Dopo la diffusione della notizia riguardante la richiesta della Regione Lombardia di procedere con un coprifuoco nelle ore notturne a partire dal prossimo 22 ottobre, il governatore lombardo Attilio Fontana ha commentato la proposta inoltrata al Governo: "Credo sia opportuno prendere un'iniziativa come questa che è simbolicamIente molto importante", ha detto il presidente Fontana in collegamento con Quarta Repubblica su Rete 4, aggiungendo altresì che tale decisione "non dovrebbe avere delle conseguenze di carattere economico particolarmente gravi che non lasciare che la situazione peggiori". Il numero uno della Regione Lombardia ha poi spiegato di aver "sempre sostenuto che l'Italia non si può permettere un lockdown", motivo per cui "dal punto di vista economico ma anche psicologico, dobbiamo evitarlo e dobbiamo trovare la strada migliore per evitarlo".

Speranza d'accordo con la Lombardia, Pregliasco lo aveva suggerito

La strada migliore, in questo momento, è rappresentata dal coprifuoco tra le 23 e le 5 e la chiusura dei centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica su tutto il territorio lombardo. L'idea era già stata suggerita dal virologo Fabrizio Pregliasco che in due diverse interviste, una all'Ansa e una a Rai Radio 1, invitava le istituzioni a ragionare su un coprifuoco nelle grandi città italiane. A detta del virologo, nonché membro della Commissione tecnica scientifica della Lombardia, questa era, ed è, una delle principali restrizioni più efficaci "per evitare un lockdown a Natale". Il ministro della Salute Speranza ha già in serata dichiarato di essere d'accordo con le proposte avanzate dalla Lombardia.