(Foto Fb: Robert F. Kennedy Human Rights)
in foto: (Foto Fb: Robert F. Kennedy Human Rights)

La nipote di Robert F. Kennedy, fratello dell'ex presidente degli Stati Uniti d'America John Fitzgerald, ucciso a Dallas nel 1963, e a sua volta assassinato nel 1968, Maeve Kennedy Townsend McKean, e la sua figlio di 8 anni, Gideon, sono spariti da due giorni dopo un incidente in canoa nella baia di Chesapeake. Lo riporta il Washington Post, mentre il governatore del Maryland ha assicurato che sono in corso le ricerche con un ampio dispiegamento di forze per ritrovarli.

La Guardia Costiera americana: Visti lottare per tornare a riva

Secondo quanto ricostruito sinora, la famiglia Kennedy si sarebbe riunita in una casa sul lungomare dove i bambini stavano giocando nel cortile con un pallone, quando questo è finito nelle acque della baia. Per recuperarlo, pare che Maeve e suo figlio Gideon siano saltati su una canoa senza più fare ritorno. L'incidente è avvenuto ieri, giovedì 2 aprile. Subito allertate, le autorità del Maryland hanno avvistato una canoa rovesciata in corrispondenza del punto indicato dalla famiglia Kennedy, recuperandola. Il governatore dello stato statunitense ha annunciato oggi, venerdì 3 aprile, che le ricerche per ritrovare madre e figlio della potente e celebre famiglia americana proseguono senza sosta. La madre di Maeve è l'ex tenente governativo del Maryland Kathleen Kennedy Townsend. Inoltre, la Guardia Costiera americana ha affermato che che Maeve e suo figlio "sono stati visti lottare per tornare a riva in canoa" prima di scomparire nelle acque. Le cause dell'incidente sono ancora al vaglio dei inquirenti ma il rovesciamento della canoa potrebbe essere stato causato dal forte vento che soffiava ieri nella baia, con raffiche fino a 65 chilometri all'ora. Per intensificare le ricerche, si sono alzati in volo anche elicotteri e sono state attivate squadre di soccorso, a lavoro da oltre 24 ore. Purtroppo, per il momento, non ci sono novità.