23 Novembre 2021
09:45

Waukesha, accusato di omicidio il rapper Darrell Brooks Jr: aveva già investito una donna dopo una lite

Darrell Brooks Jr è stato accusato di omicidio per la strage della parata di Natale di Waukesha, in Wisconsin. Sono 5 le persone decedute mentre 48 sono i feriti. L’uomo aveva già investito deliberatamente una donna dopo una lite.
A cura di Gabriella Mazzeo

Darrell “Jay” Brooks Jr., rapper di 39 anni, è stato identificato e accusato di omicidio in seguito alla tragedia della parata di natale di Waukesha, nel Wisconsin. Il musicista ha investito nella serata di domenica 48 persone. Tra queste, 16 sono bambini e 5 persone sono decedute a causa delle gravi ferite riportate. Darrell E Brooks è attualmente in custodia ed è stato sottoposto agli esami tossicologici. Il capo della polizia di Waukesha, Daniel Thompson, ha riferito alla stampa che il gesto non è collegabile a un atto terroristico. Il rapper 39enne che sui social si definiva "il migliore della scena cittadina" aveva avuto un diverbio tra le mura domestiche e poi, secondo quanto ritengono gli inquirenti, avrebbe assunto droghe che lo hanno portato a sbandare con il veicolo investendo la folla.

Chi sono le vittime

Il rapper ha sfondato le barricate entrando con il mezzo nel percorso della parata natalizia. Ha quindi investito una band, la troupe di uno spettacolo di squadra e una crew di ballerine dai 9 ai 15 anni. Spettatori e artisti hanno cercato di fuggire mentre il Suv rosso sfrecciava impazzito sul sentiero. Le prime vittime identificate sono Tamara Durant e Jane Coolidge, di 52 anni. Seguono Leanna Owens, di 71, Virginia Sorenson (79) e Wilhelm Hospital (82). Gli anziani si trovavano nel mezzo della parata natalizia per il consueto spettacolo di "Dancing Grannies". Sul gruppo Facebook del gruppo sono in tanti a scrivere agli anziani uccisi. Altri 10 feriti sono bambini ricoverati in terapia intensiva. Tutti riportavano lesioni più o meno gravi alle ossa e alla testa.

Il ferito più giovane della vicenda ha appena 3 anni: Brooks ha frenato per puro istinto poco prima di premere il piede sull'acceleratore e travolgere chiunque intralciasse il suo cammino sulla Main Street. Il bimbo si trovava alla parata di Natale insieme ai genitori ed è stato investito deliberatamente dal rapper. Vivo per puro miracolo, è stato portato in ospedale in condizioni critiche. Secondo le forze dell'ordine, probabilmente il musicista stava cercando di sfuggire all'ennesimo arresto.

Le condanne a carico di Darrell “Jay” Brooks Jr.

Thompson ha dichiarato che dopo l'accaduto il SUV è stato sequestrato. Brooks aveva già a suo carico diverse condanne dal 1999. L'ultima vicenda giudiziaria che lo aveva coinvolto riguardava un altro incidente con l'auto: il rapper era stato infatti accusato di aver investito deliberatamente una donna con il Suv. Secondo alcuni testimoni, al momento della tragedia Brooks appariva "calmo e composto" alla guida mentre attorno a lui si diffondeva il panico. Immagini raccapriccianti che le telecamere di sorveglianza non sono riuscite a cogliere: per quanto sia evidente la folle velocità di percorrenza del veicolo nei video diffusi online, non è possibile vedere il conducente del mezzo.

Le parole del presidente Joe Biden

Il presidente americano Joe Biden ha reso omaggio alle vittime con un discorso alla Casa Bianca. "Cinque famiglie a Waukesha stanno affrontando un dolore nuovo, terribile, perché hanno perso una persona casa. Altre 40 persone in questo momento lottano per tornare a vivere. L'intera comunità dovrà metabolizzare un terribile atto di violenza ingiustificata. Faremo giustizia".

Darrell Brooks jr, chi è il rapper fermato per la strage del Suv a Wuakesha
Darrell Brooks jr, chi è il rapper fermato per la strage del Suv a Wuakesha
24 di Videonews
Darrell Brooks jr, chi è il rapper pregiudicato che è stato fermato per la strage del Suv a Wuakesha
Darrell Brooks jr, chi è il rapper pregiudicato che è stato fermato per la strage del Suv a Wuakesha
Svolta nel delitto Nada Cella: dopo 25 anni indagata per omicidio una donna
Svolta nel delitto Nada Cella: dopo 25 anni indagata per omicidio una donna
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni