Laurent Simons, bambino belga di appena nove anni, sta per diventare il più giovane laureato della storia. Il bimbo prodigio il mese prossimo si laureerà all'Eindhoven University of Technology in ingegneria elettronica, facoltà molto ostica persino per gli studenti adulti ma che lui ha brillantemente affrontato in appena nove mesi.

Figlio di due medici, Laurent ha mostrato fin dalla più tenera infanzia i segni di una inspiegabile precocità e la capacità di assorbire qualunque tipo di nozione gli venisse sottoposta. La sua capacità di apprendimento ha impressionato anche i docenti dell’università di Eindhoven, che hanno riferito alla CNN che Laurent è uno degli studenti più capaci e veloci che abbia mai frequentato le loro lezioni. Il bambino ha intenzione di proseguire gli studi con un dottorato di ricerca in ingegneria elettrica da affiancare agli studi, che già sta compiendo, di medicina. In futuro, dice, vorrà dedicarsi a sviluppare organi artificiali.

Laurent Simons è in grado, in pochi giorni, di risolvere problemi complessi che un adulto con capacità normali riuscirebbe a risolvere in "non meno di dieci settimane". Le sue materie preferite sono matematica, scienza e applicazione tecnica. Le performance universitarie del bimbo prodigio non devono stupire: nel 2018 infatt, in solo un anno e mezzo, Laurent ha completato il programma di studi per conseguire la maturità, ottenuta a 8 anni. Come spiega il Telegraph, ora che Laurent sta per laurearsi su di lui si stanno concentrando le attenzioni dei più importanti atenei del mondo, da Oxford ai college americani. Al momento il piccolo genio non ha ancora deciso cosa fare da grande: è indeciso tra il medico, in particolare il chirurgo, e l'astronauta.

Il primato di laureato più giovane della storia spettava a Michael Kearney che, nel 1994, si era laureato all’università dell’Alabama all’età di 10 anni.