Immagini di repertorio.
in foto: Immagini di repertorio.

Un'altra sparatoria negli Stati Uniti, a poche ore dalla strage avvenuta a El Paso, in Texas. Questa volta la sparatoria è avvenuta a Dayton, in Ohio. A quanto riferiscono i media locali la polizia è intervenuta per spari in un distretto di arti e divertimento nel centro della città. Secondo l'ultimo bilancio, sono almeno 9 i morti accertati, oltre all'autore della strage che è stato ucciso dalle forze dell'ordine. Si tratta del ventiquattrenne Connor Betts di Bellbrook. I feriti sarebbero almeno 26 come riferito dal sindaco. Non sono stati diffusi dettagli sull'identità delle vittime.

La sparatoria è avvenuta nell'Oregon District, nella East 5th Street, ad ovest del centro cittadino: si tratta di un'area di ristoranti e locali notturni. Una zona, quindi, molto frequentata. Sempre a quanto riportano i media locali, la polizia è intervenuta alle prime ore del mattino, dopo aver ricevuto segnalazioni di uno "sparatore attivo". Anche il personale medico si è recato sul posto, e ha segnalato la presenza di feriti in condizioni critiche che sarebbero stati trasportati agli ospedali di Grandview e Kettering.

Secondo quanto riportano i media Usa, l'autore della sparatoria indossava un giubbotto antiproiettile, aveva almeno un'arma automatica e numerose munizioni calibro 223, usate spesso per l'Ar-15. Il giovane ha sparato mentre si stava dirigendo verso un bar chiamato Ned Peppers e sarebbe stato ucciso in meno di un minuto, da quando è entrato in azione, da agenti di polizia che stavano pattugliando la zona.

Alcune prime ricostruzioni indicano la presenza di un secondo assalitore, che sarebbe stato visto fuggire a bordo di un'auto, investendo anche una persona. L'uomo sarebbe a bordo di una jeep scura. Al momento, tuttavia, non ci sono notizie confermate e la vicenda è ancora in fase di ricostruzione. Gli agenti starebbero perlustrando la zona in questi momenti. Nei social media circolano già immagini e video dell'accaduto.