È morto in Iran Ahmad Soufi, che secondo quanto riportato dai suoi documenti ufficiali aveva ben 138 anni. Stando a quanto riportano diversi media internazionali, che citano l’agenzia statale Irna, l’ultracentenario era l’uomo più vecchio dell’Iran e il più vecchio al mondo con i suoi 138 anni. L’agenzia Irna precisa che Ahmad Soufi è morto, mercoledì 18 novembre, "di vecchiaia”. Membro della minoranza curda, Soufi sarebbe morto a Saqqez, nella provincia occidentale del Kurdistan, vicino al confine con l’Iraq. I curdi sono noti in Iran per avere diversi centenari.

Secondo i suoi documenti era nato nel 1882 – Soufi non rientrava nella lista delle persone più anziane al mondo, dove al primo posto si trova la giapponese Kane Tanaka, che con i suoi 117 anni è appunto la persona ufficialmente riconosciuta come la più longeva a livello mondiale. Dando notizia della sua scomparsa l’agenzia Irna ha pubblicato anche una copia del suo "chenasnameh" (equivalente al registro di famiglia) e della sua carta d'identità, entrambi riportanti la data di nascita il 28 febbraio 1882. L’ultracentenario iraniano era insomma un contemporaneo del presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt, morto nel 1945.

Una donna giapponese la persona ufficialmente considerata la più vecchia al mondo – Quella che invece è considerata, dal marzo del 2019, la persona più anziana del mondo, Kane Tanaka, dallo scorso settembre ha raggiunto anche un altro primato: nata il 2 gennaio 1903, nel momento in cui ha raggiunto l’età di 117 anni e 261 giorni è diventata la donna più anziana di sempre in Giappone. Il precedente record del Giappone apparteneva a un'altra donna morta nell'aprile del 2018 a 117 anni e 260 giorni.