Una vicenda che mette i brividi e che coinvolge una persona apparentemente insospettabile: Lucy Letby, una giovane e sorridente infermiera di 30 anni, è stata arrestata con l’accusa di aver ucciso otto neonati e per il tentato omicidio di altri nove. È avvenuto nella città di Cherster, in Inghilterra. Letby lavorava nel reparto neonatale dell’ospedale Countess of Chester, dove gli investigatori sospettano siano avvenuti gli omicidi e le aggressioni. Si trova ora in custodia cautelare in carcere mentre la polizia della contea di Cheshire approfondisce le indagini su questo macabro caso.

Gli investigatori avevano avviato l’indagine nel maggio 2017: le morti e le aggressioni erano avvenute nel periodo compreso tra giugno 2015 e giugno 2016. Questa non è la prima volta che la giovane viene arrestata con questa accusa. Nel luglio 2018 era stata messa in carcere con l'accusa di omicidio in relazione alla morte di otto bambini e al tentato omicidio di altri sei nell’ospedale Countess of Chester. Dopo poco però era uscita su cauzione in attesa di ulteriori indagini.  Era stata arrestata di nuovo nel giugno 2019 per gli stessi motivi con l’aggiunta di un’accusa di tentato omicidio nei confronti di altri tre bambini. Anche in questo caso però era stata scarcerata in mancanza di prove sufficienti.

“Si tratta di un caso particolarmente complicato”, ha dichiarato l’ispettore capo Paul Hughes. "I genitori di tutti i bambini sono stati immediatamente aggiornati su questo ultimo sviluppo. Questo è un momento estremamente difficile per tutte le famiglie ed è importante ricordare che al centro di questa vicenda ci sono persone in lutto che cercano risposte su quello che è successo ai loro figli".Un portavoce dell’ospedale Countess of Chester ha riferito alla stampa inglese che la struttura sta collaborando con le indagini.