È stato diramato il bollettino di oggi, lunedì 19 ottobre, con i dati relativi all'emergenza Coronavirus in Lombardia. Secondo quanto riportato dalla Regione, nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 1.687 nuovi contagi da Covid-19 su 14.577 tamponi effettuati. Ieri il dato era di 2.975 positivi su quasi 31mila tamponi. Per quanto riguarda i decessi, da ieri sono stati registrati 6 morti (ieri erano 21). Da febbraio, stando ai dati ufficiali, sono 17.084 i cittadini deceduti ufficialmente per Covid-19 nella sola Lombardia. In totale nella regione sono stati effettuati 2.516.861 tamponi da inizio pandemia.

I dati del bollettino della Lombardia

Continua a salire a ritmi preoccupanti il numero dei pazienti ricoverati in ospedale e in terapia intensiva. Con l'aumentare dei contagi aumentano infatti cresce anche la pressione sugli ospedali della rete regionale. Nelle ultime 24 ore il numero dei degenti è salito complessivamente di 71 unità, portando il totale a 1.136 (ieri erano 1.065). Crescono i ricoverati in terapia intensiva: da ieri sono aumentati di 3 unità i nuovi pazienti che hanno bisogno della ventilazione assistita per respirare meglio, per un totale di 113. Cresce anche il numero dei guariti, ora arrivato a 86.738 (più 341).

I contagi provincia per provincia

I dati più allarmanti arrivano ancora una volta da Milano, che resta la provincia più colpita con 814 contagi, dei quali 436 solo a Milano città. Situazione critica anche nella provincia di Monza e Brianza, con 265 positivi, e in quella di Varese, dove i nuovi casi sono 206. In provincia di Bergamo sono stati segnalati 23 nuovi casi positivi, mentre in quella di Brescia sono 39. Nella provincia di Como si registrano 31 nuove positività, mentre in quella di Cremona sono 50. Nel Lodigiano sono stati rilevati 48 casi, nel Lecchese 36 e nel Mantovano 13. I nuovi contagi nella provincia di Pavia sono 70. Solo 17 casi invece in provincia di Sondrio.

Terapie intensive sotto pressione, pronti 54 posti all'ospedale in Fiera Milano

Preoccupa l'aumento dei ricoveri nelle rianimazioni di tutta la Regione. Da sabato sono tutte aperte le terapie intensive dei 17 ospedali hub della rete regionale, a cui si somma l'Humanitas di Rozzano. In caso di esaurimento dei posti, scatterebbe la fase tre, che prevede l'utilizzo dell’ospedale alla Fiera di Milano. Il maxi hub da venti milioni di euro, quasi inutilizzato nella fase uno dell'emergenza, ha pronti 54 letti, mentre altri 104 potrebbero essere allestiti in pochi giorni. In caso di emergenza la capienza massima sarà di 221 posti. Resta il nodo del personale in caso di arrivo di decine o centinaia di pazienti.