13 Febbraio 2018
11:06

Ucciso a colpi di pistola al bar per una disputa sul peso del cane

La vittima di 43 anni colpita insieme ad un amico rimasto ferito. La tragedia a pochi giorni dalla scomparsa della sua ultimogenita. Lascia moglie e tre figli piccoli.
A cura di A. P.

Un'assurda disputa sulle dimensioni e il peso di un cane di uno dei presenti si è trasformata in tragedia nel parcheggio di un bar dello sport nello stato del Missouri, in Usa. Uno dei contendenti infatti ad un certo punto ha estratto una pistola e ha fatto fuoco sul rivale uccidendolo sul colpo. La vittima è il 43enne Scott Beary, per il quale sono stati inutili i successivi tentativi di rianimarlo da parte dei paramedici intervenuti sul posto. Nella sparatoria è rimasto ferito anche un suo amico, il 37enne Ryan Jacobsmeyer, che ha assistito a tutta la scena.

Secondo diversi testimoni presenti la bar, la sparatoria si è scatenata all'improvviso quando i due amici ormai stavano andando via. Poco prima tra i tre vi era stata solo una lite verbale sul cane, pare un esemplare di pastore tedesco e sulla sua mole, ma nulla lasciava presagire l'imminente dramma. L'uomo che ha aperto il fuoco non è stato arrestato e nemmeno incriminato perché secondo la polizia locale non ci sono prove sufficienti per determinare se l'uomo abbia agito in difesa o come aggressore visto che nello Stato la legittima difesa è largamente tutelata. Sconforto e incredulità quando è arrivata la notizia alla famiglia  di Scott Beary visto che l'uomo, appena cinque giorni prima della sparatoria, insieme alla moglie ha dovuto seppellire la loro figlia di 11 giorni a causa di complicazioni derivanti da una nascita prematura. Il 43enne lascia altri tre figli piccoli di  6, 15 e 13 anni.

Vadim, primo soldato russo a dichiararsi colpevole di crimini di guerra: "Ho ucciso anziano disarmato"
Vadim, primo soldato russo a dichiararsi colpevole di crimini di guerra: "Ho ucciso anziano disarmato"
Gli amici dell'imprenditore ucciso nel Bergamasco: "Siamo andati a casa sua e lo abbiamo trovato a terra"
Gli amici dell'imprenditore ucciso nel Bergamasco: "Siamo andati a casa sua e lo abbiamo trovato a terra"
4.470 di Chiara Daffini
Giornalista di Al Jazeera uccisa dai soldati israeliani in Cisgiordania
Giornalista di Al Jazeera uccisa dai soldati israeliani in Cisgiordania
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni