 Aprile 10:26 La Cina sta vaccinando le categorie produttive prima di quelle fragili

In Cina le persone tra i 18 e i 59 anni, cioè quelle in età da lavoro, vengono vaccinate prima degli anziani e delle categorie fragili. Una logica lontanissima da quella europea, che funziona in questo modo: dal momento che le misure di contenimento sono riuscite a far uscire il Paese da una situazione di emergenza, e che queste continuano a proteggere le fasce più vulnerabili, come i più anziani, ora è meglio vaccinare coloro che sono in età da lavoro e quindi si muovono e incontrano più persone. In questo modo si punta a bloccare automaticamente la trasmissione e proteggere così anche chi è a casa.

04 Aprile 09:59 Coronavirus in Veneto, 1.185 nuovi casi e 24 decessi

Nelle ultime ventiquattro ore in Veneto sono stati registrati 1.185 nuovi casi di coronavirus. I decessi sono stati 24. Lo afferma il bollettino regionale sulla situazione epidemiologica: il totale dei contagi il Veneto dall'inizio dell'emergenza arriva così a 388.786, mentre quello delle vittime a 10.738. Gli attualmente positivi sono 37.467. Negli ospedali si registra un aumento dei ricoveri (+29, 1.938 totali) nei reparti ordinari, a fronte di una diminuzione (-5, 297 totali) nelle terapie intensive.

04 Aprile 09:48 Per Renzo Piano l’Italia deve ripartire dagli ospedali e dalla salute pubblica

“Gli ospedali sono ovviamente e soprattutto luoghi destinati all’eccellenza medica, ma anche luoghi in cui la passione umana è di casa più che altrove, luoghi di passione, intesa sia come sofferenza, sia come slancio”.  Ne è convinto l’architetto e senatore a vita Renzo Piano, secondo cui è dagli ospedali che deve ripartire il nuovo umanesimo, e l’Italia del dopo-Covid. Un intervento, quello di Piano, intervistato da La Stampa, che si inserisce nel dibattito sulla ripartenza dell’Italia e sull’uso dei soldi del Recovery Fund europeo. Non vuole “entrare nella diatriba tra pubblico e privato”, Piano, ma aggiunge anche che “non possiamo sfuggire a questo fatto: la salute deve essere pubblica”.

Per l’architetto, che sta progettando uno dei più grandi e avveniristici ospedali in Francia, “la pandemia ci insegna molte cose, ma che bellezza e scienza debbano viaggiare unite lo sappiamo da molto tempo. Umberto Veronesi lo teorizzava già 20 anni fa”.

Non solo strutture, tuttavia. Per Piano è necessario anche investire nelle persone e nella formazione di medici e infermieri: “entrare in ospedale è come stare in apnea. Che tu sia malato, parente, medico o infermiere, vivi uno stato di sospensione. La passione è l’elemento dominante, una sorta di sconvolgimento interiore che si confonde alla solidarietà e al dramma di quei momenti. Gli esseri umani ne sono completamente coinvolti. È ovvio che l’eccellenza medica sia l’elemento di partenza, ma deve essere affiancata dall’eccellenza umana”.

04 Aprile 09:37 Gli auguri di buona Pasqua di Conte: “Oggi è acuto il dolore per chi non è più con noi”

"Oggi è viva la sofferenza per chi è lontano, acuto il dolore per chi non è più con noi. (…) Questa lunga parentesi di rinunce e sacrifici non deve fiaccarci. Anzi. Queste difficoltà devono stimolarci e darci nuove energie, un più forte slancio. Devono rinsaldare ancor di più la fiducia tra di noi, la fiducia nella nostra comunità nazionale, che ha sempre espresso grande forza d’animo, è riuscita sempre a rialzarsi, a rimboccarsi le maniche, a ripartire più forte di prima": lo scrive Giuseppe Conte in un post su Facebook in cui augura a tutti buona Pasqua.

04 Aprile 09:30 Meloni attacca il governo Draghi: “Su riaperture è in totale continuità con Conte”

Giorgia Meloni attacca il governo di Mario Draghi: sulle riaperture è "in totale continuità con Conte". E ancora: "Le chiusure di certe attività in assenza di provvedimenti che consentirebbero in modo più efficace di combattere la pandemia, sono un pannicello caldo", ha aggiunto la leader di Fratelli d'Italia in un'intervista con La Stampa.

04 Aprile 09:22 Il programma di Mario Draghi per le riaperture

All'interno della maggioranza di governo continua la discussione sulle riaperture, con il ministro Roberto Speranza che difende la linea del rigore da un lato e Matteo Salvini che lo accusa di rinchiudere 60 milioni di italiani senza evidenze scientifiche dall’altro. Intanto Mario Draghi pensa a come programmare l’uscita del Paese dall’emergenza, sapendo che un calo dei contagi non basta: è necessario che la campagna vaccinale proceda speditamente in modo da permettere la messa in sicurezza delle categorie fragili prima di pensare ad allentare le restrizioni.

04 Aprile 09:15 Locatelli (Cts): “A luglio la vera svolta. Improbabili nuove chiusure in autunno”

“A luglio sarà la vera svolta. Ed è altamente improbabile di dover richiudere tutto in autunno”. È ottimista Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico. Che in un intervista al Messaggero, avverte tuttavia che affinché ciò accada sarà necessario “avere le dosi di vaccini pattuite nel trimestre che è appena cominciato, sostanzialmente 52 milioni”. In questo modo, aggiunge Locatelli, “già a luglio la situazione cambierà in maniera significativa”.

Ne approfitta, Locatelli, anche per parlare delle minacce arrivate al ministro della Salute Roberto Speranza, “inconcepibili perché sono stati chiamati in causa anche i familiari. Hanno dato fuoco al portone dell’Istituto superiore di sanità, dove ci sono persone che fanno semplicemente il loro lavoro. Ora la molotov in un centro vaccinale di una città che ha molto sofferto come Brescia. Bene fa la procura a indagare, bisogna capire se c’è un disegno eversivo”.

04 Aprile 08:46 Olanda sospende AstraZeneca, Sileri: “Noi andiamo avanti, ma Ema chiarisca fasce d’età”

L'Italia non sospenderà AstraZeneca per alcune fasce di popolazione, come ha fatto l'Olanda per gli under 60. Ma il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, in un'intervista con La Stampa, ha lanciato un appello all'Agenzia europea del farmaco, l'Ema, affinché chiarisca sulle fasce di età. I casi sospetti di trombosi nel nostro Paese sono davvero "esigui rispetto alle dosi inoculate", ha ribadito Sileri. Inoltre bisogna ancora accertare "la reale correlazione causa-effetto", ma l'Ema dovrebbe "pronunciarsi nuovamente per introdurre un limite di età", ha aggiunto. Per poi concludere: "Non per bloccare o sospendere la somministrazione. Individuata la fascia d'età con un rischio maggiore di trombosi, si mette un limite per la somministrazione o un'avvertenza che preveda un monitoraggio di chi viene vaccinato".

04 Aprile 08:38 Errore produzione del vaccino Covid, governo Usa blocca stabilimento anche per Astrazeneca

Dopo l'errore nella produzione del vaccino Johnson & Johnson, che ha portato al blocco di 15 milioni di dosi, il governo degli Stati Uniti ha ordinato anche ad AstraZeneca di sospendere la produzione del proprio vaccino nello stabilimento Emergent Biosolutions di Baltimora. Ora l'azienda farmaceutica anglo-svedese, il cui vaccino è stato recentemente approvato dalle autorità sanitarie americane, è alla ricerca di un sito produttivo alternativo, mentre Johnson & Johnson ha dichiarato di voler continuare a produrre nello stabilimento incriminato, se assumerà il controllo totale delle procedure. Una fonte dell'azienda ha fatto sapere alla Cnn che il blocco della partita non influirà sul raggiungimento dell'obiettivo di 100 milioni di dosi consegnate agli Stati Uniti entro la fine di maggio.

04 Aprile 08:37 Domenica di Pasqua in zona rossa per la Covid, il governo rafforza i controlli

Domenica di Pasqua blindata in zona rossa: su tutto il territorio nazionale oggi, domenica 4 aprile, valgono le regole anti-contagio più severe, anche se il governo ha permesso delle deroghe precise per poter permettere ai cittadini di vedere amici e parenti, anche se in misura ridotta. Il ministero dell'Interno ha annunciato che nel fine settimana saranno impiegato 70 mila agenti per assicurarsi il rispetto di tutte le norme di contenimento del virus.

04 Aprile 08:28 Rezza (ISS): “Siamo al giro di boa, ma aprile sarà ancora un mese di restrizioni”

“Siamo al giro di boa. Man mano che Rt e incidenza scenderanno, le rianimazioni cominceranno a liberarsi, le vittime caleranno. Ora il sistema sanitario sta soffrendo e sconta l’accumulo dei casi nelle scorse settimane”. Ne è convinto Giovanni Rezza, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, che in un’intervista al Corriere della Sera fa il punto sull’epidemia di Covid-19: “Ce lo aspettavamo. È il corso delle epidemie. Prima aumenta l’Rt, poi l’incidenza dei casi, poi l’occupazione dei posti letto ospedalieri e infine, purtroppo, c’è la crescita dei decessi”.

Secondo Rezza, la chiave di volta sono i vaccini: “ Ai tre vaccini ora disponibili, a metà aprile si aggiungerà il quarto e a ridosso dell’estate altri due. Tra aprile e giugno avremo decine di milioni di dosi. Se immunizzi gran parte della popolazione riesci a contenere i contagi e a alleggerire il carico sul sistema sanitario”. I tempi, tuttavia, sono ancora lunghi: “Il modello iniziale diceva che vaccinando 240mila persone al giorno, ne saremmo usciti fuori in 7-13 mesi. Ora siamo a 300mila inoculi al giorno, già un buon risultato. Raddoppiando, in pochissimi mesi avremo protetto i fragili, la pressione sugli ospedali diminuirà e potremo immunizzare i giovani, amplificatori dell’epidemia. La visione più ottimistica è raggiungere la cosiddetta immunità di gregge, accinando il 67% della popolazione”.

Guai a rilassarci proprio adesso, però, nonostante la crescita delle vaccinazioni: “Aprile sarà ancora un mese di restrizioni. La parola d’ordine è vaccinare molto e molto in fretta per non permettere a virus di creare nuove varianti”.

04 Aprile 08:13 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, domenica 4 aprile

Nel bollettino di ieri diffuso dal ministero della Salute, i nuovo contagi registrati sono 23.649. Dallo scoppio dell'emergenza sanitaria nel nostro Paese le persone che hanno contratto il virus salgono in totale a 3.607.083. I morti nelle ultime ventiquattro ore sono stati 501. A registrare il maggior numero di casi su base giornaliera è sempre la Regione Lombardia.

Ecco i contagi registrati ieri, Regione per Regione:

Lombardia: +4.483
Veneto: +1.633
Piemonte: +2.584
Campania: +2.258
Emilia Romagna: +1.909
Lazio: +1.838
Toscana: +1.631
Sicilia: +1.282
Puglia: +2.369
Liguria: +710
Friuli Venezia Giulia: +720
Marche: +487
Abruzzo: +272
Sardegna: +351
P.A. Bolzano: +117
Umbria: +174
Calabria: +522
P.A. Trento: +
Basilicata: +181
Molise: +36
Valle d'Aosta: +52

Nel mondo, intanto, i contagi totali salgono a 130.770.057: gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito con oltre 30 milioni e mezzo di casi. L'Italia risulta al settimo posto su scala globale.