Dandre Austin, 46 anni, è stato ucciso dal suo compagno di cella. Stava scontando l'ergastolo in una prigione della contea di Amador, nello Stato della California per stupro e abuso sessuale su minori. Mercoledì sera il California Department of Corrections and Rehabilitation (CDCR) ha riferito che gli agenti hanno trovato l’uomo moribondo nella sua cella presso la prigione statale di Mule Creek, dopo aver risposto alla chiamata di un "uomo a terra". Successivamente è stato dichiarato morto nonostante le manovre di rianimazione da parte del personale di emergenza, ha riferito il CDCR. Il compagno di cella di Austin, identificato come Rodney Jordan, è stato messo in alloggi separati in attesa di un'indagine.

Chi è l'uomo ucciso in carcere negli USA

Austin, originario di Richmond, è stato condannato nel 2008 all'ergastolo con possibilità di libertà condizionale per la reiterata violenza sessuale dei suoi tre nipoti in età scolare tra il 2002 e il 2006 mentre abitavano insieme. È stato condannato per stupro, condotta oscena e lasciva con un minore 14 anni, abuso sessuale continuo di un minore sotto i 14 anni, penetrazione con un oggetto estraneo con una vittima sotto i 14 anni, copulazione orale e sodomia. Jordan stava scontando un mandato di due anni per una condanna per furto con scasso di primo grado dalla contea di Los Angeles. È stato rilasciato sulla parola nel luglio del 2018 ed è tornato dalla libertà sulla parola due mesi dopo una nuova condanna, condannato a cinque anni per rapina di secondo grado.