19 Ottobre 22:59 Coronavirus Usa, Trump contro Fauci: “Basta con questi idioti, gente è stanca del Covid”

Donald Trump si scaglia contro l'esperto americano Anthony Fauci, definito "un disastro" e "un idiota". L'attacco a Fauci è arrivato all'indomani dell'intervista alla Cbs in cui il membro della task force della Casa Bianca sul coronavirus aveva detto di non essere "per niente" sorpreso del fatto che Trump sia stato contagiato. In una telefonata con il suo team per la campagna elettorale a cui hanno avuto accesso diversi giornalisti, Trump ha reagito con rabbia alle parole di Fauci che aveva criticato i comizi tenuti in piena pandemia e la sua avversione a raccomandare l'uso della mascherina. "La gente è stanca del Covid. La gente è stanca di ascoltare Fauci e tutti questi idioti, questi idioti che non ci hanno preso (nelle loro previsioni). Fauci è un disastro che è li da 500 anni. Ogni volta che appare in televisione c'è sempre una bomba, ma sarebbe un bomba ancora più grande se lo licenziassi", ha detto Trump secondo la ricostruzione dei giornalisti. Il presidente Usa non sarebbe comunque intenzionato a licenziare Fauci per lo scandalo che comporterebbe.

19 Ottobre 22:30 Mike Ryan (Oms): “Contatti di positivi dovrebbero stare in quarantena”

Le persone venute in contatto con positivi al Covid-19 dovrebbero stare in quarantena per il tempo appropriato. Lo ha detto il direttore delle emergenze dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Mike Ryan, legando l'impennata dei contagi nell'emisfero settentrionale con il mancato rispetto delle misure. Se potesse esprimere un solo desiderio per contrastare la pandemia, Ryan ha indicato che "ogni contatto di un caso confermato sia in quarantena per il periodo appropriato". "Non credo sia avvenuto in maniera sistematica, ovunque" e questo "è buona parte della ragione per la quale stiamo assistendo a questi numeri alti", ha aggiunto il direttore dell'Oms.

19 Ottobre 22:16 Lombardia, Fontana: “Coprifuoco simbolico, economicamente non grave”

"Credo sia opportuno prendere un'iniziativa come questa che è simbolicamente molto importante ma non dovrebbe avere delle conseguenze di carattere economico particolarmente gravi che non lasciare che la situazione peggiori". Lo ha detto Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, intervenendo a Quarta Repubblica su Rete4. "Ho sempre sostenuto che l'Italia non si può permettere un lockdown, dal punto di vista economico ma anche psicologico, dobbiamo – ha aggiunto Fontana – evitarlo, dobbiamo trovare la strada migliore per evitarlo".

19 Ottobre 22:06 Iss: il 71% dei malati Covid ha pochi o nessun sintomo

Oltre il 71 per cento dei positivi in Italia mostra pochi o addirittura nessun sintomo della malattia mentre il 7,3% dei pazienti ricoverati col Covid-19 ha un quadro clinico giudicato grave. Sono i dati forniti dell'Istituto Superiore di Sanità nel suo report aggiornato sulle caratteristiche dei contagiati attuali in Italia. Secondo l'Iss – i dati sono aggiornati al 13 ottobre scorso – il 55,9% dei contagiati attuali in Italia risulta asintomatico, il 15,7% pauci-sintomatico, il 21,2% ha sintomi lievi e solo il 6,6% accusa sintomi covid severi che richiedono il ricovero obbligatorio a cui va aggiunto uno 0,7% di pazienti che presentato un quadro clinico giudicato critico.

19 Ottobre 21:31 Berlusconi agli italiani: “Uscite di casa solo se strettamente necessario”

“Uscite di casa solo se strettamente necessario”: a fare un appello agli italiani è Silvio Berlusconi, recentemente guarito dal coronavirus. L'ex presidente del Consiglio chiede a tutti di continuare “con i loro comportamenti, a dare il contributo per contrastare la diffusione del virus”. E Berlusconi si rivolge anche al governo, ribadendo la “disponibilità a collaborare per determinare una strategia complessiva nel contrasto al virus e nel sostegno all’economia”.

19 Ottobre 21:17 Irlanda di nuovo in lockdown totale fino a dicembre

L'Irlanda è il primo paese europeo a entrare nuovamente in lockdown totale per l'emergenza coronavirus con misure sostanzialmente simili al blocco avvenuto in primavera. Lo hanno deciso le autorità di Dublino varando un nuovo pacchetto di misure anticontagio molto pesanti che scatteranno dalla mezzanotte di mercoledì e saranno valide almeno fino al primo dicembre. Le restrizioni questa volta saranno simili a quelle di marzo e aprile, ma le scuole e gli asili nido rimarranno aperti. Tutti i punti vendita non essenziali devono essere chiusi con bar e ristoranti autorizzati solo a fornire consegne a domicilio e servizio da asporto. L'attività motoria sarà possibile entro 5 chilometri da casa .

19 Ottobre 21:09 Scuole superiori, ingresso dopo le ore 9 “solo in casi eccezionali”

L’orario di ingresso alle 9 per le scuole superiori “sarà valido solo in casi eccezionali e debitamente deliberato dai vari comitati regionali per l’emergenza Covid-19”. Così una circolare del ministero dell’Istruzione alle scuole superiori chiarisce quali sono le circostanze in cui si potrà rimodulare l’orario di ingresso nelle aule dopo le ore 9 così come previsto nell'ultimo Dpcm firmato ieri sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. L'orario delle scuole superiori non sarà quindi automaticamente posticipato alle ore 9, ma spetterà ai singoli istituti prendere una decisione, in accordo con le autorità territoriali che coordinano la risposta delle scuole all'emergenza coronavirus.

19 Ottobre 20:58 Ferruccio Sansa segnalato per violazione della quarantena: “Ero andato a riprendere il cane fuggito”

L'ex candidato presidente della Regione Liguria Ferruccio Sansa denunciato alla polizia per violazione della quarantena. A raccontarlo è stato lui stesso su facebook spiegando di essersi allontanato per qualche metro per prendere il cane che era scappato.  "Qualche sera fa a mezzanotte il cane – appena preso al canile – manifesta inequivocabili esigenze fisiologiche. Lo accompagno nell'aiuola di casa. Il cane, che non era informato della quarantena, scappa perché casa nostra non ha un cancello. Lo chiamo, ma non si decide a rientrare. Allora guardo l’orologio, è mezzanotte. Non si vede nessuno nel raggio di centro metri (abitiamo in una strada che di notte è deserta), indosso lo stesso la mascherina FFP2, ed esco sulla porta di casa. Recupero il cane e gli metto il guinzaglio” ha rivelato il consigliere regionale. A quel punto si avvicinano due persone. “Mi mostrano il distintivo della Polizia e mi dicono che stanno compiendo un sopralluogo per prevenire furti nelle case. Racconto che non so niente di furti: Da noi non sono venuti, siamo sempre in casa perché mio figlio è positivo al Covid" pochi gironi dopo gli è arrivata la telefonata che lo avverte della segnalazione alla Procura. "Il primo caso di persona che si autodenuncia nella storia del Covid" ha commentato lo stesso Sansa.

19 Ottobre 20:33 Il governatore Cirio: “Da domani tamponi rapidi in Piemonte”

"Domani, tra le prime regioni d'Italia, avremo i tamponi rapidi, quelli in 15 minuti, che faremo fare ai laboratori privati, ai medici di base, alle farmacie, per dare la possibilità di fare il massimo screening possibile". Lo ha annunciato il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ospite del Tg3 Piemonte. "Se saremo capaci di fare questo nelle prossime settimane – aggiunge – potremmo trascorrere davvero un buon Natale".

19 Ottobre 20:20 Conte chiede aiuto a Fedez per sensibilizzare all’uso delle mascherine

Su Instagram Fedez ha chiesto ai suoi follower di non dimenticare di utilizzare la mascherina. È un messaggio che la presidenza del Consiglio ha chiesto direttamente al cantante e alla moglie Chiara Ferragni. A comunicarlo è lo stesso artista: “Abbiamo ricevuto ieri una telefonata inaspettata dal presidente del Consiglio”.

19 Ottobre 20:13 Coronavirus Francia: 13.243 contagi ma pochi test, tasso al 13,4% 

In Francia sono stati registrati altri 13.243 casi di coronavirus, meno della metà rispetto a ieri (29.837) ma il dato non è indicativo dal momento che i numeri sono sempre bassi all'indomani del fine settimana a causa della quantità molto bassa di tamponi elaborati. Il tasso di positività continua a salire da diversi mesi e ora è arrivato a 13,4 percento. I morti sono stati 146, per un totale di 33.623.

19 Ottobre 20:08 Il ministro Speranza: “Ok a ipotesi misure più restrittive in Lombardia”

"Sono d'accordo sull'ipotesi di misure più restrittive in Lombardia. Ho sentito il Presidente Fontana e il sindaco Sala e lavoreremo assieme in tal senso nelle prossime ore". Lo ha dichiarato all'Ansa il ministro della Salute Roberto Speranza dopo che dalla Lombardia è arrivata la proposta di un coprifuoco alle 23.

19 Ottobre 19:58 Coronavirus Spagna: altri 37.889 contagi Covid-19 nel fine settimana

La Spagna ha registrato 37.889 nuovi contagi nel fine settimana. Lo ha riferito il ministero della Salute, precisando che i decessi sono stati 217 per 33.992 complessivi. Il Paese si sta avvicinando a un milione di casi: i contagi sono attualmente arrivati a 974.449.

19 Ottobre 19:36 La Lombardia chiede al governo il coprifuoco dalle 23

Stop di tutte le attività e degli spostamenti, a esclusione di casi eccezionali per motivi di salute, lavoro e comprovata necessità, nell'intera Lombardia dalle ore 23 alle 5 del mattino a partire da giovedì 22 ottobre. È questa la proposta chei sindaci di tutti i Comuni capoluogo della Lombardia, il presidente dell'Anci, Mauro Guerra, i capigruppo di maggioranza e di opposizione e il governatore Attilio Fontana, preso atto di quanto rappresentato dal Comitato Tecnico Scientifico lombardo, chiederanno di condividere al Governo, nella persona del ministro della Salute, Roberto Speranza, per fronteggiare la diffusione del Coronavirus.

19 Ottobre 19:25 Positivo al Covid-19 cerca di salire su un treno e aggredisce gli agenti: arrestato

Positivo al Coronavirus, cerca di salire su un treno e reagisce alla Polizia ferroviaria con calci e pugni, venendo alla fine arrestato. L'episodio è avvenuto nel fine settimana alla stazione di Venezia-Mestre. L'uomo, di 58 anni, è stato rintracciato mentre attendeva un treno diretto a Verona, deciso a salire a ogni costo sul convoglio. Intercettato dagli agenti della Polfer dapprima ha iniziato a spintonarli, poi, ormai fuori controllo, ha tentato di colpirli con calci e pugni. È stato arrestato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Visto il suo stato di agitazione, gli operatori hanno contattato il personale medico del 118 e l'uomo è stato accompagnato all'Ospedale dell'Angelo.

19 Ottobre 19:09 Coronavirus Gran Bretagna, 18.804 contagi in 24 ore

Sono 18.804 i casi di Covid-19 in Gran Bretagna nelle ultime 24 ore. Si contano anche 80 morti. Lo scrive la Bbc citando il governo britannico.

19 Ottobre 18:56 Conte: “Non possiamo escludere lockdown circoscritti”

"Prima non eravamo preparati e siamo arrivati al lockdown generalizzato che non potevamo evitare. Ora invece abbiamo lavorato, per fare i test, distribuire le mascherine, abbiamo lavorato nelle scuole, negli uffici per garantire la massima sicurezza e ora dobbiamo garantire una strategia diversa: la curva è obiettivamente preoccupante, ci stiamo predisponendo per evitare il lockdown generalizzato, ma non possiamo escludere che se le misure non daranno effetti saremo costretti a tararle più efficacemente e arrivare a lockdown circoscritti perché uno generalizzato dobbiamo evitarlo". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. "Dobbiamo essere vigili, come sulle palestre, e agire con adeguatezza e proporzionalità, in modo ragionato, non emotivo", ha aggiunto.

19 Ottobre 18:44 Galli: “Non vedo morti di fame per le strade, ma morti di malattia negli ospedali”

"Da qui al lockdown credo che ci siano anche possibilità intermedie anche se meno si riesce a fermare il contagio e più si avvicina a questo tipo di scelta. Il lockdown è una cosa drammatica ma allo stesso tempo molto semplice, quando non puoi fare altro allora chiudi tutto". Così Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano. Galli ha aggiunto: "L’estate che ci è stata, con tutte le sue caratteristiche, con la popolazione che ha pensato di poter fare a meno di preoccuparsi, ci ha dato quello che ci ha dato", così spiegando anche che "in questo caso tutto il sistema è stato carente con un'articolazione molto complessa in ambito ospedaliero tra governo e regioni. Si rischia più di combinare guai che altro. Mi sarei augurato più concretezza e meno litigiosità. Mi aspettavo più decisioni a livello nazionale, in maniera coerente e in aiuto di tutti". "Non vedo morti di fame per le strade in questo momento, ma vedo purtroppo morti di malattia negli ospedali", ha detto ancora l'infettivologo del Sacco, spiegando che nell'immediato c'è il rischio che molte persone muoiano per questa malattia. Per l'esperto devono essere sostenute le persone maggiormente in difficoltà ma – ha detto ancora – "piantiamola di dire che o si muore di questo o di quello: subito si rischia di morire di questa malattia, tutto il resto è modo inadeguato per affrontare il problema".

19 Ottobre 18:19 Conte: “Fondi per sanità, trasporti e nuove Cig”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro Roberto Gualtieri hanno presentato in conferenza stampa la manovra da 39 miliardi che dovrà provare a risollevare l’economia dopo il crollo innescato dall’emergenza coronavirus. In manovra ci sono "risorse significative per rafforzare la sanità, rafforzare il trasporto scolastico, dare sostegno ai settori più colpiti, per un nuovo ciclo di cassa integrazione, e per misure di sostegno per favorire la liquidità delle imprese", ha detto Conte.

19 Ottobre 18:08 Contagi raddoppiati in una settimana nonostante il calo dei tamponi del weekend

Oggi sono stati registrati 9.338 contagi, leggermente in calo rispetto ai giorni precedenti, ma si tratta di dati che risentono fortemente dell'"effetto weekend", cioè del minor numero di tamponi che generalmente vengono effettuati tra sabato e domenica. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 98.862 screening a fronte dei 165.837 di venerdì. Tuttavia, l'aumento dei casi positivi e l'incremento esponenziale della curva di trasmissione dell'infezione è ben visibile confrontando i numeri di oggi con quelli di una settimana fa, entrambi caratterizzati da un minor numero di test effettuati. Solo una settimana fa, lunedì 12 ottobre, i contagi erano 4.619, a fronte di 85.442 test. Dunque, a parità più o meno di tamponi analizzati, in numero inferiore per via dell'effetto weekend, in soli 7 giorni i contagi da Covid-19 sono più che raddoppiati su tutto il territorio nazionale.

19 Ottobre 17:58 Francia, Brigitte Macron in isolamento

Brigitte Macron, la premiere dame di Francia, è un "caso-contatto" al Covid-19. La consorte del presidente francese non ha sintomi ma, come prescrive il protocollo, si è messa in isolamento per una settimana. Ne dà notizia il suo entourage. Brigitte Macron, secondo quanto si apprende, è stata in contatto giovedì 15 ottobre con una persona positiva al Covid-19 e con sintomi.

19 Ottobre 17:48 Usa lo spray al peperoncino per mantenere le distanze, 71enne accusato di lesioni

Per mantenere le distanze e tutelarsi da possibili contagi un uomo di 71 anni che vive nella città tedesca di Aquisgrana (tra le zone della Germania classificate a rischio per l'alto tasso di contagio da Coronavirus) ha deciso di servirsi dello spray al peperoncino, di cui ha cosparso un gruppo di podisti e una coppia di ciclisti. Sono stati questi ultimi a chiamare la polizia, dopo aver schivato l'attacco, sferrato – hanno detto – "senza alcun preavviso". L'uomo è stato accusato di lesioni corporali gravi e disturbo pericoloso del traffico. Con la polizia si è giustificato dicendo di non aver trovato altro modo per costringere i suoi concittadini a prendere sul serio la norma sul distanziamento sociale.

19 Ottobre 17:36 Coronavirus Lazio, in 24 ore 939 contagi e 9 decessi

Diminuisce il numero dei nuovi positivi nel Lazio. Secondo l'ultimo bollettino della Regione su oltre 17.000 tamponi oggi si registrano 939 casi. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.198 su 23.000 tamponi eseguiti. Nove i decessi e 119 i guariti nelle ultime 24 ore.

19 Ottobre 17:25 Coronavirus Campania, 1.593 contagi in 24 ore

Sono 1.593 i contagi di Coronavirus registrati in Campania nelle ultime 24 ore su 12.695 tamponi analizzati. È oggi la seconda regione, dopo la Lombardia, col maggior numeri di nuovi positivi. Dei nuovi casi, 79 sono con sintomi e 1.514 asintomatici. Stando a quanto riferisce l’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi in Campania si registrano anche 21 vittime (ma il numero così alto si riferisce a decessi tra il 1° ed il 17 ottobre, ma registrati soltanto oggi). Si registrano anche 123 guariti, che portano il totale a 8.576 persone.

19 Ottobre 17:17 Coronavirus Lombardia, 1.687 nuovi contagi e 6 morti

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati segnalati 1.687 nuovi contagi di Coronavirus (è la regione con il più alto numero di casi in 24 ore) e 6 morti. Aumentano ancora i ricoveri in ospedale (più 71) e in terapia intensiva (più 3 da ieri, per un totale di 113): questo il bollettino con i dati del 19 ottobre sui contagi Covid-19 nella Regione.

19 Ottobre 17:06 Bollettino ministero della Salute: in 24 ore 9.338 contagi e 73 morti

Nelle ultime 24 ore registrati in Italia 9.338 contagi e morti. È quanto emerge dal bollettino diffuso dal ministero della Salute. Sono 1.498 i guariti. Si registrano +47 terapie intensive e +545 ricoveri. Sono 98.862 però i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore.

19 Ottobre 16:51 In Puglia 321 nuovi contagi

Sono 321 i nuovi contagiati in 24 ore in Puglia, in aumento rispetto ai 301 di ieri. 63 contagi si registrano nel Foggiano, 4 in totale i decessi. I tamponi sono stati 2446, i guariti 87. Più 20 ricoveri in ospedale e 2 in terapia intensiva.

19 Ottobre 16:38 Polonia costruirà un ospedale da campo presso lo stadio nazionale di Varsavia

La Polonia vuole allestire un ospedale da campo presso lo stadio nazionale di Varsavia, per far fronte a un picco di nuovi casi di coronavirus nel Paese e al conseguente sovraccarico del sistema sanitario: lo ha annunciato alla televisione pubblica il portavoce del governo Piotr Muller. Muller, riferisce l'agenzia Reuters, ha aggiunto che le sale conferenze dello stadio saranno trasformate in un ospedale con circa 500 posti letto per i pazienti Covid-19.

19 Ottobre 16:27 Pregliasco: “Misure soft nel dpcm, rischio di effetti pesanti a Natale”

Nel nuovo Dpcm sono inserite "misure soft, e si fa appello al buonsenso dei cittadini. Il rischio però è che, se la situazione peggiora, gli effetti più pesanti li vedremo a Natale". Ad aver paura di un "Natale pesante" è Fabrizio Pregliasco che parlando con l'Adnkronos Salute si dice "convinto comunque che la scuola vada preservata. Per farlo è utile ‘sgonfiare' un po' i trasporti potenziando lo smartworking e adottando la didattica a distanza per i più grandi, penso agli ultimi anni del liceo e all'università, e mantenendo in classe i più piccoli". Quanto al lavoro, "la filiera della ristorazione è a rischio e al Governo spetta il compito di assicurare un ristoro a questi lavoratori". Questo comunque "è un momento cruciale: se non riusciamo a frenare la corsa del virus, il rischio è che a Natale pagheremo dazio. È vero, i morti sono ancora pochi, ma si tratta di morti evitabili", ha detto ancora il virologo. Infine "la misura sulle palestre: mi sembra un po' sghemba. Mi chiedo chi controllerà fra una settimana se le cose sono a posto?".

19 Ottobre 16:13 Ordine medici: “Tracciamento non sta funzionando, se trend non muta lockdown inevitabile”

"Abbiamo la percezione che il sistema di tracciamento dei contatti non stia più funzionando perché il numero dei contagiati da Covid sta aumentando in modo spropositato". A dirlo all'Ansa è il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli. Se "questo sistema di tracciamento salta – avverte – è chiaro che non c'è più contenimento della pandemia". Dunque "bisogna subito rafforzare il personale delle asl dedicato al contact tracing". "Se il trend dei casi non muterà ed i numeri, soprattutto quelli dei ricoveri in rianimazione, continueranno a salire – conclude Anelli – temo che si arriverà inevitabilmente al lockdown come misura estrema".

19 Ottobre 16:05 Coronavirus Toscana, 986 nuovi contati e 12 morti

Nuovi 986 contagi in Toscana nelle ultime 24 ore e 12 decessi. È il bilancio aggiornato sul Coronavirus nella Regione: si segnala un incremento di 10.557 tamponi (9.34% positivi), testati 7178, i guariti sono 109. Sette persone in più rispetto a ieri sono ricoverate in terapia intensiva, +64 negli altri reparti.

19 Ottobre 15:42 Cina continentale, nessun nuovo caso locale di Covid-19

Ieri in Cina continentale non sono stati riportati nuovi contagi trasmessi localmente. Lo ha dichiarato la Commissione Sanitaria Nazionale. Nel suo resoconto giornaliero, la commissione ha detto che ieri sono stati confermati in Cina continentale 13 casi importati, di cui cinque a Shanghai, tre nel Guangdong, due ciascuno a Tianjin e nello Shaanxi e uno nello Shanxi. La commissione ha aggiunto che non sono stati riportati nuovi casi sospetti o decessi relativi alla malattia. Ha inoltre dichiarato che ieri 16 pazienti sono stati dimessi dagli ospedali della Cina continentale dopo essere guariti. Fino al termine della giornata di ieri sono stati segnalati in Cina continentale 3.123 casi importati totali. Di questi, secondo la commissione 2.887 sono di persone dimesse dopo essere guarite e 236 di persone in cura negli ospedali mentre non sono stati segnalati decessi. Il totale dei casi confermati in Cina continentale è arrivato a 85.685, con 249 pazienti ancora in cura, quattro dei quali erano in condizioni gravi, 80.802 persone dimesse dopo essere guarite e 4.634 deceduti per la malattia.

19 Ottobre 15:25 Trento rinuncia al Mercatino di Natale: troppo alto il rischio di contagio

 Trento rinuncerà al tradizionale Mercatino di Natale. Impossibile, secondo i pareri giuridici chiesti dalla Giunta comunale, rispettare i paletti fissati dal nuovo Dpcm di palazzo Chigi. Quindi la 27/a edizione, il cui inizio era previsto per il 21 novembre, ha detto il sindaco Franco Ianeselli, probabilmente non si farà.
È infatti evidente come sia troppo alto il rischio di contagio dato dagli inevitabili assembramenti, visto il numero di visitatori che normalmente visitano le casette di piazza Fiera da fine novembre ai primi di gennaio.

19 Ottobre 15:19 Alle 17 conferenza stampa del premier Conte e del Ministro Gualtieri da Palazzo Chigi

Oggi lunedì 19 ottobre 2020, alle ore 17,00 circa si terrà a Palazzo Chigi una conferenza stampa del Presidente del Consiglio ed alla quale parteciperà il Ministro dell’Economia e delle Finanze.

19 Ottobre 15:13 Romania, positivi quasi un terzo degli ultimi test

In Romania su soli 8.040 test effettuati nelle ultime 24 ore, ben 2.466 sono risultati positivi (30.6%). Tali dati confermano la situazione sempre allarmante nel Paese balcanico, alle prese come gli altri Paesi della regione con una rapida diffusione del coronavirus in questa seconda ondata. Da ieri si sono registrati altri 57 morti con 757 pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva. A Bucarest, secondo quanto riportato dai media locali, è stata superata la soglia dei 3 casi ogni mille abitanti. Nelle prossime ore è atteso un annuncio del governo su nuove misure restrittive per fronteggiare l'ulteriore diffusione della pandemia.

19 Ottobre 14:58 Coronavirus in Umbria, il bollettino del 19 ottobre: 167 positivi, un decesso

Sono 167 (ieri erano stati 327) i nuovi casi di coronavirus registrati oggi (lunedì 19 ottobre) in Umbria, dove diventano così 4.909 le persone risultate contagiate dal Covid-19 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Dal bollettino odierno – con i dati di Regione e Protezione Civile aggiornati alle ore 10.48 – si evince un aumento leggermente inferiore degli attuali positivi, che ora sono 2.574 (+138 rispetto a ieri). “

19 Ottobre 14:30 Tar Campania respinge ricorso contro scuole chiuse

Respinta l'istanza cautelare contro l'ordinanza regionale che chiude le scuole in Campania fino al 30 ottobre prossimo. E' quanto stabilito dal decreto della Sezione Quinta del Tar Campania. Nel testo del decreto si legge che “la espressa temporaneità della misura e il manifestato proposito, come rappresentato dalla difesa regionale” di rimodulare il provvedimento impugnato alla luce del Dpcm emanato ieri, relativo alle attività didattiche” hanno portato a respingere il ricorso.

19 Ottobre 14:19 Al via tracciamento Ue, anche con app italiana

Al via un sistema europeo di tracciamento per il coronavirus, con le app di Italia, Irlanda e Germania. Lo annuncia la Commissione Ue su Twitter. “Per sfruttare il pieno potenziale delle app di tracciamento, abbiamo fissato un sistema europeo, in modo che le app nazionali interagiscano tra loro. Oggi il sistema diventa operativo con le app di Italia, Irlanda e Germania”. “La lotta al coronavirus è la nostra massima priorità. Le app di tracciamento aiutano ad abbattere la catena delle infezioni. Incoraggio le persone ad usarle. Tre Paesi si sono uniti oggi, presto anche altri, perché si possa essere avvisati dei rischi ovunque siamo”, commenta la presidente Ursula von der Leyen

19 Ottobre 14:09 Galles in lockdown per due settimane

Il primo ministro gallese ha imposto un lockdown di due settimane. "Tutti dovranno restare a case", ha detto Mark Drakeford, precisando che scatterà da venerdì prossimo. "Dovrà essere rigoroso per ottenere l’impatto voluto", ha aggiunto. Tutte le attività economiche non essenziali saranno chiuse.

19 Ottobre 13:45 Locatelli (Cts): “I primi vaccini saranno disponibili a inizio primavera”

“Si sta facendo un grande sforzo internazionale sui vaccini. Realisticamente credo che potremmo far partire le vaccinazioni per le persone fragili, le forze dell’ordine, gli operatori sanitari nei primi mesi della prossima primavera”. A dirlo il presidente del Consiglio superiore di sanità e Componente del Cts, Franco Locatelli, in un'intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei.

“Il lavoro di Arcuri sui tamponi – ha aggiunto Locatelli – è formidabile. Negli ultimi giorni di tamponi molecolari siamo arrivati a oltre 150 mila. E l’ Italia è uno dei Paesi che fa più tamponi al mondo. In questo momento c’è anche la disponibilità dei test rapidi antigenici. Però più che di numeri parlerei di strategie perché diventerebbe una corsa che andrebbe ad autosostenersi e sposterebbe l’asticella sempre più in alto. Dire ‘facciamo più tamponi’ è facile mentre più complesso e articolato il discorso sull’elaborazione di una strategia in termini di sistema Paese per dar corso alla realizzazione di questi tamponi. Dobbiamo rendere più efficienti i percorsi e soprattutto diamo un ruolo importante ai medici di medicina generale”.

“La situazione attuale – ha spiegato Locatelli  – è ben diversa rispetto a quella di marzo dove il carico di patologia che gravava era significativamente maggiore rispetto ad oggi. Basta andare a vedere il numero delle terapie intensive e delle persone che hanno perso la vita. Certamente c’è stata un’accelerazione importante del numero dei contagiati ma ci sono significative differenze”.

19 Ottobre 13:14 Bologna, 25enne insulta e aggredisce i carabinieri: l’avevano invitato a indossare la mascherina

Sorpresi a passeggiare nel centro di Bologna senza la mascherina, hanno insultato e in un caso anche aggredito i Carabinieri che li invitavano a indossarla. È successo nel weekend appena trascorso, durante i controlli svolti dall'Arma per verificare il rispetto delle norme e dei comportamenti sociali da tenere per evitare la diffusione del Covid-19. In Piazza Verdi, zona universitaria, una delle piazze toccate dal divieto di stazionamento dalle 18 alle 6, un 25enne ha insultato e poi preso a calci i militari che gli avevano detto di mettersi la mascherina. Oltre alla sanzione prevista, è stato denunciato per resistenza a un pubblico ufficiale. Un episodio simile è successo nella vicina via delle Belle Arti, dove una studentessa di 20 anni ha insultato i militari che l'avevano gentilmente invitata a indossare la mascherina. Per la giovane, insieme alla sanzione, è scattata una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. Complessivamente, nel corso dei controlli le persone identificate sono state più di 2.200.

19 Ottobre 12:52 Viminale: “Laddove fosse urgente, chiuderemo anche in sole 24 ore”

"Laddove si rivelassero condizioni di urgenza, nell'arco di 24 ore si può far anche l'ordinanza di chiusura, ma è chiaro che non vanno tralasciati una serie di passaggi, non ultimo quello che, quando un provvedimento riguarda un'esercizio, va notificato". Lo ha detto all'ANSA il Sottosegretario all'Interno con delega agli Enti Locali, Achille Variati, commentando le misure introdotte dal Dpcm. "Essendo una motivazione di natura sanitaria – ha aggiunto Variati – il Prefetto non ha una capacità di emettere l'ordinanza ma di attuazione di quest'ultima. Il sindaco fa l'ordinanza e lo strumento è il Comitato di ordine e sicurezza pubblica, che supporterà, motiverà e accompagnerà il sindaco sull'opportunità di emettere il provvedimento da lui firmato".

19 Ottobre 12:45 Sardegna, 90 positivi in due case di riposo

È allarme coronavirus nella struttura per anziani Casa Alloggio Don Francesco Putzu a Selargius nell'hinterland di Cagliari e nella comunità alloggio di Nuraminis, nel sud Sardegna. Quaranta ospiti, sei operatori e un volontario della prima struttura sono risultati positivi al covid, mentre nell'altra i contagiati sono 40 tra ospiti e personale. Inoltre una delle due vittime di ieri in Sardegna era stata ospite della Casa Alloggio di Selargius. “Purtroppo anche Selargius si trova a piangere la sua prima vittima Covid – ha detto il sindaco Gigi Contu – ho ricevuto conferma del decesso di un'anziana ospite della Casa Alloggio Don Francesco Putzu, che non è riuscita a vincere la sua battaglia contro il virus. Si tratta di una donna, 92nne, che dopo aver mostrato i primi sintomi il 14 ottobre, è stata ricoverata nel reparto di pneumologia del Santissima Trinità, dove ieri si è spenta”. Il primo cittadino informa anche della situazione generale della Casa Alloggio. “A seguito dei tamponi effettuati, sono risultati positivi 40 ospiti, 6 operatori e 1 volontario – evidenzia Contu -. I sei operatori e il volontario risultano asintomatici e, attualmente, si trovano in isolamento domiciliare, mentre gli ospiti residenti, per la maggior parte, non presentano sintomi e solo alcuni sono paucisintomatici. Mi assicurano dalla struttura che sono stati valutati e visitati dai loro medici e dove necessario, sono state introdotte le terapie del caso; sono tutti monitorati continuamente dagli operatori sanitari in contatto diretto con i medici e del responsabile di struttura”. Il sindaco descrive il quadro della situazione a Selargius. “Questi nuovi casi vanno ad aggiungersi ad altri 27 nostri concittadini positivi al Covid, uno dei quali si trova attualmente in ospedale, mentre gli altri sono sottoposti a isolamento domiciliare – sottolinea -. E ai duecento, tra studenti e personale scolastico in attesa di tampone, delle scuole elementari di via Roma e Parigi, per le quali, con ordinanza, ho disposto la chiusura”.

19 Ottobre 12:41 Morti altri due medici, il totale delle vittime sale a 181

Ernesto Celentano, 60 anni, medico di medicina generale a Napoli, nella zona di Secondigliano, contagiato, sembra, da un paziente. E Giovanni Briglia, otorino cinquantenne di Roma, che avrebbe invece contratto la malattia in contesto extra-lavorativo. Sono stati gli ultimi due medici a morire per il Covid-19: i loro nomi sono riportati nell'elenco-memoriale pubblicato sul portale della FNOMCEO, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. Sale cosi' a 181 il numero dei medici caduti nel corso della pandemia.

19 Ottobre 12:38 Ats Milano ammette difficoltà: ”Non riusciamo a tracciare tutti i contagi”

Non riusciamo a tracciare tutti i contagi, a mettere noi attivamente in isolamento le persone. Chi sospetta di aver avuto un contatto a rischio o sintomi stia a casa”: lo ha detto a SkyTg24, il direttore sanitario dell'Ats Milano Vittorio Demicheli, spiegando che “quello che ci preoccupa è che non sappiamo esattamente in una grossa metropoli la velocità con cui il fenomeno si può verificare”. “Quello a cui lavoriamo in questo momento è invitare le autorità a prendere delle decisioni un po' più incisive, quando abbiamo chiuso le attività alle 18 nella curva epidemiologica c'è stata una frenata brusca”, ha aggiunto Demicheli. Come Varese e Monza, anche “Milano era stata colpita marginalmente” e “quello che vediamo è che il contagio circola più velocemente nelle zone che sono state meno colpite la volta scorsa, quando è intervenuto il lockdown”, ha detto Demicheli rinnovando “l'invito ai cittadini a fare ciascuno la propria parte. Ciascuno dovrà rinunciare a qualcosa, perché in questo momento la fase del contenimento purtroppo è inefficace”.

19 Ottobre 12:21 Il premier Conte: “Curva dei contagi in preoccupante risalita”

"La curva dei contagi è in preoccupante risalita: abbiamo esteso l'intensa rete di protezione per dare una risposta sanitaria efficace e proteggere il nostro tessuto sociale per attutire le ripercussioni dell'improvvisa fase recessiva". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo all'Assemblea annuale dell'ANIA.

19 Ottobre 12:09 Campania: “Le scuole riaprono”, ma è una fake news: scatta la denuncia

"Una ennesima fake news riguardante una falsa ordinanza sulla scuola sta girando nei gruppi e nelle chat dei social. Nessun provvedimento ulteriore è stato preso sulla scuola e rimangono in vigore le ordinanze già comunicate e pubblicate". Lo rende noto l'Unità di crisi della Campania per la gestione dell'emergenza Covid. "Si invitano tutti ad attenersi alle comunicazioni ufficiali provenienti dall'Unità di Crisi, a consultare il sito della Regione Campania e tutti i canali social ufficiali in modo da avere riscontro sulle attività e i provvedimenti messi in campo per contrastare l'epidemia. Gli autori delle fake news saranno denunciati alle autorità competenti", conclude la nota.

19 Ottobre 11:47 Coronavirus Marche: meno positivi (98), ma crollano i tamponi e la percentuale si impenna

Diminuiscono i contagi nelle Marche, ma sono molti di meno i test effettuati. Oggi, lunedì 19 ottobre, il Gores ha infatti segnalato 98 positivi contro i 204 di ieri. Ma con molti meno tamponi analizzati: 694 (ieri erano stati 1.662). Tanto che si impenna la percentuale di positività: dal 12,2% di ieri al 14,1% di oggi.

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1217 tamponi: 694 nel percorso nuove diagnosi e 523 nel percorso guariti. I positivi sono 98 nel percorso nuove diagnosi: 16 in provincia di Macerata, 57 in provincia di Ancona, 13 in provincia di Pesaro Urbino, 4 in provincia di Fermo, 5 in provincia di Ascoli Piceno e 3 fuori regione.

19 Ottobre 11:45 Il Ministero degli Interni chiarisce dopo le polemiche: “Chiusure decise coi Prefetti”

"Col nuovo Dpcm lo Stato non abbandona i Comuni né li investe di responsabilità improprie: i primi cittadini, che sono autorità sanitarie locali, saranno ovviamente supportati in tutto dai Prefetti, negli appositi Comitati provinciali di ordine pubblico. Ed è proprio con i Prefetti e nei Comitati Provinciali che si potranno valutare casi particolarmente delicati in cui risultasse necessario, opportuno e possibile chiudere al pubblico strade o piazze". Lo ha detto il Sottosegretario all'Interno con delega agli Enti Locali, Achille Variati.

19 Ottobre 11:26 Oltre 40 milioni di casi nel mondo

Sono oltre 40 milioni i casi di coronavirus nel mondo dall'inizio della pandemia, secondo un conteggio dell'Afp. In tutto il mondo sono state registrate 40.000.234 infezioni e 1.113.896 decessi. I Paesi più colpiti sono gli Stati Uniti con 8.154.935 contagi, l'India con 7.550.273 e il Brasile 5.235.344. Solo negli ultimi sette giorni sono stati segnalati più di 2,5 milioni di casi, il numero settimanale più alto da quando il Covid-19 è emerso in Cina alla fine dello scorso anno.
La crescita dei dati può essere spiegato in parte dal forte aumento dei tamponi effettuati in alcuni Paesi e probabilmente non include i casi meno gravi o gli asintomatici che non sono stati confermati da un test.

19 Ottobre 11:05 Coronavirus Veneto: oggi 502 nuovi casi e nessun decesso

Sono 502 i nuovi casi di Covid in Veneto nelle ultime 24 ore. Un dato più basso dunque rispetto a quello di ieri 18 ottobre quando la regione di Luca Zaia ha fatto registrare l'aumento più alto di casi di Coronavirus in questa seconda ondata del virus: 800 nuovi contagiati. Zero i decessi, mentre ieri erano stati 9.

19 Ottobre 10:51 Cirio (Piemonte): “Faremo controlli della febbre a campione ai confini della regione”

Il Piemonte effettuerà una “azione informativa e di controllo a campione” ai varchi di frontiera con la Francia. Lo annuncia il governatore Alberto Cirio che nei giorni scorsi aveva evidenziato la necessità di sorvegliare i confini per presidiare il territorio dai casi di Coronavirus provenienti dall'estero. “La nostra protezione civile sta allestendo delle tende dove, affiancati dalla polizia, misureremo la febbre a campione a chi arriva – spiega Cirio ai microfoni di Agorà, su Rai Tre – In caso di febbre, intimeremo di recarsi all'Asl più vicina per essere preso in carco dal sistema sanitario regionale”.

19 Ottobre 10:25 Ricciardi (Ministero Salute): “Servono chiusure mirate, no lockdown generalizzati”

“Vivremo mesi col virus e dobbiamo avere soldati in trincea. Ora sono troppo pochi. Ma questa è una guerra che ha bisogno anche di tecnologia. Se non hai uomini e, come detto, disponi di strumenti tecnologici limitati, il virus entra, scavalca la trincea e dilaga”. Lo dice Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, in un’intervista a Repubblica.

Per quanto riguarda le regioni più colpite “vanno fatte chiusure mirate, con precisione chirurgica. In questa fase non ha senso muoversi a livello regionale ma metropolitano, provinciale, comunale. Non è più il momento di lockdown generalizzati. Ma i governatori devono assumersi le loro responsabilità”.

L’andamento dell’epidemia – prosegue – è legato a quello che è successo due-tre settimane prima. Se guardiamo indietro, vediamo comportamenti a rischio in ambito ricreativo, tra serate fuori, movida e così via, e assembramenti in circoli, palestre, luoghi dove ci si incontra in tanti per manifestazioni varie. Poi ci sono i trasporti pubblici. Il tutto si convoglia nelle case, dove avviene la trasmissione intrafamiliare, che genera il maggior numero di casi.Così in certe zone del Paese si è perso il controllo, la crescita dei casi non è più lineare, ma esponenziale”.

19 Ottobre 10:14 Quando (e come) inizia il nuovo orario scolastico alle superiori: cosa dice il nuovo dpcm

Cambiano gli orari per le scuole superiori: il nuovo dpcm, firmato da Giuseppe Conte il 18 ottobre, prevede una rimodulazione dell’attività didattica con ingressi differenziati. Non solo la possibilità di effettuare turni pomeridiani, ma anche l’ingresso a scuola che avverrà a partire dalle 9. Le nuove disposizioni non entrano immediatamente in vigore, ma solo tra qualche giorno.

19 Ottobre 09:52 L’immunologo Mantovani: “Saltati milioni di esami oncologici per colpa del Covid”

"Sono convinto che non dobbiamo parlare solo di coronavirus, il che non vuol dire abbassare la guardia, ma non ripetere gli errori della prima fase. I numeri sul cancro sono drammatici. Nei mesi scorsi abbiamo perso un milione e mezzo di esami senologici e ci sono dati simili su altri tumori. Le persone hanno paura di ospedali e ambulatori e questo provoca danni enormi, mentre tutto si può fare in sicurezza". A dirlo, in un'intervista alla Stampa, è l'immunologo Alberto Mantovani, direttore scientifico dell'Humanitas. Mantovani aggiunge: "Non sono un esperto di salute pubblica, ma esprimo una preoccupazione: la scuola deve restare aperta. Bisogna bilanciare la protezione della parte fragile della popolazione con il diritto allo studio dei giovani, che sono relativamente resistenti al virus, e al tema della diseguaglianza sociale amplificata dalla chiusura".

19 Ottobre 09:45 L’allarme di Save The Children: i bambini “rischiano di diventare più poveri e vulnerabili”

L'allarme di Save The Children: in Italia a causa del coronavirus il numero di minori in povertà assoluta potrebbe considerevolmente aumentare, così come la dispersione scolastica, già al 13,5%. E nel mondo un bambino su tre potrebbe vivere senza cibo sufficiente e accesso a beni e servizi essenziali.

19 Ottobre 09:21 Crisanti: “Lockdown a Natale? Ero ottimista. Il virus corre veloce…”

“Ero stato ottimista quando avevo parlato di lockdown a Natale. Magari non chiamiamolo in questo modo, però con questi numeri arriveremo a un inasprimento delle misure di contenimento molto prima”. Così, in un’intervista a ‘Il Messaggero’, il microbiologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti. “Abbiamo un doppio problema – afferma – I numeri che stanno venendo fuori sono un disastro. Dobbiamo abbassare la curva dei contagi, ma una volta ottenuto il risultato, dobbiamo essere in grado di mantenere la curva bassa. Ma è saltato completamente il sistema di tracciamento. Le misure di contenimento sono inutili senza un piano organico per dotare l’Italia di un sistema che mantenga basso il numero dei contagi. È la vera sfida".

19 Ottobre 09:12 Chiusura di strade e piazze della movida alle 21: come funziona il provvedimento del dpcm

Il nuovo dpcm firmato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prevede la possibilità di chiudere piazze e strade della movida alle 21. Responsabilità affidata ai sindaci, i quali però protestano e ottengono di eliminare il riferimento diretto a loro nel testo definitivo. Così nel provvedimento non si specifica a chi spetta decidere queste chiusure.

19 Ottobre 09:05 Sottosegretaria Zampa: “Due terzi dei nuovi contagiati sono asintomatici”

"Due terzi dei nuovi contagiati contati ieri sono asintomatici e questo significa parecchio dal punto di vista della gestione del virus: sono persone che devono stare a casa dieci giorni e rispettare certe regole ma che non aumentano la pressione sugli ospedali". Lo ha sottolineato la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, intervistata ad "Omnibus" su La7.

19 Ottobre 08:48 Lagarde (BCE): “I fondi del Recovery Fund arrivino a inizio 2021”

È "fondamentale" per la ripresa dell'Eurozona che il Recovery Fund, dotato di 750 miliardi di euro, "sia un successo" e "deve assolutamente essere mantenuto" l'obiettivo della Commissione di distribuire i fondi all'inizio del 2021. A dichiararlo la presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, in un'intervista al quotidiano francese Le Monde. Se il piano non sarà mirato, se si perderà in labirinti amministrativi e non supporterà l'economia reale per orientare i Paesi verso il digitale e il green, ha detto Lagarde, "avremo perso un'occasione storica per cambiare le cose".

19 Ottobre 08:43 I presidi: “L’ingresso a scuola alle 9 non ha senso nelle piccole città”

"È stato riaffermato il valore della didattica in presenza". A dirlo Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, che in un'intervista a Repubblica ha commentato le misure sulla scuola annunciate dal Presidente del Consiglio Conte. La scuola in presenza "è un fatto importante, quello che avevamo chiesto. La scuola non andava chiusa, perché i focolai dei contagi sono altrove, e non doveva pagare il fatto che altri sistemi non funzionano. Penso ai trasporti pubblici, ma anche alle Asl che stanno avendo tantissime difficoltà a fare diagnosi, tracciamenti e a restituire l’esito dei tamponi in tempi rapidi. Ci sono casi in cui passano anche dieci giorni, nel frattempo si scaricano le decisioni sulla scuola".

Riguardo l'ingresso dopo le nove alle superiori, "se si risolve così il picco delle otto dei trasporti va bene. Ma poi ci devono essere autobus all’uscita posticipata di un’ora. E soprattutto deve essere una misura che tiene conto del contesto: ha senso a Roma e a Milano, nelle grandi città. È meno giustificata in un piccolo centro". "Sulla parte sanitaria – aggiunge – chiediamo personale dedicato nella gestione dei casi: il carico di lavoro è stato sottovalutato, le Asl sono in tilt. Si faccia un organico Covid anche per la sanità, come è stato fatto per docenti e il personale Ata, e si incarichino queste persone di seguire solo la situazione nelle scuole".

19 Ottobre 08:39 Gerusalemme, in coma il segretario generale dell’Olp Saeb Erekat

Il segretario generale dell'Olp (Organizzazione per la liberazione della Palestina), Saeb Erekat, 65 anni, "è in coma". A renderlo noto l'ospedale Hadassah di Gerusalemme, dove è ricoverato da ieri. "Ha trascorso una notte tranquilla, ma stamane le sue condizioni sono peggiorate. In seguito ad una crisi respiratoria, è adesso in coma ed è sottoposto a ventilazione", riferisce un comunicato dell'ospedale.

19 Ottobre 08:33 Conte ha firmato il nuovo Dpcm: norme in vigore da oggi al 13 novembre

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro della Salute, Roberto Speranza, hanno firmato il nuovo dpcm contenente le misure di contenimento per contrastare la diffusione del Covid-19. Il provvedimento contiene una serie di norme che mirano a limitare la movida e gli sport di contatto. Il dpcm del 18 ottobre, che avrà validità fino al 13 novembre, lascia la responsabilità ai sindaci (ma forse anche ai prefetti, non esplicitando chi ne abbia la responsabilità) di chiudere dopo le ore 21 strade e piazze cittadine per evitare assembramenti. Si prevede inoltre la chiusura dei servizi di ristorazione a mezzanotte, con la possibilità di consumare solo ai tavoli dopo le 18 sia per i bar che per i ristoranti, mentre resta consentita la possibilità delle consegne a domicilio. Nei locali, inoltre, al tavolo non ci potranno essere più di sei persone per volta.

19 Ottobre 08:29 Campania, il bollettino del 19 ottobre: 1.376 nuovi casi e due morti

Nelle ultime 24 ore in Campania son stati registrati 1.376 nuovi casi di Coronavirus: salgono a quota 25.819 i positivi nella regione dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Stando a quanto riferisce l’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi, in Campania si registrano anche due morti: il numero dei morti per Covid in Campania dall’inizio della pandemia ha superato quota 500.

19 Ottobre 08:22 Raggi: “I sindaci dovranno disporre restrizioni? Mancano gli strumenti”

Oltre al sindaco di Bari e presidente dell'Anci Antonio Decaro anche Virginia Raggi ha protestato contro quello che è stato definito lo scaricabarile del governo sui sindaci in merito alla disposizione delle chiusure anti Covid. In un tweet pubblicato ieri la prima cittadina romana ha scritto: “I sindaci dovranno disporre chiusure e restrizioni Covid? Mancano dati, informazioni, forze ordine e strumenti adeguati alla richiesta. Attendiamo di leggere Dpcm”. Il testo pubblicato effettivamente stamattina non menziona i sindaci: Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private".

19 Ottobre 07:58 Decaro (Anci): “Governo scorretto, sui coprifuoco scarica le responsabilità sui sindaci”

In foto: Antonio Decaro.
in foto: In foto: Antonio Decaro.

"Scorrettezza istituzionale, le cabine di regia non servono a niente". Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci, non usa mezzi termini per commentare – in un'intervista rilasciata a Radio Capital – il nuovo Dpcm presentato ieri sera dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, riferendosi in particolar modo alla facoltà dei sindaci in indire il coprifuoco in alcune aree delle loro città. Secondo Decaro tale provvedimento rappresenta un modo per scaricare responsabilità sui primi cittadini senza che nel contempo sia stato spiegato chi eseguirà i controlli.

19 Ottobre 07:34 Miozzo (Cts): “Terapie intensive in sovraccarico, si rischia la saturazione”

"Abbiamo un'evoluzione critica dei numeri di contagiati giornalieri, di sovraccarico dei servizi sanitari a partire dalle strutture di ricovero e dei reparti di terapia intensiva e malattie infettive e del territorio. Con l'attuale evoluzione dell'indice di trasmissione le strutture sanitarie, soprattutto in alcune regioni, rischiano di giungere alla saturazione. Per questa ragione è indispensabile, urgente e prioritario rafforzare la medicina territoriale con il coinvolgimento dei medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta che giocheranno, se adeguatamente coinvolti, un ruolo cruciale per ridurre la pressione sulle strutture sanitarie del Paese". A dirlo, in un'intervista al Corriere della Sera, il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico Agostino Miozzo secondo cui occorrerebbe al più presto "evitare picchi di concentrazione dei viaggiatori. Si sarebbe dovuto intervenire a livello locale ben prima di arrivare all'apertura delle scuole con 10 milioni di persone in movimento".

Quanto alla scuola, "i dati recenti ci dicono che le scuole sono luoghi dove la circolazione del virus risulta limitata. Le ore che i nostri ragazzi passano a scuola sono in un contesto relativamente sicuro, i rischi li corrono prima di entrare a scuola e quando escono". "In attesa del vaccino le vere uniche armi sono i tre pilastri di cui parliamo da mesi: mascherine, distanziamento, igiene. E poi bisogna respingere i terroristi della comunicazione, chi alimenta scenari inquietanti".

19 Ottobre 07:27 India, 579 morti nelle ultime 24 ore: il dato più basso da tre mesi

L'India ha fatto registrare nelle ultime 24 ore il più basso numero di nuovi morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria: sono stati infatti 579, portando il totale dei decessi a quota 114.610. Le autorità sanitarie hanno inoltre diagnosticato 55.722 nuovi casi, per un totale di 7,5 milioni, secondo dato più alto dopo quello degli Stati Uniti.

19 Ottobre 07:22 Trump dopo il ricovero per Covid: “Mi sono sentito come Superman”

"Oggi possiamo fare cose contro il virus cose che erano impensabili sette mesi fa": a dirlo il presidente statunitense Donald Trump durante il comizio a Carson City, in Nevada. "Dopo aver preso il Regeneron, in ospedale, mi sono sentito come Superman", ha affermato riferendosi al trattamento con gli anticorpi che gli è stato somministrato quando è stato ricoverato.

19 Ottobre 07:17 USA, due vaccini potrebbero essere pronti a fine novembre

Le case farmaceutiche statunitensi Pfizer e Moderna prevedono di richiedere l'autorizzazione per i loro vaccini Covid-19 entro la fine di novembre negli Stati Uniti: se accadrà si tratterà di un record di velocità assoluto per lo sviluppo del vaccino, nove mesi dopo il prima morte per coronavirus nel Paese. Le società in ogni caso dovranno aspettare il via libera dalla FDA, l'agenzia farmaceutica statunitense. In vista dell'ok alla produzione il governo USA sta già predisponendo l'enorme catena logistica che sarà necessaria, con l'obiettivo di avviare la distribuzione delle prime dosi entro 24 ore dall'eventuale autorizzazione.

19 Ottobre 07:15 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 19 ottobre

Prosegue l'aumento dei contagi da coronavirus in Italia. Stando ai dati riportati nel bollettino di ieri, domenica 18 ottobre, diramato dal Ministero della Salute, ci sono stati 11.705 nuovi casi per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 402.536 . I guariti stati sono 251.461 (+2.334) e i decessi 36.543 (+69). Nel nostro paese ci sono ad oggi 126.237 casi positivi: di questi sono 7.131 i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi, mentre sono 705 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 146.541, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 13.540.582.

Questa la situazione regione per regione.

Lombardia: +2.975 (totale casi 126.769)

Piemonte: +1.123 (43.990  totale casi )

Emilia-Romagna: +526 (40.859 totale casi )

Veneto: +800 (35.851 totale casi )

Lazio: +1.198 (24.988  totale casi )

Campania: + 1.376 (25.819 totale casi )

Toscana: + 906 (22.802  totale casi )

Liguria: +370 (18.115  totale casi )

Sicilia: +548 (12.292  totale casi )

Puglia: +301 (11.385  totale casi )

Marche: +204 (9.458  totale casi )

P.A. Trento: +48 (6.845  totale casi )

Friuli Venezia Giulia: +155 (6.415 totale casi )

Abruzzo: +211 (6.194  totale casi )

Sardegna: +230 (6.096 totale casi )

P.A. Bolzano: +171 (4.819 totale casi )

Umbria: +327 (4.742  totale casi )

Calabria: +78 (2.761  totale casi )

Valle d'Aosta: +73 (1.811 totale casi )

Basilicata: +48(1.274 totale casi )

Molise: +27 (956 totale casi )

In questo quadro il Presidente del Consiglio ieri sera ha presentato i punti salienti del nuovo Dpcm introducendo una serie di restrizioni per frenare la curva dei contagi ma scongiurando un nuovo lockdown a livello nazionale che sarebbe troppo gravoso per l’economia del Paese. Chiusura di bar e locali alle 24, stop agli sport di contatto anche per le società dilettantistiche e potenziamento dello smart working.

Nel mondo la pandemia continua a correre: i contagi accertati sfiorano ormai i 40 milioni (39.899.915) mentre i decessi sono almeno 1.112.599. Gli Stati Uniti rimangono il paese più colpito seguito da India, Brasile, Russia, Argentina, Colombia, Spagna, Francia e Perù.