Fortissimo terremoto in Cile. La scossa è stata localizzata nel distretto di Pichilemu, mentre l’ipocentro a soli 10 Km di profondità. Secondo l’istituto americano Usgs, la scossa, di magnitudo 6.8 (poi rivista a 6.6 dall'INGV), ha avuto l’epicentro 95 chilometri a Sud-Ovest di San Antonio, nella regione di Valparaiso.

Il sisma è avvenuto alle ore 20:28 (ora italiana), ossia alle 14:28 ora locale. Dopo il sisma non è scattato l'allarme tsunami perché, secondo il Shoa, il servizio militare ideografico ed oceanografico, "le caratteristiche di questo terremoto non riconducono alle condizioni necessarie per generare uno tsunami sulle coste del Cile", si legge sui siti cileni che riportano che, secondo le misurazioni degli istituiti locali.

L’area interessata dal sisma è caratterizzata dalla presenza di numerosi centri urbani, per tanto non si escludono danni a cose o persone, soprattutto nella zona più vicina all’epicentro. Il terremoto ha fatto tremare anche la capitale Santiago ed  è stata avvertita in  almeno otto regioni del Paese, come riferisce la Radio Bio Bio. Le regioni colpite, ha aggiunto l’emittente, sono Valparaiso, Santiago, O’Higgins, Maule, Nuble, Bio Bio, La Araucania e Los Rios.