4 Luglio 2022
20:50

Sparatoria a Copenahgen, il 22enne arrestato per la strage trasferito in una struttura psichiatrica

Sarà ricoverato in una struttura psichiatrica per 24 giorni il 22enne accusato di essere l’autore della sparatoria avvenuta in un centro commerciale di Copenhagen: tre i morti e sette i feriti di cui 4 gravi.
A cura di Chiara Ammendola

Si è presentato questo mattina dinanzi al giudice il 22enne danese autore della sparatoria avvenuta ieri pomeriggio in un centro commerciale di Copenhagen: il giovane, di nazionalità danese, è accusato di omicidio colposo e verrà trasferito in una struttura psichiatrica per almeno 24 giorni. Tre morti e sette feriti il bilancio della sparatoria in un paese in cui l'uso e il possesso delle armi sono limitati a pochi e rari casi.

Tra gli interrogativi degli inquirenti c'è anche come il 22enne si sia procurato un fucile. In un filmato, diffuso sui social da Mahdi Al-wazni, un testimone della sparatoria, si vede un giovane armato proprio di fucile che si aggira del Field's, il centro commerciale a due piani situato a sud della capitale danese, a pochi chilometri dall'aeroporto: l'uomo, in compagnia della sua famiglia, sarebbe riuscito a riprendere l'assalitore per alcuni secondi prima di essere scoperto dallo stesso e darsi così alla fuga. Le immagini sono al vaglio della polizia che però non ritiene ci siano molti dubbi sull'autenticità.

Le indagini proseguiranno per appurare la matrice di questa sparatoria ma sembra che il 22enne abbia agito da solo e che abbia iniziato a sparare senza un obiettivo ben preciso. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni infatti avrebbe puntato il fucile verso le tante persone che in quel momento affollavano il centro commerciale iniziando a sparare. Tre le vittime: due ragazzi di 17 anni e un uomo di 47 anni. Situato accanto a una scuola il Field's è frequentato perlopiù proprio da adolescenti e da famiglie. Dei sette feriti, quattro sono ricoverati in condizioni critiche in ospedale, si tratta di una donna di 40 anni e di una ragazza di 19 anni, e di due cittadini svedesi di 50 e 16 anni.

Nella conferenza stampa tenutasi questa mattina, il capo della polizia di Copenaghen Soren Thomassen ha fatto sapere che la pista del terrorismo non è esclusa ma che non vi sarebbero indizi a tal proposito. Il 22enne sarebbe infatti affetto da disturbi psichici che potrebbero essere alla base del suo gesto, ma saranno le indagini a chiarire i motivi che hanno spinto il giovane a sparare e uccidere degli innocenti.

Strage in Montenegro, 11 persone uccise durante una sparatoria:
Strage in Montenegro, 11 persone uccise durante una sparatoria: "Bambini tra le vittime"
Lilia accoltellata e uccisa in strada a 9 anni, giocava con l'hula hop insieme alla sorella di 5 anni
Lilia accoltellata e uccisa in strada a 9 anni, giocava con l'hula hop insieme alla sorella di 5 anni
Terapia del dolore su ragazzi disabili per sfogare istinti sadici: arrestati 3 operatori a Cosenza
Terapia del dolore su ragazzi disabili per sfogare istinti sadici: arrestati 3 operatori a Cosenza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni